WTCR: Bjork-Urrutia firmano la doppietta Lynk & Co in Gara 3

Il duo della Cyan Performance ha vita facile, Tarquini rimonta fino al terzo posto battendo le Audi di Berthon e Magnus, mentre Vernay piazza l'Alfa sesta. Guai per Ehrlacher-Muller, Top10 per il sofferente Guerrieri. Engstler butta fuori Girolami.

WTCR: Bjork-Urrutia firmano la doppietta Lynk & Co in Gara 3

Thed Björk e Santiago Urrutia hanno regalato la doppietta alla Lynk & Co in Gara 3 del FIA WTCR al MotorLand Aragón dominando fin dal primo giro.

La coppia della Cyan Performance ci ha messo veramente poco a sbarazzarsi del poleman Gilles Magnus, che allo spegnimento dei semafori si è visto infilare all'interno dallo svedese, mentre l'uruguagio ha provato ad affiancarlo all'esterno, ma dovendosi accodare, mentre Nathanaël Berthon ha chiuso la porta a Jean-Karl Vernay nella lotta per il quarto posto, e Gabriele Tarquini ha dovuto scartare il suo compagno Norbert Michelisz, incappato in un problema ad una valvola della gomma anteriore sinistra che è andata ad afflosciarsi.

Nemmeno il tempo di completare la tornata iniziale che la Safety Car è stata mandata in pista in seguito all'incidente che ha visto Luca Engstler azzardare un sorpasso improbabile su Néstor Girolami alla frenatona della curva 16. A gomme ancora fredde, il tedesco dell'Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team ha perso il controllo della sua i30 N piombando addosso all'incolpevole pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, ritrovatosi con l'anteriore sinistra della propria Honda Civic Type R piegata.

Alla ripartenza del giro 4, Björk è stato perfetto scappando subito via, mentre Tarquini ha dato inizio alla grande rimonta dall'ottavo posto in griglia risalendo già quinto, mettendo la Hyundai della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse davanti l'Alfa Romeo Giulietta Veloce di Vernay con un'azione di forza nelle curve 7-8.

Urrutia ha pazientato alle spalle di Magnus, per poi scavalcarlo al giro 7 e mettendosi all'inseguimento del compagno di squadra Björk.

Meno felici, invece, i loro colleghi Yvan Muller ed Yann Ehrlacher, le cui Lynk & Co griffate Cyan Racing hanno perso potenza per problemi tecnici facendoli scivolare indietro in classifica.

Un Tarquini incontenibile ha fatto fuori anche l'Audi RS 3 LMS di Berthon, ma poi ha dovuto sudare parecchio per avere la meglio anche di quella di Magnus, che ha usato anche troppo i track limits per difendersi. Dopo lo scempio visto ieri in qualifica - dove il portacolori del RACB National Team-Comtoyou Racing era stato assurdamente graziato, mentre altri vedevano cancellare i rispettivi crono - è apparso ancora una volta inspiegabile il fatto che i commissari abbiano dato solo un avvertimento al belga.

Tarquini (dopo aver 'tuonato' via radio per le scorrettezze del rivale) gli si è fatto sotto sul lungo rettilineo che porta alla curva 16 andando a prendersi un podio meritatissimo.

Berthon ha poi avuto il via libera dal compagno Magnus al penultimo passaggio per andare ad afferrare il quarto posto che significa vittoria nel WTCR Trophy.

Vernay conclude sesto dopo aver tenuto a bada la Cupra Leon Competición di Mikel Azcona (Zengő Motorsport), con Josh Files che è autore di una bella risalita dal 17° all'8° posto al volante della seconda Hyundai dell'Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, seguito dall'Audi di Tom Coronel (Comtoyou DHL Team).

A completare la Top10 ci pensa Esteban Guerrieri, il migliore delle sofferenti Honda Civic Type R gravate dei 60kg di zavorra imposti dal regolamento. Il ragazzo della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport approfitta nel finale dei guai occorsi ad Ehrlacher per precederlo nella classifica finale e guadagnare qualcosina nella rincorsa al Mondiale.

