F1 | Piastri: "Oggi primo passo fondamentale per il 2023"

Il pilota australiano ha potuto finalmente debuttare con i colori della McLaren nei test di Abu Dhabi ed ha sottolineato come la giornata di oggi sia stata importantissima per costruire le basi per la stagione 2023.

F1 | Piastri: "Oggi primo passo fondamentale per il 2023"

La giornata di test andata in scena sul tracciato di Yas Marina ha sancito ufficialmente la fine della stagione 2022 di Formula 1, ma ha rappresentato anche un antipasto del 2023 dato che in pista si sono visti alcuni nomi nuovi che saranno attesi al debutto ufficiale il prossimo anno.

Tra i più seguiti c’è stato sicuramente Oscar Piastri. L’australiano, finito al centro di un intrigo estivo quando ha chiuso bruscamente il rapporto con la Alpine per firmare a sorpresa un contratto con la McLaren e prendere così il posto del connazionale Daniel Ricciardo, ha finalmente potuto debuttare con il nuovo team e prendere confidenza con i membri della squadra ed una vettura che quest’anno ha fatto penare non poco i due titolari.

Piastri ha chiuso la giornata con il quattordicesimo crono in 1’26’’340 completando ben 123 giri dopo aver patito qualche problema al mattino a causa di un warning della power unit Mercedes.

A prescindere dal risultato finale, che lascia il tempo che trova in giornate come questa, il campione 2021 della Formula 1 si è mostrato soddisfatto del lavoro svolto e dell’aver finalmente potuto prendere confidenza con la nuova realtà.

Quanta differenza c'è tra le vetture del 2021 e quelle del 2022?
Credo che ci sia una discreta differenza, evidente anche nelle curve a bassa velocità. Il maggior peso si nota, mentre per quanto riguarda la rigidità e alcune altre caratteristiche generali della vettura per certi versi è un po' più simile a una F2”.

Quali sono le emozioni del primo giorno da pilota ufficiale di F1?
“È una bella sensazione, molto diversa da quella dei rookie test dello scorso anno perché sapevo che quello era un giorno dove potevo divertirmi con una F1, mentre quest'anno si è trattato di una tappa fondamentale per il 2023. Ad ogni modo è stato fantastico vivere il mio primo giorno con la McLaren, conoscere tutti i membri della squadra e cercare di migliorare. Un giorno davvero speciale”.

Oscar Piastri, McLaren MCL36

Oscar Piastri, McLaren MCL36

Photo by: Carl Bingham / Motorsport Images

Quanto è stato importante comunicare e iniziare a costruire il rapporto con la squadra?
“Questo è uno degli elementi chiave in giornate come quella di oggi. I tempi sul giro non hanno senso perché non si sa mai cosa fanno gli altri. Oggi dovevo conoscere i miei ingegneri, i miei meccanici, tutti i membri della squadra. Ci sono molti nomi nuovi da imparare, e questa è stata una delle cose più importanti così come la comunicazione con i miei ingegneri. Capire come ricevere i feedback e cosa regolare. Imparare a conoscerci a vicenda”.

Ti senti sentito a tuo agio o hai dovuto cambiare qualcosa?
“Credo che con nessuna macchina si ci possa sentire a proprio agio al 100%. Una delle difficoltà di questo sport è la capacità di adattarsi. Sicuramente è una monoposto diversa dalla F2, dalla F3 e dalla vettura del 2021 che ho guidato in precedenza. L’auto viene costantemente sviluppata, quindi anche nel corso della stagione ci si può adattare”.

Hai svolto un programma diverso da quello di Lando. Hai sbirciato per capire come guida quest'auto?
“Ho potuto dare un'occhiata a come guida la macchina, e ci è riuscito molto bene quest'anno. Ho potuto avere un primo riferimento per capire come la guidi e capire cosa faccia di diverso e cosa di simile. È stato bello avere quel riferimento”.

Oscar Piastri, McLaren MCL36

Oscar Piastri, McLaren MCL36

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Credi di essere già in grado di lavorare correttamente con la squadra per il resto dell'anno?
La prossima settimana sarò in fabbrica per la presentazione ufficiale, e sarà bello conoscere tutti. Ci sono molte persone da incontrare, quindi non vedo l'ora di farlo, dopodiché continuerò a lavorare al simulatore ed a conoscere meglio i miei ingegneri e i miei meccanici. Senza poter guidare in pista saranno queste le cose più importanti su cui concentrarsi”.

Che impressioni hai avuto dal motore Mercedes?
“Mi è sembrato buono. Ci sono alcune differenze rispetto al motore Alpine che ho provato sulla vettura 2021, ma senza poter fare un confronto con altre vetture in pista è un po' difficile. Oggi, tra l’altro, l'obiettivo principale non era quello di valutare a che punto fosse il motore anche perché non si sa mai che tipo di impostazioni del motore stiano usando gli altri, quindi penso sia difficile fare una lettura generale, ma tutto è sembrato positivo”.

Leggi anche:
condividi
commenti
F1 | Test Abu Dhabi: Sainz guida la tripletta Ferrari, 4° Gasly
Articolo precedente

F1 | Test Abu Dhabi: Sainz guida la tripletta Ferrari, 4° Gasly

Articolo successivo

F1 | Gasly carico: "In Alpine è tutto nuovo, ma potremo stupire"

F1 | Gasly carico: "In Alpine è tutto nuovo, ma potremo stupire"