Van der Mark: "La R1 è ancora al 95%, ma Donington ci ha favoriti"

condividi
commenti
Van der Mark:
Lorenzo Moro
Di: Lorenzo Moro
27 mag 2018, 16:25

Strepitosa seconda vittoria di fila oggi per Michael van der Mark a Donington, in sella ad una Yamaha sicuramente aiutata dal particolare tracciato ma finalmente pronta per combattere per la vittoria.

Michael van der Mark, Pata Yamaha
Michael van der Mark, Pata Yamaha
Michael van der Mark, Pata Yamaha
Podio: il vincitore della gara Michael van der Mark, Pata Yamaha
Podio: il vincitore della gara Michael van der Mark, Pata Yamaha
Sandro Cortese, Kallio Racing
Michael van der Mark, Pata Yamaha, Alex Lowes, Pata Yamaha

Donington è una pista che è sempre stata favorevole alla Yamaha ma mai ci saremmo potuti aspettare una doppietta di uno dei suoi piloti come quella fatta ieri ed oggi da Michael Van der Mark. Il pilota olandese, in sella alla sua R1, è infatti riuscito, nel giro di 24 ore, a bissare un impresa storica.

Prima vittoria in Superbike per lui ieri e prima vittoria di questa nuova quattro cilindri subito bissata oggi in Gara 2 a confermare che quello di ieri non è stato solo un exploit temporaneo. Bisogna ammettere che gli enormi sforzi che la Casa di Iwata sta facendo per rendere competitiva la nuova R1 stanno finalmente dando i frutti sperati, tornando ad essere competitiva e permettendo al giovane Van der Mark di battere campioni del calibro di Jonathan Rea.

Abbiamo fermato il pilota olandese mentre scendeva dal podio per fargli qualche domanda, queste le sue parole:

Alla fine l'hai fatto ancora!
"Sì, non so nemmeno io come ho fatto, ma l'ho fatto! Sono partito nono in griglia e questo non è propriamente ideale. Sono partito e mi son trovato in mezzo al traffico ma sono rimasto calmo e ho pensato al mio. Quando ho raggiunto Alex (Lowes, primo in quel momento) e Johnny (Rea, secondo) ho lasciato che lottassero tra di loro senza intromettermi un po' come ho fatto ieri ma non è stato facile. Sentivo di averne di più e di poter esser più veloce di loro e quando è stato il momento li ho superati; una volta che ho avuto la pista libera davanti, è stato facile tenere il mio ritmo. Da ieri non abbiamo cambiato nulla sulla moto, il pacchetto era già ottimo da ieri".

La moto è finalmente al 100% o è la pista che vi ha favorito?
"No, la moto possiamo dire che è al 95%, sicuramente è Donington che ci ha favorito e inoltre io amo in particolar modo questo tracciato, specialmente nella prima parte del tracciato nel quale la R1 è incredibile. Dobbiamo ancora migliorare la risposta e la controllabilità della moto nelle sezioni di tipo 'stop&go' ma in generale la moto è ottima".

Che reazioni ci sono state dopo la vittoria di ieri?
"Beh... il mio telefono è esploso! E inoltre alcuni siti che non si sono mai interessati a questo argomento hanno parlato di me, è stato bello! Anche in ottica mercato è una cosa buona, devo ancora firmare il contratto per i prossimi anni ma penso che con questo weekend ho reso le cose più semplici per me e il mio team".

E per Brno? Cosa ti aspetti?
"Per Brno, anche dopo gli ultimi test, mi sento bene, mi sento forte".

Prossimo articolo WSBK

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Donington Park
Location Donington Park
Piloti Michael van der Mark
Team Crescent Racing
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Intervista