Virtual GP: Russell fa poker in Canada ed è campione

Il pilota della Williams non ha fatto sconti neanche nell'ultima gara di Montreal, centrando la quarta vittoria di fila. Sul podio Albon e Gutierrez.

Virtual GP: Russell fa poker in Canada ed è campione

Per George Russell sarà veramente dura riabituarsi alla sua Williams e alle posizioni di rincalzo tra tre settimane, quando la Formula 1 tornerà in pista in Austria, perché il pilota britannico è stato il dominatore assoluto dei Virtual GP che ci hanno tenuto compagnia durante la pandemia del Coronavirus.

Con 22 punti di margine su Charles Leclerc, assente perché impegnato nella Virtual 24 Ore di Le Mans, non sarebbe stato obbligato a lasciare il segno nell'ultima gara in Canada per portarsi a casa la corona virtuale, ma l'ex campione di Formula 2 non ha lasciato nulla al caso.

Russell ha infatti fatto capire a tutti che ci sarebbe stato poco da fare per fermare la sua striscia vincente, sfoderando subito una grande prestazione in qualifica: pole position e quasi mezzo secondo di distacco rifilato al diretto inseguitore Alexander Albon.

Anche in gara il copione non è stato troppo diverso, con il pilota della Red Bull che ha retto il passo solo per una manciata di giri. Per Russell quindi è stato fin troppo facile involarsi verso la quarta vittoria consecutiva e verso il titolo di campione virtuale.

Dopo un paio di contatti con Nicholas Latifi nelle prime curve, anche per Albon quella di Montreal è stata una gara tutto sommato abbastanza facile e si è portato a casa la piazza d'onore senza troppi patemi. Discorso che vale anche per Esteban Gutierrez, che ha concluso la sua avventura virtuale con la Mercedes con un altro piazzamento a podio.

Alle spalle del messicano invece iniziamo a trovare un po' di sorprese: ai piedi del podio c'è infatti il giovane della Renault Caio Collet, che ha preceduto lo youtuber Tiametmarduk, cresciuto molto con la McLaren dopo la prima uscita di Baku.

Sesto posto invece per l'altra Renault di Guanyu Zhou, vincitore della gara di apertura in Bahrain. L'aria di casa invece non ha portato fortuna a Latifi, alla fine solo settimo dopo un ottimo terzo tempo in qualifica con la seconda Williams.

Ottavo posto per Callum Ilott, chiamato a sostituire Leclerc sulla Ferrari. Dopo una qualifica difficile, ha provato una strategia alternativa ad una sola sosta, ma la sua rimonta non è stata troppo clamorosa. A concludere la zona punti poi ci sono la Mercedes di Anthony Davidson, chiamato all'ultimo a prendere il posto di Valtteri Bottas, e la Haas di Louis Deletraz, fresco della vittoria nella Virtual 24 Ore di Le Mans.

Era reduce dalla classica francese anche Pierre Gasly, che non è riuscito invece a portare a termine la gara a causa di problemi di connessioni. Per quanto riguarda invece la seconda Ferrari, in gara oggi c'era Gianluca Petecof, 15esimo al debutto alla fine.

condividi
commenti
Virtual 24 Ore di Le Mans: trionfo per la Rebellion-Williams

Articolo precedente

Virtual 24 Ore di Le Mans: trionfo per la Rebellion-Williams

Articolo successivo

Rebellion-Williams al traguardo con solo mezzo litro di benzina

Rebellion-Williams al traguardo con solo mezzo litro di benzina
Carica i commenti