Orudzhev trionfa a sopresa in Gara 2 a Monza, Dillmann è solamente ottavo

Il russo approfitta di una ottima partenza e centra un successo decisamente inatteso regolando un Renè Binder in ottima forma. Deletraz completa il podio mentre Dillmann delude e conclude all'ottavo posto.

Orudzhev trionfa a sopresa in Gara 2 a Monza, Dillmann è solamente ottavo
René Binder, Lotus
René Binder, Lotus
René Binder, Lotus
Rene Binder, Lotus
Egor Orudzhev, Arden Motorsport
Egor Orudzhev, Arden Motorsport
Egor Orudzhev, Arden Motorsport

Egor Orudzhev ha colto a sorpresa la vittoria nel secondo appuntamento del weekend della Formula V8 3.5 sul tracciato di Monza, approfittando di un clamoroso errore al via del poleman Roy Nissany.

Proprio l’israeliano, infatti, era atteso alla doppietta dopo aver ribadito la propria superiorità nella seconda sessione di qualifiche, ma un inconveniente tecnico lo ha costretto alla partenza dalla pit lane e ad una difficile rimonta.

In avvio si è inoltre assistito al contatto tra Panis e Celis con il francese costretto a posteggiare la sua monoposto a bordo pista e la direzione gara obbligata a chiamare la safety car sul tracciato.

La neutralizzazione è durata circa 10 minut ed al restart si è subito assistito ad un pit inatteso di Matthieu Vaxiviere, colpito nel posteriore alla prima chicane.

Orudzhev, passato subito in testa dopo la partenza, ha mantenuto la prima posizione anche dopo l’ingresso ai box della safety car seguito da Binder, Deletraz e Dillmann.

Al settimo giro si è assistito alla girandola dei pit obbligatori con Nissany, entrato ai box in contemporanea con il rivale in classifica Tom Dillmann, incolpevole protagonista di una sosta lenta, e Yu Kanamaru autore di una strategia aggressiva che l’ha visto effettuare la sosta in deciso ritardo.

Il giapponese, ultimo pilota ad effettuare il pit, è uscito dalla corsia box in quinta posizione alle spalle di Fittipaldi, mentre alle spalle dei due piloti si è assistito ad un testacoda fortunatamente innocuo di Baptista.

Se nelle posizioni di vertice la lotta non si è mai accesa, con Orudzhev saldamente in testa seguito a pochi decimi da Binder, più entusiasmante è stata la battaglia a centro gruppo che ha visto protagonista Nissany.

L’israeliano, dopo la sosta ai box, ha nuovamente mostrato il suo ottimo feeling con il tracciato brianzolo ed è riuscito ad avere la meglio su Tom Dillmann prima e su Buller poi per la conquista del sesto posto, mentre nulla ha potuto per sopravanzare un solido Yu Kanamaru.

Sotto la bandiera a scacchi Orudzhev ha così potuto festeggiare un successo inatteso precedendo di soli 9 decimi René Binder, mentre Deletraz, dopo un avvio incerto, ha chiuso sul terzo gradino del podio.

Quarto posto conclusivo per un ritrovato Pietro Fittipaldi, mentre Buller è stato abile a precedere un Tom Dillmann apparso decisamente in difficoltà nel corso dell’intero weekend e solamente ottavo al termine. Completano la top ten Beitske Visser ed Alfonso Celis jr., mentre Vaxiviere è stato costretto al ritiro.

Al termine del round odierno Dilmmann continua a mantenere la prima posizione in classifica con 193 punti ma può vantare un vantaggio davvero minimo su Deletraz, secondo a quota 182, mentre Nissany è più staccato in terza posizione con 165 punti.

condividi
commenti
Roy Nissany si ripete e centra la pole anche per Gara 2 a Monza

Articolo precedente

Roy Nissany si ripete e centra la pole anche per Gara 2 a Monza

Articolo successivo

Esordio da sogno per Aitken. Subito in pole per Gara 1 a Jerez

Esordio da sogno per Aitken. Subito in pole per Gara 1 a Jerez
Carica i commenti