Ecco le scelte Pirelli per Aragon con tre soluzioni di sviluppo

Pirelli presenta le soluzioni che porta in pista a Motorland Aragon per il quarto round della stagione. Il tracciato impegnativo e le alte temperature fanno optare per ben tre soluzioni di sviluppo in totale.

Ecco le scelte Pirelli per Aragon con tre soluzioni di sviluppo

Il round di Aragon del Mondiale Superbike vedrà impegnati in pista non solo quadre e piloti, ma anche Pirelli. Il fornitore di pneumatici nelle derivate di serie ha svelato quali saranno le gomme prescelte per il quarto fine settimana della stagione, che si svolgerà su un tracciato impegnativo dal punto di vista tecnico, oltre a dover fronteggiare le alte temperature.

Il circuito Motorland Aragon presenta un layout che mette a dura prova piloti, moto e gomme: si parte con la brusca frenata della Curva 1 per poi passare ai cambi di direzione che immettono nel secondo settore, più lento e guidato. Ciò che maggiormente salta all’occhio della configurazione di questa pista è il rettilineo opposto a quello principale, in cui si sono visti in passato sorpassi avvenuti grazie ad enormi giochi di scia e picchi di velocità. Il tracciato è caratterizzato anche da diversi cambiamenti di elevazione e di frequente si può trovare della sabbia sull’asfalto proveniente dal deserto che circonda l’impianto.

Per far fronte ad un tracciato impegnativo in cui farà molto caldo, Pirelli porterà un misto di gomme standard e di sviluppo ed i piloti disporranno così di tre soluzioni all’anteriore, due standard ed una di sviluppo, e quattro al posteriore, due standard e due di sviluppo. Per quanto riguarda le gomme anteriori, il fornitore di pneumatici ha optato per le standard SC1 e SC2. La prima è già stata portata in pista a Portimao, mentre la seconda rappresenta l’evoluzione della gomma di sviluppo dello scorso anno. La soluzione SC2 X1118 è quella di sviluppo di questo weekend, si tratta di un composto medio più stabile rispetto alla soluzione SC2 e risulta più adatta ai piloti con uno stile di guida più aggressivo.

Per quanto riguarda il posteriore invece, le due soluzioni standard sono la SCX e la SC0. La prima si utilizza in qualifica per prepararsi ai giri che poi risultano chiave per ottenere il miglior crono sulla griglia di partenza. Può essere sfruttata anche in Superpole Race e nelle due gare lunghe. La seconda invece è un composto più morbido. Le due soluzioni di sviluppo sono invece la SCO Y0446 e la SC1 Y0966: nel primo caso si tratta di una soluzione più morbida che può essere considerata ideale in caso di temperature elevate. Nel secondo caso invece il composto è più morbido rispetto alla SC1 standard e si può usare con pista sporca. Come di consueto inoltre, i piloti disporranno di una gomma per la Superpole.

condividi
commenti
Redding: “I miglioramenti dei test mi possono aiutare in gara”
Articolo precedente

Redding: “I miglioramenti dei test mi possono aiutare in gara”

Articolo successivo

SBK, Aragon, Libere 1: Davies guida la doppietta Ducati

SBK, Aragon, Libere 1: Davies guida la doppietta Ducati
Carica i commenti