F1 | Ufficiale: Ricciardo è il terzo pilota Red Bull per il 2023

Il team di Milton Keynes ha confermato quest'oggi le indiscrezioni circolate la scorsa settimana. Daniel Ricciardo torna in Red Bull nel ruolo di terzo pilota e test driver per il 2023.

F1 | Ufficiale: Ricciardo è il terzo pilota Red Bull per il 2023

La notizia era nell’aria da tempo, ma oggi è arrivata l’ufficialità. Daniel Ricciardo torna in Red Bull nel ruolo di terzo pilota.

Ad anticipare tutto già ad Abu Dhabi, ultimo round della lunghissima stagione 2022, era stato Helmut Marko che alla TV tedesca aveva svelato il futuro dell’australiano arrivato quest’anno al termine della sua avventura in McLaren.

Per Ricciardo si tratta di un ritorno “a casa” dopo una assenza che non ha portato i risultati sperati.

Daniel è cresciuto sotto l’ala protettiva della Red Bull per poi esordire in Formula 1 nel 2011 al volante della ben modesta HRT. Nonostante le prestazioni della vettura non fossero all’altezza della massima categoria, Ricciardo ha mostrato del potenziale ed ha meritato la promozione in Toro Rosso l’anno successivo.

L’australiano è rimasto legato al team di Faenza sino al 2013 per poi passare in Red Bull la stagione successiva per prendere il posto lasciato libero dal connazionale Mark Webber ed affiancare il quattro volte iridato Sebastian Vettel.

Nella sua stagione di debutto in Red Bull, Ricciardo ha oscurato il tedesco ottenendo la prima vittoria in carriera in Canada per poi ripetersi in Ungheria ed in Belgio e chiudere la stagione al terzo posto in classifica alle spalle dei due portacolori dell’imprendibile Mercedes.

La relazione di Daniel col team di Milton Keynes ha iniziato ad incrinarsi quando la squadra diretta da Christian Horner, nel 2016, ha promosso Max Verstappen dalla Toro Rosso. Il fenomeno olandese è diventato ben presto il punto di riferimento della squadra e le tensioni tra i due piloti si sono acuite sino ad arrivare a scontri in pista come quello, costato il successo al team, avvenuto a Baku nel 2018.

L'incidente tra Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 e Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14

L'incidente tra Max Verstappen, Red Bull Racing RB14 e Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB14

Photo by: Sutton Images

In quel momento Daniel ha capito che il suo tempo in Red Bull era finito ed a sorpresa ha deciso di passare alla Renault per la stagione successiva. Il team francese, però, non è mai riuscito a fare il salto di qualità promesso e per l’australiano le uniche soddisfazioni sono arrivate nel 2020 con appena due podi conquistati in tutta la stagione.

Ricciardo ha poi sposato il progetto McLaren firmando un biennale nel 2021, ma anche con la squadra con sede a Woking la scintilla non è mai scoccata. Daniel ha faticato ad adattarsi alla nuova monoposto sia nel 2021 che nel 2022 ed in entrambe le stagioni è stato surclassato da Lando Norris.

L’unica soddisfazione per l’australiano è arrivata a Monza nel 2021, quando è riuscito in maniera del tutto inaspettata a conquistare il successo, e mettere così fine all’astinenza McLaren, grazie anche allo scontro avvenuto tra Max Verstappen e Lewis Hamilton.

Concluso il rapporto con la scuderia inglese, che ha deciso di sostituirlo con il ben più promettente Oscar Piastri, Ricciardo si è trovato senza un sedile da pilota titolare per il 2023 ed ha così accettato l’offerta della Red Bull.

“Il sorriso dice tutto: sono davvero entusiasta di tornare a casa in Red Bull Racing come terzo pilota nel 2023” ha dichiarato Ricciardo.

“Ho tanti bei ricordi del mio periodo qui, ma l'accoglienza ricevuta da Christian, dal dottor Marko e da parte di tutto il team è qualcosa che apprezzo sinceramente. Per me personalmente, la possibilità di contribuire e lavorare nella migliore squadra di F1 è estremamente attraente e mi dà anche un po' di tempo per ricaricarmi e concentrarmi”.

“Non vedo l'ora di essere con la squadra e di dare il mio contributo nel lavoro al simulatore, nelle sessioni di test e nelle attività commerciali”.

A dare il bentornato a Ricciardo nella squadra è stato Christian Horner: “È fantastico poter riportare Daniel nella famiglia Red Bull. Ha un enorme talento e un carattere brillante; so che tutto il team è entusiasta di accoglierlo nuovamente a casa”.

“Nel suo ruolo di collaudatore e terzo pilota, Daniel ci darà la possibilità di diversificare la nostra attività, assistendo lo sviluppo della vettura e aiutando il team con la sua esperienza e la sua conoscenza di ciò che serve per avere successo in F1. Siamo molto contenti di lavorare nuovamente con Daniel e non vediamo l'ora di scoprire tutto ciò che porterà al Team nel 2023".

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Verstappen utilizzerà il numero 1 anche nel 2023
Articolo precedente

F1 | Verstappen utilizzerà il numero 1 anche nel 2023

Articolo successivo

F1 | Ferrari: pronta al diritto di veto su RBR nuovo motorista?

F1 | Ferrari: pronta al diritto di veto su RBR nuovo motorista?