Rob Huff si porta a casa la pole position di Gara 1 a Zandvoort

condividi
commenti
Rob Huff si porta a casa la pole position di Gara 1 a Zandvoort
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
20 mag 2018, 07:31

In Olanda il pilota della SLR precede la Honda di Ehrlacher e le Audi di Shedden e Vernay. Hyundai in seria difficoltà con il BoP, Michelisz 14°, Tarquini 24°. Alfa Romeo 16a con Morbidelli, bene Comte con la Peugeot in Top10.

Gordon Shedden, Audi Sport Leopard Lukoil Team Audi RS 3 LMS
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR, Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Gordon Shedden, Audi Sport Leopard Lukoil Team Audi RS 3 LMS
Rob Huff, Sébastien Loeb Racing Volkswagen Golf GTI TCR
Bernhard van Oranje, Bas Koeten Racing Audi RS3 LMS
Tom Coronel, Boutsen Ginion Racing Honda Civic Type R TCR
Gianni Morbidelli, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Mato Homola, DG Sport Competition Peugeot 308TCR
Norbert Nagy, Zengo Motorsport Cupra TCR
Aurélien Panis, Comtoyou Racing Audi RS 3 LMS
Thed Björk, YMR Hyundai i30 N TCR

Rob Huff ha conquistato la pole position per Gara 1 del WTCR sulla pista di Zandvoort, dove a dettare legge per la prima volta in stagione non sono state le Hyundai, gravate di un Balance of Performance che le ha spedite nelle retrovie.

Il pilota della Sébastien Loeb Racing ha fermato il cronometro sull'1'43"945 al volante della propria Volkswagen Golf GTI TCR, precedendo per 0"113 la Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport di Yann Ehrlacher.

In scia al francese abbiamo le Audi RS 3 LMS TCR del Leopard Lukoil Team condotte da Gordon Shedden e Jean-Karl Vernay, mentre un ottimo Benjamin Lessennes si piazza in Top5 con la Honda della Boutsen Ginion Racing.

A conferma dello stato di forma che le Audi hanno sulla pista olandese c'è il sesto crono ottenuto da Nathanaël Berthon (Comtoyou Racing), il quale si è messo alle spalle la Peugeot 308 TCR di Aurélien Comte, con il francese della DG Sport Compétition che ottiene la miglior prestazione stagionale in qualifica per l'auto del Leone.

In Top10 abbiamo anche le Honda dell'idolo locale Tom Coronel (Boutsen Ginion Racing) ed Esteban Guerrieri (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport), rispettivamente ottavo e decimo, divise dall'Audi di Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing).

Venendo alle Hyundai, è evidente che le nuove zavorre imposte dal Dipartimento Tecnico del TCR abbiano creato non pochi problemi alle i30 N TCR. La migliore delle macchine coreane è solo 14a grazie a Norbert Michelisz, ma il ragazzo del BRC Racing Team accusa 0"845 dalla vetta. Peggio è andata al suo compagno di squadra Gabriele Tarquini, addirittura 24° con dietro solo le due wildcard dell'evento, Michael Verhagen e il Principe Bernhard Van Oranje-Nassau (entrambi sulle Audi della Bas Koeten Racing), e la Cupra TCR di Zsolt Szabo, che per altro è andato a sbattere nel corso della sessione provocando una momentanea interruzione con bandiera rossa.

Malissimo anche i piloti della Yvan Muller Racing: Thed Björk 19°, il leader del campionato Yvan Muller si ritrova 21° e fra loro abbiamo la Alfa Romeo Giulietta TCR di Fabrizio Giovanardi. In casa Team Mulsanne/Romeo Ferraris c'è invece un buon 16° posto per Gianni Morbidelli, che ieri non aveva avuto l'occasione di girare molto a causa di un problema al servosterzo.

Non benissimo le Cupra TCR, se consideriamo che la prima vettura spagnola è 17a con Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing), seguita dal compagno di squadra John Filippi.

Rob Huff: “Ringrazio moltissimo la Sébastien Loeb Racing e Volkswagen. L'auto era veramente fantastica e ha migliorato parecchio da ieri. Penso si adatti bene a questo circuito. Sono riuscito a fare due buoni giri e ce lo siamo meritato perché i ragazzi hanno lavorato duramente per ripararla dopo l'incidente del Nürburgring. Oggi pomeriggio spero di riuscire a scappare via senza dovermi guardare le spalle, ci servono punti, ma so che non sarà semplice, anche perché è un tracciato tortuoso. Spero sia un bello spettacolo per la tanta gente presente".

Yann Ehrlacher: “Sono molto felice di essere la prima Honda, ma ho perso la pole per un decimo e un po' mi scoccia. Continueremo a lavorare anche domani per questo, siamo molto vicini. Ho fatto un buon giro, con Rob e Gordon è stata una dura battaglia e al momento ho finito le energie. In gara combatteremo ancora e non vedo l'ora di cominciarla. Ho cercato di fare bene in tutti i settori, ma stiamo parlando di mezzo decimo che possiamo avere in più, quindi bisogna che faccia pulizia in testa, lavori bene sulla macchina e solo così potrò migliorare".

Gordon Shedden: “Una settimana fa eravamo indietrissimo, oggi sono terzo che è la mia miglior posizione in qualifica. Vuol dire che abbiamo lavorato bene e i cambiamenti ci daranno ora la possibilità di lottare con gli altri. Il secondo run nella sessione non è andato benissimo, ma comunque sono terzo e vicino agli altri. Ho visto il tempo sul cruscotto e ho capito subito che era buono, purtroppo non abbastanza per la pole, ma comunque veloce e di questo sono contento".

FIA WTCR - Zandvoort: Prima Qualifica

 

Prossimo articolo WTCR