WTCR: Girolami è un missile, Pole del Nurburgring a Honda-JAS

L'argentino è irresistibile sul Nordschleife precedendo l'ottimo Vernay con la Hyundai, Guerrieri ed Engstler. Urrutia in Top5 con la Lynk & Co. Bene Tarquini sesto, Muller-Ehrlacher in prima fila per Gara 1, indietro le Audi, malissimo le Cupra.

WTCR: Girolami è un missile, Pole del Nurburgring a Honda-JAS

Néstor Girolami si prende la Pole Position per Gara 2 del FIA WTCR con un giro incredibile sul Nürburgring Nordschleife.

In una Qualifica tiratissima lungo i 25,378km dell'Inferno Verde, il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport è stato autore di una prestazione maiuscola a bordo della Honda Civic Type R costruita dalla JAS Motorsport, fermando il cronometro sull'8'54"791 che gli vale la partenza al palo per il secondo round di domani mattina.

L'argentino ha sfruttato al meglio una situazione resa insidiosa dalle condizioni meteo, che con un cielo plumbeo ha più volte fatto pensare al tipico acquazzone da monti Eifel, ma che ha portato solo qualche gocciolina nel settore 4 senza dare più di tanto fastidio.

Girolami, che già nel 2020 aveva centrato il primato, se l'è dovuta vedere con un grande Jean-Karl Vernay, al debutto con la nuovissima Hyundai Elantra N. Il francese del Team Engstler, che non aveva girato nelle Libere 1 per qualche problemino, si è fermato a soli 0"780 dal rivale, tenendosi dietro la seconda Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport del velocissimo Esteban Guerrieri.

La seconda fila viene completata dal compagno di Vernay, l'idolo locale Luca Engstler, a lungo in battaglia per il primato con numerosi rischi presi che alla fine lo vedono fermarsi ad 1"5 dalla vetta.

In Top5 c'è anche Santiago Urrutia, il migliore dei piloti Lynk & Co, a bordo della 03 messa a punto dalla Cyan Performance e davanti alla Hyundai di Gabriele Tarquini (BRC), notoriamente poco amante del Nordschleife, ma comunque positivo.

Un bel miglioramento nel finale porta Tiago Monteiro in settima posizione con la Honda della ALL-INKL.DE Münnich Motorsport, a conferma dell'ottimo stato di forma delle Civic su questa pista, mentre l'unico che non brilla è il suo collega Attila Tassi, partito bene, ma poi autore di diversi errori strada facendo che lo relegano al 13° posto.

Ottava prestazione per Norbert Michelisz con la seconda Hyundai della BRC, mentre la prima fila della griglia invertita di Gara 1 sarà delle Lynk & Co della Cyan Racing affidate ad Yvan Muller e al Campione in carica, Yann Ehrlacher, rispettivamente 10° e 9° ad oltre 3" dalla vetta.

Male le nuove Audi, dato che la prima RS 3 LMS di seconda generazione è solamente 11a con Tom Coronel (Comtoyou DHL), davanti al compagno Nathanaël Berthon, Tassi e Gilles Magnus (Comtoyou RACB), con Thed Björk mestamente 15° sulla seconda Lynk & Co di Cyan Performance e Frédéric Vervisch al suo fianco in ottava fila con l'ultima Audi-Comtoyou.

Alle spalle del belga c'è l'esordiente Andreas Bäckman, schierato dalla Target Competition come privato a bordo della Hyundai Elantra N. Sua sorella Jessica è 20a e fra loco ci sono le due Cupra Leon Competición griffate Zengő Motorsport e affidate a Rob Huff e Mikel Azcona. Se l'inglese non è stato certamente competitivo, lo spagnolo ha da recriminare per la rottura dello splitter già al primo giro, passando gran parte del tempo nell'attesa della sua sistemazione con fascette che però non hanno retto quando è tornato in azione nel finale.

Completano la classifica le altre due Cupra guidate da Bence Boldizs e Jordi Gené (Zengő Motorsport Drivers’ Academy).

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 29 Argentina Néstor Girolami
Honda 3 8'54.791 170.834 10
2 69 France Jean-Karl Vernay
Hyundai 3 8'55.571 0.780 0.780 170.585 8
3 86 Argentina Esteban Guerrieri
Honda 3 8'55.734 0.943 0.163 170.533 6
4 8 Germany Luca Engstler
Hyundai 3 8'56.364 1.573 0.630 170.333 4
5 12 Uruguay Santiago Urrutia
Lynk & Co 3 8'57.302 2.511 0.938 170.036 2
6 3 Italy Gabriele Tarquini
Hyundai 3 8'57.458 2.667 0.156 169.986
7 18 Portugal Tiago Monteiro
Honda 3 8'57.780 2.989 0.322 169.885
8 5 Hungary Norbert Michelisz
Hyundai 3 8'57.981 3.190 0.201 169.821
9 68 France Yann Ehrlacher
Lynk & Co 3 8'58.032 3.241 0.051 169.805
10 100 France Yvan Muller
Lynk & Co 3 8'58.398 3.607 0.366 169.690
11 32 Netherlands Tom Coronel
Audi 3 8'58.400 3.609 0.002 169.689
12 17 France Nathanaël Berthon
Audi 3 8'58.502 3.711 0.102 169.657
13 9 Hungary Attila Tassi
Honda 3 8'59.285 4.494 0.783 169.410
14 16 Belgium Gilles Magnus
Audi 3 8'59.837 5.046 0.552 169.237
15 11 Sweden Thed Björk
Lynk & Co 3 9'00.170 5.379 0.333 169.133
16 22 Belgium Frédéric Vervisch
Audi 3 9'03.405 8.614 3.235 168.126
17 19 Sweden Andreas Bäckman
Hyundai 4 9'04.204 9.413 0.799 167.879
18 79 United Kingdom Robert Peter Huff
CUPRA 2 9'04.317 9.526 0.113 167.844
19 96 Spain Mikel Azcona
CUPRA 2 9'06.381 11.590 2.064 167.210
20 26 Jessica Bäckman
Hyundai 3 9'10.391 15.600 4.010 165.992
21 55 Bence Boldizs
CUPRA 3 9'10.494 15.703 0.103 165.961
22 28 Spain Jordi Gene
CUPRA 2 9'14.226 19.435 3.732 164.843
condividi
commenti
WTCR: ecco la livrea della Hyundai-BRC di Tarquini e Michelisz

Articolo precedente

WTCR: ecco la livrea della Hyundai-BRC di Tarquini e Michelisz

Articolo successivo

WTCR: Monteiro vince Gara 1 al Nurburgring beffando Muller

WTCR: Monteiro vince Gara 1 al Nurburgring beffando Muller
Carica i commenti