Fra loro si piazza l'Audi di Nicolas Baert (Comtoyou Racing), che però essendo wildcard non prende punti per il campionato. Questi invece vanno alle altre due Cupra della Zengő Motorsport con sopra Gabor Kismarty-Lechner e Bence Boldizs, divise da Muller.

Un punto lo prende pure Michelisz, che dopo un paio di giri è tornato in pista con la seconda Hyundai-BRC.

Fuori per problemi tecnici le due Honda della ALL-INKL.DE Münnich Motorsport condotte da Attila Tassi e Tiago Monteiro, e la Renault Mégane R.S. di Aurélien Comte (Vuković Motorsport).

In classifica di campionato ora abbiamo Ehrlacher a quota 188 punti, seguito a -26 da Guerrieri e con il duo Vernay-Muller appaiato al terzo posto a -42. Essendoci ancora 85 punti in palio nelle ultime tre gare di Alcaniz, possiamo considerare ancora in lizza matematicamente Magnus, Azcona, Urrutia, Berthon, Girolami, Björk e Coronel, ma nessun pilota Hyundai, il che significa abdicare per il Campione in carica Michelisz e soprattutto prima volta in due anni di WTCR che il titolo non va ad una i30 N TCR.

Tutto aperto anche nella graduatoria dei team, con la Cyan Racing Lynk & Co a 334, seguita a -55 dalla ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

Nel WTCR Trophy c'è Vernay primo a 93 punti, ma Magnus (-15), Berthon (-16) e Coronel (-20) sono in agguato.

 

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari Ritirato Punti
1 11 Sweden Thed Björk
Lynk & Co 14 30'41.713 150.6 25
2 12 Uruguay Santiago Urrutia
Lynk & Co 14 30'42.278 0.565 0.565 150.0 20
3 30 Italy Gabriele Tarquini
Hyundai 14 30'48.496 6.783 6.218 150.3 16
4 17 France Nathanaël Berthon
Audi 14 30'49.953 8.240 1.457 150.1 13
5 16 Belgium Gilles Magnus
Audi 14 30'50.852 9.139 0.899 150.0 11
6 69 France Jean-Karl Vernay
Alfa Romeo 14 30'51.872 10.159 1.020 149.5 10
7 96 Spain Mikel Azcona
CUPRA 14 30'52.464 10.751 0.592 149.6 9
8 40 Josh Files
Hyundai 14 30'58.481 16.768 6.017 149.1 8
9 31 Netherlands Tom Coronel
Audi 14 30'59.067 17.354 0.586 149.1 7
10 86 Argentina Esteban Guerrieri
Honda 14 31'05.520 23.807 6.453 149.0 6
11 15 Nicolas Baert
Audi 14 31'15.140 33.427 9.620 148.6 5
12 68 France Yann Ehrlacher
Lynk & Co 14 31'15.259 33.546 0.119 149.7 4
13 99 Gabor Kismarty-Lechner
CUPRA 14 31'22.425 40.712 7.166 148.0 3
14 100 France Yvan Muller
Lynk & Co 14 31'40.777 59.064 18.352 149.2 2
15 55 Bence Boldizs
CUPRA 14 32'18.184 1'36.471 37.407 150.3 1
16 1 Hungary Norbert Michelisz
Hyundai 12 32'01.015 2 Laps 2 Laps 150.5
dnf 9 Hungary Attila Tassi
Honda 6 13'39.492 8 Laps 6 Laps 149.2 Ritirato
dnf 34 France Aurélien Comte
Renault 5 11'33.469 9 Laps 1 Lap 147.9 Ritirato
dnf 8 Germany Luca Engstler
Hyundai 1 2'35.906 13 Laps 4 Laps Ritirato
dnf 29 Argentina Néstor Girolami
Honda 0 Ritirato
dnf 18 Portugal Tiago Monteiro
Honda 0 Ritirato
condividi
commenti
WTCR: Azcona regala la prima vittoria alla Cupra in Gara 2
Articolo precedente

WTCR: Azcona regala la prima vittoria alla Cupra in Gara 2

Articolo successivo

Alfa Romeo, dallo 'sgarbo' al trionfo: "Ecco il nostro valore!"

Alfa Romeo, dallo 'sgarbo' al trionfo: "Ecco il nostro valore!"
Carica i commenti