Una foratura beffa Tanak e la DMack: in Polonia vince Mikkelsen!

Il pilota della Volkswagen ha approfittato della disavventura dell'Estone, che stava per riportare alla vittoria la Ford dopo quasi 4 anni. Ora il norvegese è secondo nel Mondiale, ma Ogier ha 51 punti di margine anche se chiude sesto.

Una foratura beffa Tanak e la DMack: in Polonia vince Mikkelsen!
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Andreas Mikkelsen, Anders Jäger, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Ott Tanak, DMACK World Rally Team
Ott Tanak, Raigo Molder, DMACK World Rally Team
Ott Tanak, Raigo Molder, DMACK World Rally Team
Hayden Paddon, John Kennard, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Hayden Paddon, John Kennard, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Thierry Neuville, Nicolas Gilsoul, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Jari-Matti Latvala, Miikka Anttila, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport
Sébastien Ogier, Julien Ingrassia, Volkswagen Polo WRC, Volkswagen Motorsport

La maledizione della Ford è proseguita anche in Polonia. La vittoria nel Mondiale Rally, che manca alla Casa statunitense dal 2012, questa volta sembrava davvero vicina grazie al grande lavoro svolto da Ott Tanak e dalla DMack, a loro volta vicinissimi al primo trionfo iridato, ma poi la sfortuna ci ha messo lo zampino sul più bello.

L'estone, forte di otto vittorie di speciale nel weekend, è entrato nella penultima prova con oltre 18" di margine sugli inseguitori, ma la foratura della gomma anteriore destra gli è costata oltre 40". A ringraziare è stato Andreas Mikkelsen, che si è trovato servita su un piatto d'argento la seconda vittoria nel Mondiale dopo quella dello scorso anno in Spagna e la prima stagionale.

Il pilota norvegese ha quindi riportato alla Volkswagen un successo che mancava da tre gare, chiudendo con un margine di 26"2 sulla Fiesta RS WRC di Tanak. Un risultato importante per lui, che si riporta al secondo posto nel Mondiale, anche se molto lontano dalla Polo R WRC di Sebastien Ogier.

In questo fine settimana il francese ha pagato a carissimo prezzo la sua posizione di partenza davanti a tutti e alla fine ha chiuso solamente sesto, togliendosi comunque la soddisfazione di vincere la Power Stage sono una pioggia molto violenta e portandosi a casa i 3 punti extra. Il campione in carica sale quindi a quota 143, con Mikkelsen che invece è a 92, quindi staccato ancora 51 lunghezze.

Tornando a scorrere la classifica, sul gradino più basso del podio c'è la Hyundai i20 WRC di Hayden Paddon, che quindi è riuscito a riscattare le due battute d'arresto arrivate dopo la bella vittoria dell'Argentina. Nel finale il neozelandese è andato davvero vicino a soffiare addirittura la piazza d'onore a Tanak, fermandosi ad un paio di secondi dall'estone.

Ai piedi del podio c'è Thierry Neuville, che ha pagato una partenza un po' ad handicap nel giro di mattutino di venerdì, quando aveva avuto qualche difficoltà a livello di note di set-up della sua i20 WRC. Nella seconda parte della corsa però ha rimontato parecchio e alla fine ha mancato il podio di solo 0"8, conquistando anche un punticino nella Power Stage, chiusa al terzo posto dietro alla Volkswagen di Jari-Matti Latvala, che invece lo segue nella generale, con un quinto posto senza infamia e senza lode.

Detto del sesto posto di Ogier, alle sue spalle Craig Breen ha tenuto alto l'onore dell'Abu Dhabi World Rally Team al volante della sua Citroen DS3 WRC, dopo che il compagno Stephane Lefebvre è andato a sbattere nella PS19, danneggiando una sospensione e finendo così fuori dalla zona punti. Un peccato, perché il francese si era reso protagonista di una prova piuttosto regolare.

Disastrosa la gara dei due piloti della M-Sport: Mads Ostberg ed Eric Camilli hanno chiuso in ottava e nona posizione, ma staccatissimi dai primi, con il francese che nella penultima prova ha commesso un errore che ha permesso al compagno di soffiargli la posizione. Dopo i problemi patiti da Dani Sordo nella PS20, a completare la top ten c'è poi Teemu Suninen, vincitore della WRC2 su una Skoda Fabia R5. Fuori dai punti per una manciata di secondi invece Lorenzo Bertelli.

Pos.PilotaVetturaTempo/gap
1 Andreas Mikkelsen Volkswagen Polo R WRC 2.37'34"4
2 Ott Tanak Ford Fiesta RS WRC +26"2
3 Hayden Paddon Hyundai i20 WRC N.G. +28"5
4 Thierry Neuville Hyundai i20 WRC N.G. +29"3
5 Jari-Matti Latvala Volkswagen Polo R WRC +33"8
6 Sébastien Ogier Volkswagen Polo R WRC +40"3
7 Craig Breen DS3 WRC +2'01"4
8 Mads Ostberg Ford Fiesta RS WRC +3'04"6
9 Eric Camilli Ford Fiesta RS WRC +5'23"1
10 Teemu Suninen Skoda Fabia R5 +5'53"3

 

condividi
commenti
Polonia, PS20: clamoroso, Tanak fora e Mikkelsen lo scavalca!
Articolo precedente

Polonia, PS20: clamoroso, Tanak fora e Mikkelsen lo scavalca!

Articolo successivo

Mikkelsen: "Sapevo di avere ancora chance di vittoria. Che successo!"

Mikkelsen: "Sapevo di avere ancora chance di vittoria. Che successo!"
Carica i commenti