Hamilton: "Ho disputato una grandissima gara, ma preferisco non pensare al quinto titolo"

condividi
commenti
Hamilton:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
07 ott 2018, 09:36

Lewis Hamilton ha centrato a Suzuka la vittoria numero 71 in carriera e già ad Austin potrebbe cogliere il quinto alloro iridato. Hamilton ha ringraziato il team per il cambio di passo compiuto dopo la pausa estiva che ha consentito alla Mercedes di superare la Ferrari.

Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, nel parco chiuso
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, spruzza lo Champagne sul podio
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia sul podio con il suo trofeo
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, nel parco chiuso
Il vincitore della gara Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, sul podio
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, festeggia la vittoria
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09, bloccaggio
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09

Settantunesima vittoria in carriera, ottavo successo stagionale, quarto centro a Suzuka ed un vantaggio in classifica piloti di 67 punti su Sebastian Vettel che lo avvicina ormai in maniera quasi definitiva al quinto titolo iridato.

Lewis Hamilton ha vissuto un weekend impeccabile a Suzuka. Il pilota inglese è stato sempre in testa sin dal venerdì, ottenendo il miglior tempo in tutte le sessioni di Libere, per poi firmare al sabato la pole position numero 80.

L’unica macchia in un fine settimana perfetto è stata la mancata conquista del giro più veloce strappato da Sebastian Vettel nei giri conclusivi. 

Leggi anche:

E’ un Lewis Hamilton al massimo della propria forma quello visto in questa seconda metà di stagione ed è stato lo stesso pilota della Mercedes a confermare questa impressione al termine di una corsa letteralmente dominata.

“Diciamo che è un momento spirituale. Delle volte una persona si può sentire assente a livello fisico o mentale, mentre io mi sento equilibrato, presente e mi diverto a guidare la mia vettura più che ogni altra cosa”.    

Con la vittoria odierna, ed il contestuale sesto posto di Vettel, il pilota inglese potrebbe già conquistare il quinto alloro iridato già nel prossimo appuntamento di Austin. Hamilton, però, non vuole pensare al raggiungimento di questo traguardo, ma preferisce affrontare le prossime sfide un passo alla volta.

“Non sto pensando al quinto titolo, sto solo pensando a fare il meglio per le gare che rimangono. Se uno svolge al meglio il proprio lavoro alla fine raggiunge l’obiettivo che si è posto. In nessun momento dell’anno ho pensato al primo titolo. E’ un approccio passo dopo passo che sta funzionando e ci sta dando grandissimi risultati in ogni gara”.

Il pilota della Mercedes ha affermato di aver disputato una corsa eccellente e di aver dovuto lottare contro eventuali cali di distrazione dovuti ad una gara condotta in testa dall’inizio alla fine.

Leggi anche:

“Ho fatto una grandissima gara. Quando si è in prima posizione in solitaria di solito ci si diverte di meno, ma è stata una sfida con me stesso perché gli errori sono sempre in agguato. Ho cercato di mantenere un buon gap su chi mi seguiva. La macchina è andata benissimo, stiamo migliorando gara dopo gara. Guidare su questa pista è meraviglioso”.

Hamilton ha voluto tirare un bilancio della stagione sino ad ora disputata, parlando delle difficoltà patite nella prima parte del campionato e del cambio di passo avvenuto dopo la pausa estiva.

 “Quest’anno abbiamo dovuto lottare sin dall’inizio della stagione. Ad inizio anno non andavamo così bene, mentre nella seconda parte del campionato abbiamo iniziato a lavorare al meglio e si è notato un cambio di performance netto di tutte le componenti, meccaniche ed umane”. 

 
Prossimo articolo Formula 1
Arrivabene: "E' una situazione difficile, ma la squadra ha avuto una reazione d'orgoglio"

Articolo precedente

Arrivabene: "E' una situazione difficile, ma la squadra ha avuto una reazione d'orgoglio"

Articolo successivo

Raikkonen: "La Ferrari molto danneggiata nell'aerodinamica dopo l'urto di Max"

Raikkonen: "La Ferrari molto danneggiata nell'aerodinamica dopo l'urto di Max"
Carica i commenti