WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
21 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
66 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
31 giorni
FIA F2
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
86 giorni
ELMS
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Evento concluso

Macau: un perfetto Marciello si porta a casa la FIA GT World Cup

condividi
commenti
Macau: un perfetto Marciello si porta a casa la FIA GT World Cup
Di:
17 nov 2019, 05:59

Il pilota Mercedes è autore di una durissima prova senza errori che lo vede precedere in volata le Porsche di L.Vanthoor e Bamber, mentre Farfus deve accontentarsi del quarto posto davanti ad Haase e un Mortara in rimonta. Estre sbatte dopo aver toccato Imperatori.

E' Raffaele Marciello il Re di Macao della FIA GT World Cup, al termine di una gara sconsigliabile ai deboli di cuore che ha visto il portacolori della Mercedes tagliare il traguardo dopo 18 giri senza alcuna sbavatura, ma in volata sulla coppia delle Porsche griffate Rowe Racing.

Al via il ragazzo del Team GruppeM Racing ha sfruttato al meglio la pole position conquistata nella Qualifying Race di ieri per tenere la propria AMG GT3 al comando, mentre Laurens Vanthoor ha avuto uno spunto migliore al "Mandarin" infilando il compagno di squadra Earl Bamber nel duello per la seconda posizione tutto fra 911 GT3 R.

Augusto Farfus non ha invece mollato la quarta piazza, chiudendo la porta a Christopher Haase, mentre dalle retrovie il fulmine Edoardo Mortara è risalito dal 14° al 9° posto già al termine del primo giro, nel quale Marciello ha immediatamente cercato di scavare un solco fra sè e le 911 GT3 R.

Il trio di testa ha avuto un passo decisamente insostenibile per tutti, lasciando Farfus in lotta con Haase, dietro i quali si è consumato il primo brivido di giornata al giro 2 quando Kevin Estre - apparentemente in formissima proprio come ieri - ha tentato di infilare Alexandre Imperatori per guadagnarsi il sesto posto; il pilota della Absolute Racing alla "Lisboa" è giunto appaiato al compagno di squadra, che però ha chiuso un po' troppo brutalmente il collega e le due Porsche sono venute a contatto. Lo svizzero, essendo all'esterno, si è intraversato senza poter evitare la toccata con il muretto e pian piano ha perso posizioni causa alcuni danni meccanici che poi lo hanno costretto a rientrare ai box.

La rimonta di Estre si è però fermata al giro 6: il francese aveva raggiunto velocemente l'Audi R8 LMS di Haase, prendendone la scia al famigerato "Mandarin", ma la Porsche #912 è andata in sottosterzo impattando violentemente le barriere e perdendo anche una ruota, che pericolosamente si è messa a vagare in mezzo al tracciato (fortunatamente evitata da tutti quelli che seguivano).

Inevitabile, dunque, l'ingresso della Safety Car a ricompattare il gruppo annullando il vantaggio di Marciello sul duo L.Vanthoor-Bamber. Alla ripartenza (8° giro), addirittura, l'ottimo Farfus ha preso la scia del neozelandese superandolo con una magnifica mossa all'esterno del "Mandarin", ma il brasiliano del BMW Team Schnitzer alla "Lisboa" è stato risuperato dalla 911 dovendosi riaccodare e guardando negli specchietti gli agguerriti Haase e le Mercedes-AMG GT3 della Craft-Bamboo Racing condotte da Edoardo Mortara e Alessio Picariello sopraggiungere.

Quest'ultimo - che aveva dovuto cedere la sesta posizione allo svizzero suo compagno di squadra - è arrivato lunghissimo piantandosi alla "Lisboa" e finendo nelle retrovie, con la fortuna di non essere tamponato da chi lo seguiva.

Gli ultimi 10 giri sono stati appannaggio del terzetto di testa, con Marciello, L.Vanthoor e Bamber a sfilarsi a vicenda i giri veloci. In Rowe Racing hanno provato anche la carta dello scambio di posizioni alla tornata numero 12 pur di riprendere "Lello", decisamente più veloce di L.Vanthoor. Bamber ha dato tutto e di più di quel che aveva, rimettendoci pure lo specchietto sinistro in uscita dalla "Moorish" (salvando per millimetri l'ala posteriore!) e dando anche un 'baciotto' alla Mercedes del leader nel corso dell'ultimissimo giro arrivati al tornantino "Melco".

Marciello non ha mollato di una virgola pur dovendo controllare la sbandata e ha meritatamente tagliato il traguardo vittorioso sotto la bandiera a scacchi, prima della quale Bamber ha sportivamente rallentato per restituire il secondo posto a L.Vanthoor.

Farfus invece è quarto tenendo la propria BMW M6 GT3 davanti al trenino composto dall'Audi R8 LMS della Phoenix Racing di Haase, Mortara e dalla BMW M6 GT3 di Joel Eriksson (FIST-Team AAI).

La Top10 viene completata dalle Audi R8 LMS di Dries Vanthoor (Team WRT) - partito ultimo - e Kelvin Van Der Linde (Team Rutronik), rispettivamente ottavo e decimo, e divisi dalla Mercedes-AMG GT3 di Maro Engel (Team GruppeM Racing).

Buon undicesimo posto per Roelof Bruins impegnato sulla Mercedes preparata dalla Solite Indigo Racing, seguito dall'Audi R8 LMS di Charles Weerts (Team WRT), costretto a scontare un Drive-Through per partenza anticipata.

Classificato 13° con 2 giri di ritardo Weian Chen sull'Audi R8 LMS del Team Asia TSRT, mentre assieme a Picariello, Estre e Imperatori si è dovuto arrendere anche Adderly Fong (Zun Motorsport Crew - Mercedes).

 

Articolo successivo
Macau, GT: Marciello trionfa nella Qualifying Race

Articolo precedente

Macau, GT: Marciello trionfa nella Qualifying Race

Articolo successivo

GT Italiano 2020: cambiano le date di Imola e Misano

GT Italiano 2020: cambiano le date di Imola e Misano
Carica i commenti