OPC: Thierry Kilchenmann resiste al campione in carica

Il pilota bernese si è imposto nelle due corse del monomarca Opel disputate sull’Anneau du Rhin. Marcel Muzzarelli sul podio nell’unico appuntamento della stagione. Fabio Gubitosi quinto e (ancora) in corsa per il titolo.

Durante lo Slalom organizzato dall’ACS Zürich sul piccolo circuito Anneau du Rhin in Alsazia, i piloti delle Opel Corsa OPC hanno potuto prendere parte a due gare separate sul percorso di 3,35 km attrezzato di 32 porte per uno degli ultimi atti della stagione 2017.

La tappa in territorio francese è stata dominata dall'inarrestabile Thierry Kilchenmann, partito sia nella corsa mattutina (24 partecipanti) sia in quella pomeridiana (19 concorrenti) come ultimo pilota.

Nemmeno la presenza di due vecchie conoscenze del monomarca della Casa tedesca ha intaccato la supremazia di Thierry. Tra i piloti pronti a prendersi la scena in Francia vi erano anche Marcel Muzzarelli, tre volte campione di specialità nel 2009, 2015 e 2016, e Daniel Kammer, vincitore nel 2008.

La prima sessione di corsa è filata liscia come l’olio per Kilchenmann, autore di una prova priva di sbavature davanti a Christian Zimmermann e Marcel Muzzarelli. Penalizzato con 20’’ nella prima tornata, il campione in carica ha giocato il jolly nel secondo e ultimo tentativo, riuscendo a spuntarla nella lotta per la piazza d’onore ai danni Daniel Kammer con soli nove centesimi di secondo di vantaggio.

 

Nel pomeriggio, il leader della graduatoria OPC Challenge 2017 Kilchenmann ha migliorato il riferimento cronometrico, portandosi al di sotto dei due minuti. “Era il mio principale obiettivo, ne sono così contento”, ha ammesso il doppio vincitore della prova d’abilità all’Anneau du Rhin. “Devo confessare di essermi divertito parecchio a competere con Marcel su questo suggestivo percorso”.

Lo scarto di 1’’6 sul campione in carica non fa una piega e giustifica il meritato successo di Thierry. Aver conquistato il podio senza allenamento da circa un anno è un grande risultato per Muzzarelli.

La battaglia per la terza posizione è stata nuovamente serrata, con il basilese Roland Schmid che è riuscito ad agguantare il gradino più basso del podio sul percorso a lui più famigliare.

Fabio Gubitosi si è dovuto accontentare della quinta piazza in entrambe le corse. Nonostante non sia riuscito a piazzare la zampata decisiva, il driver elvetico resta ugualmente in gara nella lotta per il titolo, nella quale dovrà trionfare negli ultimi due appuntamenti di Ambrì l’8 ottobre.

 

L’altra possibilità è quella che Kilchenmann concluda in 14esima posizione una sola volta per aggiudicarsi il titolo, anche se Thierry non conosce altro piazzamento al di fuori dei primi tre posti.

Reduce da un ottimo quinto rango a Chamblon, il settimo e il tredicesimo posto suona come una disfatta per Rolf Tremp. A tenere alto il morale di quest’ultimo pensa in ogni caso la classifica, dove presidia la terza posizione grazie al piazzamento in zona punti in tutte le sette corse stagionali, di cui sei concluse tra i primi dodici piloti.

Buona prestazione anche per Christian Mettler, boss dell’OPC Challenge rossocrociato. Il numero uno del monomarca Opel ha dimostrato di non saperci fare soltanto dietro la scrivania: evidentemente, anche in pista sa dare una bella impressione di sé.

Per quanto riguarda la lotta tra le squadre, è stato il Flammer Speed Team a primeggiare al termine delle due corse transalpine, grazie ai 72 punti marcati da Christian Zimmermann (secondo e quarto) alla guida dell’Opel Corsa OPC. Seguono il Belwag Bern Racing Team (64 punti con Daniel Kammer), che ha condiviso la vettura tedesca con il più volte menzionato Kilchenmann) e la Guex Motorsport (44 con Elio Barbezat).

Nella questione della corona riservata ai team, per farcela al Garage K. Flammer di Glarona sarà sufficiente un 14esimo piazzamento nell’ultima corsa in Ticino, dove tornerà anche Sandro Fehr, pronto a indossare i panni di guastafeste.

La redazione di Motorsport.com Svizzera intende ringraziare Silvio Romano per la gentile concessione delle foto dell’Anneau du Rhin. L’ex pilota dell’OPC Challenge nel 2015 e 2016 ha cambiato categoria, decidendo di spostarsi in LOC4 con l’Opel Astra G20 OPC, dove concorre anche la sua nuova squadra, il Romano Racing Team.

Nel campionato IKSM (Interkantonale Slalom-Meisterschaft), campionato di specialità per i piloti regionali provenienti dai ventisei Cantoni della Svizzera, Silvio Romano occupa attualmente la 12esima posizione in classifica.

Slalom Anneau du Rhin - OPC Challenge (Risultati Gara 1 e Gara 2)

Slalom Anneau du Rhin - OPC Challenge - Risultati

OPC Challenge - Classifica dopo sette turni

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Trofei marca svizzera , Slalom svizzera
Evento OPC Challenge: Anneau du Rhin
Sub-evento Sabato, Gara 2
Circuito L'Anneau du Rhin
Piloti Thierry Kilchenmann , Jakob Morgenegg , Fabio Gubitosi , Christian Zimmermann , Elio Barbezat , Rolf Tremp
Team Belwag Bern Racing Team , Team GRH , Opel Suisse Team , Guex Motorsport , Flammer Speed Team , Auto Bollhalder
Articolo di tipo Gara
Tag francia, svizzera