Althea: Torres e Reiterberger hanno svolto prove comparative in Australia

Jordi Torres e Markus Reiterberger hanno scelto la configurazione della moto che hanno ritenuto più opportuna e con cui inizieranno la stagione Superbike 2017.

Althea: Torres e Reiterberger hanno svolto prove comparative in Australia
Markus Reiterberger, Althea Racing
Jordi Torres, Althea BMW Racing
Jordi Torres, Althea BMW Racing
Markus Reiterberger, Althea Racing
Jordi Torres, Althea BMW Racing

Dopo la giornata di pioggia di ieri, oggi il sole è tornato a splendere sulla pista australiana di Phillip Island, permettendo all’Althea BMW Racing team di sfruttare quest’ultimo giorno di test ufficiali, che precedono l’inizio della stagione Superbike 2017.

I piloti Jordi Torres e Markus Reiterberger hanno potuto lavorare con i loro tecnici senza interruzioni, svolgendo delle preparazioni finali sulle loro BMW S 1000 RR. Dopo un intenso giorno di lavoro, entrambi i piloti si sono detti entusiasti di incominciare la vera sfida…

Venerdì si alza ufficialmente il sipario sulla stagione Superbike 2017, con le prime due gare che si disputeranno sabato e domenica alle ore 15 locali (CET+10).

"Oggi non è andata male. Stamattina ho cominciato a prendere confidenza e a girare più costantemente con la mia BMW", ha dichiarato Jordi Torres. "Abbiamo fatto un confronto tra le due moto che abbiamo a disposizione e che hanno configurazioni diverse. Poi, con quella che mi è sembrata la più performante, ho fatto dei giri veloci. Nel pomeriggio la temperatura della pista si è alzata molto ed è diventato più difficile. Abbiamo lavorato per migliorare il feeling, considerando che forse le gare si svolgeranno in queste stesse condizioni".

Markus Reiterberger ha aggiunto: "Abbiamo avuto dei riscontri positivi oggi. Prima abbiamo confrontato le due moto, nelle loro configurazioni 2016 e 2017. Ho faticato a girare velocemente durante la mattina, mentre nel pomeriggio ho migliorato sia il mio feeling sia il ritmo, con la moto 1 in versione 2017".

"Stavo completando un long-run ma purtroppo ho fatto un piccolo errore e sono scivolato. E’ stata una caduta ad alta velocità, ma fortunatamente non mi sono fatto male. Mi dispiace solo per il lavoro che ho creato per i miei tecnici. Sono tornato in pista con la moto 2, ed è stato utile perché mi ha confermato che preferisco guidare la moto 1. So che abbiamo ancora del margine per poterci migliorare".

condividi
commenti
Forés: "Abbiamo fatto passi avanti e siamo vicini ai team ufficiali"

Articolo precedente

Forés: "Abbiamo fatto passi avanti e siamo vicini ai team ufficiali"

Articolo successivo

Kawasaki: Rea e la Ninja 2017 spaventano tutti con gomme da gara

Kawasaki: Rea e la Ninja 2017 spaventano tutti con gomme da gara
Carica i commenti