Verstappen: "Mi aspettavo il rigetto della revisione Mercedes"

Il pilota della Red Bull ha preferito non svelare le carte nel secondo turno di libere ed ha risposto in modo netto alla decisione del collegio dei commissari di rigettare la richiesta di revisione della Mercedes.

Verstappen: "Mi aspettavo il rigetto della revisione Mercedes"

Conclusa finalmente la lunga querelle relativa ai fatti del GP di San Paolo, Max Verstappen ha potuto indossare casco e tuta e calarsi nell’abitacolo della sua Red Bull RB16B per iniziare il weekend del GP del Qatar, terz’ultimo appuntamento stagionale.

Su un tracciato inedito per la Formula 1 il leader del campionato ha lasciato il segno al mattino, ottenendo la migliore prestazione in 1’23’’723 con pista ancora sporca, mentre in FP2, con temperature più basse e asfalto più gommato, Max ha preferito non svelare le carte.

Verstappen, così come Hamilton, ha girato con una mappatura di motore più conservativa ed ha preferito accontentarsi del terzo riferimento alle spalle di Valtteri Bottas e di un sempre solido Pierre Gasly con il crono di 1’23’’498.

Il gap pagato dal finlandese è stato di 3 decimi e mezzo, ma il pilota della Red Bull è riuscito a mettersi davanti a Lewis Hamilton nella classifica dei tempi con un vantaggio di appena 72 millesimi.

Al termine della prima giornata di attività, Max ha spiegato di dover lavorare ancora con i suoi tecnici per provare ad estrarre il massimo potenziale dalla sua monoposto non ancora espresso del tutto oggi.

“È la prima volta che giravamo su questo tracciato di sera e dovevamo capire come reagiva la vettura. Ho accusato qualche cambiamento nel passaggio dalle medie alle soft, ed il giro con la mescola più morbida non è stato fantastico. Ad ogni modo oggi è stato il nostro primo giorno su questa pista e ci sono molte cose da comprendere”.

Leggi anche:

Il tracciato del Qatar, almeno al mattino, ha creato qualche grattacapo ai piloti a causa della presenza di sabbia sull’asfalto. Nel pomeriggio è arrivato anche il vento a complicare le cose, ma nonostante questi piccoli inconvenienti Max ha affermato di aver apprezzato il layout del circuito.

“Il vento e la polvere hanno dato un po' di fastidio, anche perché dobbiamo imparare a conoscere il tracciato, ma è stato bello guidare su questo tracciato. Mi piace. In gara sarà difficile restare in scia ad un’altra vettura, ma sul giro secco è molto divertente.”.

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Si può ipotizzare di vedere la Red Bull numero 33 in cima alla classifica dei tempi domani dopo le qualifiche e transitare per prima sotto la bandiera a scacchi domenica al termine della gara? Verstappen predica prudenza…

“È troppo presto, però, per dire se potremo essere in lotta per la pole e per la vittoria. Abbiamo del margine per migliorare”.

Ovviamente l’olandese non si è potuto sottrarre alle domande relative al rigetto della richiesta di revsione presentata dalla Mercedes ed ha risposto in modo secco senza dare spazio ad interpretazioni.

“È un qualcosa che ci aspettavamo”.

condividi
commenti
Podcast | Chinchero: "Il non caso Verstappen crea un precedente"
Articolo precedente

Podcast | Chinchero: "Il non caso Verstappen crea un precedente"

Articolo successivo

Podcast | Bobbi: "Ecco come Mercedes può conquistare la pole"

Podcast | Bobbi: "Ecco come Mercedes può conquistare la pole"
Carica i commenti