Montoya: “La F2008 è magica, la McLaren si guidava di m..."

Juan Pablo Montoya è tra le guest star delle Finali Mondiali Ferrari 2021. Il colombiano ha avuto la possibilità di mettersi alla guida di una F2008 Campione del Mondo costruttori. Ed il paragone con le sue ultime monoposto di F1 è implacabile

Dal 2001 al 2006 è stato, per molti, il nemico pubblico numero 1 Juan Pablo Montoya. Nei suoi anni in Formula 1, vissuti tra Williams e McLaren, il colombiano è stato spesso tra i rivali più agguerriti e combattivi di Michael Schumacher e della Ferrari, regalando ai posteri momenti di aperta battaglia in pista fin dalla stagione d'esordio.

Leggi anche:

Dopo il ritiro dalla F1, Montoya è tornato a gareggiare in America, dove ha conquistato una seconda 500 Miglia di Indianapolis nel 2015 per poi concentrarsi sulla 24 Ore di Le Mans, classica che lo ha visto vincitore della categoria LMP2 Pro-Am nel corso dell'edizione 2021.

Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008

Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008

In occasione delle Finali Mondiali Ferrari in corso di svolgimento al Mugello, Montoya è riuscito a coronare quello che poco segretamente è sempre stato un suo sogno: calarsi nell'abitacolo di una Rossa di Formula 1. La monoposto è la F2008 di Felipe Massa Campione del Mondo costruttori in quella stagione, vettura capace di conquistare otto pole position, altrettante vittorie e 13 giri veloci.

"È strano essere qui a guidare una F1 al Mugello: non c’è niente di meglio di questo!" dichiara Montoya in un'intervista esclusiva rilasciata a Motorsport.com. "Quando correvo in Formula 1, bisognava battere la Ferrari ogni fine settimana, erano il riferimento. L'obiettivo era quello specialmente quando si arrivava in Italia, e devo dire che quando mi è riuscito a Monza è stato speciale".

Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008

Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008

"Ferrari ha una tradizione spaventosa, mi sono sempre ripromesso di provare una un giorno ed è finalmente successo. Ogni macchina è differente: non mi sarei mai aspettato di trovare una McLaren che si guidava così di m...a quando lasciai la Williams. La Ferrari invece è magica, davvero: vuoi guidarla al massimo, ma sai che è la vettura di qualcun altro, quindi sei un po' spaventato e non riesci a dare subito tutto quello che può offrire. Sei intimorito perché sai che ha un grande margine", continua Montoya.

Non può mancare una domanda legata all'attualità, con un duello entusiasmante tra Max Verstappen e Lewis Hamilton che ha animato per tutto il 2021 il campionato. "C'è una gran bella battaglia tra Max e Lewis, solo che ora è anche molto politica. Tutto è dannatamente complicato: bisogna che qualcosa venga fatto per chiarire alcuni aspetti. A volte vediamo penalità per una manovra che la settimana dopo non viene sanzionata. Quanto successo a Silverstone ha condotto ad una penalità per Hamilton: perché Vestappen invece ne è uscito pulito in Brasile? Solo perché si sono evitati?".

"Quando guidi, soprattutto in situazioni come queste, devi essere chiaro: non è solo l'incidente che deve causare una penalità. E sono convinto che quello che succederà in Qatar andrà a definire il risultato finale della stagione", continua il colombiano.

Montoya, infine, non lesina una stoccata all'attuale Formula 1, affermando che manchi l'anima pura delle corse figlia del sound dei motori. "Quando guidi una di queste monoposto e sei avvolto dal suono del V12, è un'esperienza mistica. Ieri ero dietro ad una 412 T2 del '95, sul rettilineo non riuscivo a superarlo con una monoposto del 2008, e lui anzi mi distanziava! Manca questo, alle attuali monoposto"; conclude Juan Pablo.

Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
1/3
Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
2/3
Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
Juan Pablo Montoya, Ferrari F2008
3/3
condividi
commenti
Vigna: "Punito a 14 anni per andare a vedere la Ferrari a Imola"
Articolo precedente

Vigna: "Punito a 14 anni per andare a vedere la Ferrari a Imola"

Articolo successivo

Poli: "F1 al Mugello dopo il 2025? Speriamo anche prima!"

Poli: "F1 al Mugello dopo il 2025? Speriamo anche prima!"
Carica i commenti