W Series
G
29 mag
-
30 mag
Canceled
G
Anderstorp
12 giu
-
13 giu
Canceled
G
26 giu
-
27 giu
Canceled
G
Norisring
10 lug
-
11 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
-
23 ago
Canceled
G
04 set
-
05 set
Canceled
G
Austin
23 ott
-
24 ott
Canceled
G
Città del Messico
30 ott
-
31 ott
Canceled

Fabienne Wohlwend: "Il mio obiettivo è lottare per il podio"

condividi
commenti
Fabienne Wohlwend: "Il mio obiettivo è lottare per il podio"
Di:
, Motorsport.com Switzerland
Tradotto da: Gabriele Testi, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland
7 mag 2019, 10:00

Sesta nella prima prova della W Series a Hockenheim dopo aver conquistato la prima fila della griglia di partenza, la talentuosa pilota del Liechtenstein ha confermato le proprie ambizioni in questo nuovo campionato.

Nonostante un background abbastanza orientato al Gran Turismo, Fabienne Wohlwend è riuscita a trovare una propria dimensione nella W Series, in mezzo a giovani lady driver specializzate nelle monoposto. Dopo aver superato con successo la prima fase delle selezioni della serie a gennaio in Austria, la pilota del Liechtenstein ha successivamente dimostrato, durante i test condotti nell'ambito della selezione finale sul circuito di Almeria in Spagna, di aver rapidamente riacquistato l'orientamento su una vettura a ruote coperte - la Tatuus F3 - avendo debuttato in Italia in Formula 4 nel 2016. Selezionata per formare la lista finale dei concorrenti per la stagione 2019, Fabienne Wohlwend ha confermato il proprio potenziale nel primo round della stagione W Series questo fine settimana a Hockenheim.

Terza nei due turni di prove libere, la Wohlwend ha sparato un gran colpo nelle piovose qualifiche, dove ha fatto segnare il secondo miglior tempo. "Dopo le prove libere, che sono andate molto bene, sono stata stupita di nuovo da me stessa in qualifica quando ho visto che avevo fatto segnare il secondo tempo più veloce", ha spiegato Fabienne Wohlwend. “È stata la mia prima gara in Formula 3 e partire dalla prima fila è stata una sensazione davvero fantastica". 

Leggi anche:

Tuttavia, la Wohlwend non è stata in grado di mantenere la posizione alla partenza: dopo aver fatto patinare le gomme pochi secondi dopo lo spegnimento delle luci, ha perso diverse posizioni. Ha però mantenendo il ritmo giusto e, dopo un periodo di neutralizzazione dietro la Safety-Car, ha tagliato il traguardo in sesta posizione, al termine di una grande lotta in volata, con la soddisfazione di essere arrivata fino in fondo e di aver ottenuto i primi punti.

"L'inizio è stato buono", continua. "Ma ho cambiato marcia troppo presto e ho perso aderenza sulla linea interna della pista, perché ha piovuto tutto il giorno. Marta (Garcia) e Alice (Powell) mi hanno superato alla prima curva, poi ho avuto problemi al tornantino iniziale (punto dell’incidente al primo giro tra Emma Kimilainen e Megan Gilkes, ndr)".

"Il restart dietro l'auto della Direzione Gara è andato bene e ho avuto un buon duello con Beitske (Visser) e Sarah (Moore). È stata una gara emozionante e il ritmo era molto buono".

 

"Il sesto posto era quello che speravo, perché il mio obiettivo della vigilia era di finire nella top 7. Naturalmente, dopo una buona sessione di qualifiche e di prove libere, speravo di salire sul podio, e il ritmo è stato il medesimo anche in gara, ragione per cui l’impresa si è rivelata possibile. Ma sono comunque molto felice, perché per me è stata la prima gara di Formula 3”.

Fabienne Wohlwend può trarre un bilancio positivo del week end, avendo dimostrato di essere brava sia sull'asciutto che sul bagnato, rivelando un’innata capacità di adattarsi alle condizioni della pista. Un buon auspicio per il resto della stagione.

"Non vedo l'ora di essere a Zolder", aggiunge. "Spero di riuscire a mantenere lo stesso ritmo, e sono contenta di non dover più controllare le previsioni meteorologiche perché so che, qualunque sia il tempo, sono veloce, e questo è un grande sollievo”. 

Leggi anche:

"Naturalmente, sono ancora in una fase di apprendistato perché sono tornata fra le monoposto e devo adattare il mio stile di guida. Penso di aver fatto un grande passo in avanti fra i test del Lausitzring e Hockenheim, e spero di poter continuare così. Il mio obiettivo è davvero quello di lottare per il podio...”

Dichiarazioni raccolte da Lucy Morson

Scorrimento
Lista

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
1/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
2/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
3/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
4/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
5/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
6/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
7/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
8/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
9/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
10/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
11/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
12/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
13/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend, Miki Koyama

Fabienne Wohlwend, Miki Koyama
14/19

Foto di: W Series

Naomi Schiff, Fabienne Wohlwend

Naomi Schiff, Fabienne Wohlwend
15/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
16/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
17/19

Foto di: W Series

Fabienne Wohlwend

Fabienne Wohlwend
18/19

Foto di: W Series

Gosia Rdest, Jamie Chadwick, Fabienne Wohlwend

Gosia Rdest, Jamie Chadwick, Fabienne Wohlwend
19/19

Foto di: W Series

 
Articolo successivo
Un inizio convincente per Fabienne Wohlwend

Articolo precedente

Un inizio convincente per Fabienne Wohlwend

Articolo successivo

W Series, Zolder: Jamie Chadwick firma la seconda pole di fila. Fabienne Wohlwend sesta

W Series, Zolder: Jamie Chadwick firma la seconda pole di fila. Fabienne Wohlwend sesta
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie W Series
Evento Hockenheim
Sotto-evento Gara
Location Hockenheimring
Piloti Fabienne Wohlwend
Tags Liechtenstein , Donne
Autore Emmanuel Rolland