Un grande Gabriele Tarquini conquista Gara 2, ma a vincere è la noia!

condividi
commenti
Un grande Gabriele Tarquini conquista Gara 2, ma a vincere è la noia!
Di:
07 apr 2019, 16:22

Il "Cinghiale" festeggia beneficiando dell'errore di Catsburg in una gara da sbadigli terrificanti, con Vernay ed Ehrlacher sul podio davanti a Guerrieri ed Azcona. Punti per Björk e Muller, male le Alfa Romeo, disastrose le Volkswagen.

Gabriele Tarquini vince Gara 2 del FIA WTCR a Marrakech, fra sbadigli e noia che hanno fatto da protagonisti al secondo round andato in scena sulla pista marocchina.

Inutile dire che correre sullo stretto e lento Circuit Moulay El Hassan snatura e uccide la massima categoria turismo, che dovrebbe dare spettacolo tra sportellate e staccate, ma che anche con la griglia invertita si è trasformata in una processione quaresimale priva di emozioni e spettacolo.

Sfruttando al meglio la pole position, Nicky Catsburg era partito bene tenendosi dietro la Hyundai i30 N del "Cinghiale", ma l'olandese ha commesso un errore in frenata alla curva 10 nel corso del 10° giro andando dritto contro le barriere e cedendo la vittoria al Campione in carica.

L'uscita di pista di Catsburg ha causato l'ingresso della Safety Car, che di fatto ha prolungato l'agonia di team, piloti e pubblico. Alla ripartenza Tarquini si è tenuto dietro l'Audi RS 3 LMS di Jean-Karl Vernay, salito sul podio assieme ad Yann Ehrlacher, bravo al via a piazzare la sua Lynk & Co 03 davanti alla Honda Civic Type R di Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport).

In Top5 conclude anche l'ottimo Mikel Azcona (PWR Racing), unica Cupra degna di nota, mentre Thed Björk ed Yvan Muller regalano altri punti preziosi alla Cyan Racing con le loro Lynk & Co 03 terminando sesto e settimo.    

Leggi anche:

Tiago Monteiro è invece ottavo con la sua Honda Civic Type R dopo che il portoghese della KCMG aveva perso una posizione al via, con l'Audi RS 3 LMS di Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing) e la Honda Civic Type R di Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) a completare la Top10.

A punti vanno anche le altre Hyundai i30 N della BRC con sopra Augusto Farfus e Norbert Michelisz, rispettivamente undicesimo e dodicesimo davanti alla Lynk & Co 03 di Andy Priaulx (Cyan Racing), alla Cupra di Tom Coronel (Comtoyou Racing) e a Gordon Shedden (Leopard Team WRT), la cui Audi RS 3 era stata retrocessa sulla griglia di partenza di cinque posizioni per non aver rispettato le bandiere gialle in Qualifica.

Gara da dimenticare per le Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris: Ma Qing Hua era dodicesimo quando al giro 14 ha alzato bandiera bianca per una foratura all'anteriore destra, mentre Kevin Ceccon chiude 19°.

Disastrose le Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing, con Rob Huff, Benjamin Leuchter e Johan Kristoffersson tutti fuori dai punti, e Mehdi Bennani ritirato al primo giro.

Articolo successivo
Vervisch sorprende tutti a Marrakech e porta l'Audi in pole position per Gara 3

Articolo precedente

Vervisch sorprende tutti a Marrakech e porta l'Audi in pole position per Gara 3

Articolo successivo

Thed Björk regala la prima vittoria alla Lynk & Co in Gara 3 a Marrakech

Thed Björk regala la prima vittoria alla Lynk & Co in Gara 3 a Marrakech
Carica i commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie