WSBK
31 lug
Evento concluso
31 lug
Canceled
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
Prossimo evento tra
15 giorni
G
Barcelona
18 set
Prossimo evento tra
36 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
Prossimo evento tra
50 giorni
G
Villicum
09 ott
Prossimo evento tra
57 giorni
G
Misano
06 nov
Prossimo evento tra
85 giorni

SBK 2020: ecco gli orari tv di Sky e TV8 di Phillip Island

condividi
commenti
SBK 2020: ecco gli orari tv di Sky e TV8 di Phillip Island
Di:
26 feb 2020, 10:54

L’attesa è finita e la Superbike torna in pista per il primo round della stagione. Si riparte da Phillip Island, con tante novità e conferme. Di seguito gli orari tv per seguire il weekend di gara.

Tutto è pronto, i test invernali si sono conclusi ed il Mondiale Superbike sta per scendere in pista per inaugurare una nuova stagione. Si riparte da Phillip Island, teatro come di consueto del round d’apertura del campionato. Sul tracciato australiano vedremo numerose conferme, ma anche tante novità, per un 2020 che si preannuncia avvincente.

L’uomo da battere sarà ancora una volta Jonathan Rea, che arriva al primo round della stagione da Campione in carica e dominatore dell’ultima giornata di test svolta proprio a Phillip Island. Il pilota Kawasaki ha dimostrato durante l’inverno di avere le carte in regola per potersi confermare al top e cerca di iniziare il campionato con una vittoria. Il primo gradino del podio sul tracciato australiano manca infatti dal 2017 ed il britannico proverà ad interrompere questa striscia di digiuni. Debutterà invece in sella alla ZX-10RR Alex Lowes: il connazionale di Rea disputerà il suo primo weekend di gara da pilota Kawasaki e proverà ad essere il più competitivo possibile per avvicinarsi alle posizioni di testa, dopo un inverno trascorso ad adattarsi alla nuova moto.

Leggi anche:

Una delle novità più attese del 2020 è rappresentata da Scott Redding, che esordirà in Superbike in sella alla Panigale V4 R del team Aruba Ducati. Il Campione in carica BSB torna sulla scena mondiale dopo un anno trascorso nel campionato inglese e lo fa con uno dei team di punta della categoria. Durante i test invernali ha mostrato un adattamento piuttosto rapido alla quattro cilindri di Borgo Panigale e proverà ad iniziare la stagione con un grande risultato. A Phillip Island ha già corso con il motomondiale, con ottime prestazioni che lo portano a pensare di poter affrontare l’inizio di questa nuova sfida con il piede giusto. Ducati arriva sulla pista australiana forte dei successi degli anni passati: vince infatti ininterrottamente dal 2018 e vorrà continuare a dominare anche quest’anno. Chaz Davies è uno dei piloti chiamati ad ottenere questo risultato. Dopo un anno di esperienza con la Panigale V4R, il gallese dovrà dimostrare di poter essere ancora competitivo, per invertire la rotta di un 2019 non brillante e condizionato da un infortunio ed un adattamento difficile alla nuova quattro cilindri.

Leggi anche:

Una grande dimostrazione di forza dovrà essere data anche da Yamaha. Nell’ultima fase del 2019 ha dato filo da torcere alle più favorite Kawasaki e Ducati, confermando la grande crescita anche nei test invernali. In particolare Toprak Razgatlioglu, nuovo arrivato alla Casa di Iwata, ha dettato il passo in più di un’occasione, mostrandosi subito a suo agio in sella alla YZF-R1 del team ufficiale. Accanto a lui troveremo il confermato Michael van der Mark, rimasto all’ombra del nuovo compagno di squadra durante i test, ma non da sottovalutare in gara.

La crescita di Yamaha è mostrata anche da un Loris Baz che si presenta alla stagione 2020 con le carte in regola per poter combattere nelle posizioni di testa. Il francese è spesso stato il primo dei piloti indipendenti durante i test e vorrà iniziare la stagione al meglio in sella alla R1 del team Ten Kate, che quest’anno disputerà il campionato dalla prima gara.

Leggi anche:

C’è grande attesa anche nei confronti di Honda. Il team giapponese conta quest’anno sul supporto di HRC, con un progetto totalmente rinnovato ed una line-up d’eccezione. A scendere in pista con la CBR1000RR-R saranno infatti Alvaro Bautista e Leon Haslam, due piloti di esperienza che cercheranno di avvicinarsi il prima possibile alle prime posizioni. Lo spagnolo a Phillip Island aveva esordito lo scorso anno con la Superike, vincendo tutte le gare disputate ed iniziando la sua avventura nelle derivate di serie con un dominio incontrastato. Sarà più difficile ripetersi quest’anno, viste anche le difficoltà incontrate durante i test, mentre il suo compagno di squadra si è mostrato più rapido ed efficace nei test, rientrando spesso in top 10.

Leggi anche:

Si cercano risposte anche da BMW, che si affida al confermato Tom Sykes e sul nuovo arrivato Eugene Laverty. I grandi progressi del 2019 sembrano essere andati avanti anche durante l’inverno ed il fine settimana di gara sarà una conferma. Molte aspettative vengono riposte anche su team indipendenti, che vantano la presenza di piloti d’eccezione. Leon Camier è passato al team Barni e guiderà la Panigale V4R, rientrando in gara a tempo pieno dopo l’operazione alla spalla che lo ha fermato nei test invernali. Al suo posto abbiamo visto girare Sandro Cortese, che però esordirà con la Kawasaki del team Pedercini. Pilota e squadra si sono aggiunti in corsa alla griglia di partenza, dopo un inverno burrascoso trascorso dal team, che ha dovuto combattere contro problemi di sponsor.

Il round di Phillip Island avrà una programmazione particolare per via del fuso orario. Verrà trasmesso in diretta su Sky Sport MotoGP HD e si inizierà il sabato, con il commento di Superpole e gare. Si potrà seguire il fine settimana di gara anche su TV8, con orari in differita ancora da confermare.

Palinsesto SKY Sport MotoGP HD

Sabato 29 febbraio
2:15-2:40 – Superpole SBK
2:55-3:20 – Superpole SSP
5:00 – Gara 1 SBK

Domenica 1 marzo
2:00 – Superpole Race
3:15 – Gara Supersport
5:00 Gara 2 SBK

Palinsesto TV8 (da confermare)

Sabato 29 febbraio
14:00 – Gara 1 SBK (differita)

Domenica 1 marzo
4:05 – Superpole Race (differita)
5:00 Gara 2 SBK (diretta)

Fotogallery SBK: i due giorni di test a Phillip Island

Articolo precedente

Fotogallery SBK: i due giorni di test a Phillip Island

Articolo successivo

SBK, Phillip Island, Libere 1-2: Redding si impone con la Ducati

SBK, Phillip Island, Libere 1-2: Redding si impone con la Ducati
Carica i commenti