Riscatto per Vanthoor e Vervisch nella Main Race di Misano

Il duo del Belgian Audi Club Team WRT ha colto il successo in una gara lineare priva di full course yellow. Subito fuori dalla lotta la Bentley con Soulet spinto fuori da Dries Vanthoor nei primi giri.

Riscatto per Vanthoor e Vervisch nella Main Race di Misano
Polesitters #1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Laurens Vanthoor
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Laurens Vanthoor
#1 Belgian Audi Club Team WRT Audi R8 LMS: Frederic Vervisch, Laurens Vanthoor
#84 HTP Motorsport Mercedes AMG GT3: Maximilian Buhk, Dominik Baumann
#88 AKKA ASP Mercedes AMG GT3: Tristan Vautier, Felix Rosenqvist
Pit action
#5 Phoenix Racing Audi R8 LMS: Nicolaj Moller Madsen, Markus Pommer
#963 X-Bionic Racing Team Lamborghini Huracan GT3: Laurent Jenny, Cédric Leimer
#85 HTP Motorsport Mercedes-AMG GT3: Clemens Schmid, Jazeman Jaafar
#99 Rowe Racing BMW M6 GT3: Philipp Eng, Alexander Sims
#55 AF Corse: Ferrari 458 Italia GT3: Claudio Sdanewitsch, Stéphane Lemeret

Laurens Vanthoor e Frederic Vervisch hanno subito smaltito la delusione per la vittoria sfumata nella Qualifying Race, condizionata da due full course yellow, ed hanno colto il successo in una Main Race finalmente lineare e dominata dall'inizio.

Frederic Vervisch ha preso il comando delle operazioni nelle prime tornate di gara, approfittando dell'uscita di pista di Soulet mandato in testacoda da Dries Vanthoor, successivamente penalizzato con un drive throught, e sopravanzando un Philipp Eng in difficoltà nel mantenere il rivale alle proprie spalle non potendo contare sullo stesso ritmo dell'Audi R8 LMS.

Eng, dopo aver subito il sorpasso di Vervisch, è retrocesso in terza posizione sopravanzato dalla Mercedes di Baumann ed ha dovuto guardare negli specchietti per contenere la rimonta di un ottimo Vautier

Aperta la finestra dei pit stop, Baumann è stato il primo ad entrare in corsia box, imitato il giro successivo da Vervisch. Lo stop non ha influito sulle prime due posizioni, con Laurens Vanthoor che ha mantenuto il comando delle operazioni con un vantaggio di cinque secondi e nove su Maximilian Buhk.

Le prime due posizioni sono rimaste congelate sino alla bandiera a scacchi, con Buhk che ha diminuito progressivamente il distacco sino a giungere a poco più di un secondo di distacco dall'Audi numero 1.

Intensa è stata la batttaglia per la terza posizione con Alexanders Sims e Felix Rosenqvist in lotta nelle fasi finali della gara. Lo svedese ha mostrato un passo decisamente migliore del pilota BMW, ed è riuscito a sopravanzarlo con una manovra dura ma ritenuta corretta dalla direzione gara quando mancavano dodici minuti al termine.

Purtroppo la sfortuna ha colpito la Mercedes AMG dello svedese, costretto al ritiro ad un minuto dal termine. Sims è così riuscito a riconquistare un terzo gradino del podio che sembrava ormai svanito, giungendo con un ritardo di 23 secondi dal vincitore.

Alvaro Parente ha concluso la Main Race in quarta posizione, precedendo Salaquarda e Norbert Siedler, mentre è stato autore di una rimonta incredibile il duo Mercedes composto da Szymkowiak e Bernd Schneider che ha concluso in settima posizione dopo essere scattati trentasettesimi.

La Top Ten si è chiusa con l'Audi R8 LMS di Mies in ottava posizione davanti alla Ferrari 458 di Perez Companc ed alla prima Lamborghini Huracan del duo Zampieri - Niederhauser. Nella classe Pro-AM il successo è andato alla Ferrari numero 11 di Piccini e Broniszewski, mentre in AM hanno trionfato Lemeret e Sdanewitsch. La Silver Cup è andata al duo Audi composto da Pommer e Nicolaj Moller Madsen. 

I PRIMI DIECI CLASSIFICATI

Pos.PilotiTeamGap
1

Laurens Vanthoor

Frederic Vervisch

Audi  
2

Maximilian Buhk

Dominik Baumann

Mercedes 1.626s
3

Alexander Sims

Philipp Eng

BMW 21.748s
4

Alvaro Parente

Rob Bell

McLaren 30.611s
5

Filip Salaquarda

Frank Stippler

Audi 39.485s
6

Norbert Siedler

Marco Seefried

Ferrari 52.368s
7

Bernd Schneider

 Jules Szymkowiak

Mercedes 52.693s
8

Christopher Mies

Enzo Ide

Audi 53.542s
9

Ezequiel Perez Companc

Raffaele Giammaria

Ferrari 55.019s
10

Patric Niederhauser

Daniel Zampieri

Lamborghini 59.721s
condividi
commenti
Vittoria a sorpesa della Bentley di Soucek e Soulet nella Qualifying Race

Articolo precedente

Vittoria a sorpesa della Bentley di Soucek e Soulet nella Qualifying Race

Articolo successivo

Schneider e la Mercedes AMG concludono al top le prime Libere

Schneider e la Mercedes AMG concludono al top le prime Libere
Carica i commenti