Delbianco, miglioramenti e caduta: "Ottimi passi avanti, peccato per la scivolata, ma abbiamo margine per crescere"

condividi
commenti
Delbianco, miglioramenti e caduta:
Di:
19 feb 2019, 05:55

Il pilota dell'Althea Racing ha cominciato ad abbassare i tempi con la Honda e, nonostante la scivolata che lo ha costretto a fermarsi anzitempo, è molto ottimista per la gara.

Dopo due giorni di lavoro intenso, il team Althea MIE Racing ha concluso gli ultimi test che precedono l’inizio del campionato Mondiale Superbike 2019.

In pista a Phillip Island in Australia, sia oggi che ieri, la squadra italiana ha lavorato in modo molto metodico con il suo pilota Alessandro Delbianco, che corre per la prima volta sul circuito australiano. Il portacolori Althea MIE Racing ha usato le prime due sessioni di ieri per imparare il tracciato, mentre i suoi tecnici hanno cominciato ad adattare il set-up della Honda CBR1000RR SP2 alle caratteristiche della pista.

Le buone condizioni meteo di ieri hanno permesso al team di lavorare sistematicamente e senza interruzioni. Alla fine del primo giorno, Delbianco aveva completato 45 giri con un miglior crono di 1’33"949. Tornato in pista al mattino, il team ha continuato il lavoro di messa a punto. Nei primi minuti, Alessandro ha migliorato di oltre un secondo il suo tempo di ieri, facendo registrare un giro in 1'32"979. Poco dopo, il giovane italiano è stato purtroppo vittima di una scivolata alla curva 2.

Anche se nella caduta Alessandro non ha riportato nessuna grave conseguenza fisica, a scopo precauzionale il team ha deciso di interrompere definitivamente le prove, in modo da permettere al giovane pilota italiano di riposarsi e di presentarsi in perfetta forma al primo round del campionato, che avrà inizio in questo weekend.

Il team Althea MIE Racing tornerà quindi sulla pista di Phillip Island questo venerdì, per le prime sessioni del round di apertura del Mondiale Superbike 2019.

“Sono soddisfatto del lavoro svolto, anche se ho concluso i test un po’ prima degli altri - ha detto Delbianco - Mi sono trovato molto meglio rispetto agli ultimi test svolti a Portimao e a Jerez. Questa è una pista che richiede molto coraggio e sulla quale mi trovo a mio agio, anche perché queste curve così larghe mi aiutano. E’ un peccato che io non abbia avuto più tempo per poter familiarizzare con il tracciato. Rispetto agli ultimi test, mi sono avvicinato ai miei avversari e so di avere ancora molto margine di miglioramento, per cui mi sento ottimista per il weekend di gara.”

Articolo successivo
Test Phillip Island, Giorno 1: dominio di Bautista con la nuova Ducati V4!

Articolo precedente

Test Phillip Island, Giorno 1: dominio di Bautista con la nuova Ducati V4!

Articolo successivo

Test Phillip Island, Giorno 2: Bautista inarrestabile, ancora al comando con la Panigale V4

Test Phillip Island, Giorno 2: Bautista inarrestabile, ancora al comando con la Panigale V4
Carica i commenti
Be first to get
breaking news