Vinales vince, ma la festa è tutta per Rabat campione!

Vinales vince, ma la festa è tutta per Rabat campione!

Il terzo posto è bastato a "Tito" per avere la meglio artimeticamente su Kallio, secondo in Malesia

Fino alla pausa estiva qualcuno si interrogava se Maverick Vinales non fosse ancora troppo acerbo per il salto il MotoGp, ma il campione in carica della Moto3 ha dimostrato ancora una volta di essere pronto: a Sepang lo spagnolo ha firmato la sua terza vittoria nelle ultime quattro gare, facendo forse aumentare i rimpianti per una parte centrale della stagione non all'altezza delle aspettative. Forse facendo meglio in quel frangente avrebbe potuto dire la sua anche nella corsa al titolo.

Non ce ne voglia il futuro pilota della Suzuki, ma il suo successo odierno passa un po' in secondo piano, perché il terzo posto ha permesso ad Esteve Rabat di conquistare il primo titolo iridato della sua carriera: un trionfo meritato, che arriva dopo una stagione in cui ha confermato i pronostici che lo vedevano come il grande favorito fin dall'inizio.

"Tito" ha provato addirittura a fare l'accoppiata vittoria-Mondiale, comandando le operazioni fino a dieci tornate dalla fine. Quando Vinales ed il suo avversario Mika Kallio si sono rifatti sotto, il portacolori della Marc VDS ha vestito i panni del ragioniere ed ha lasciato che fossero i suoi avversari a battagliare per il successo, pensando solo a conquistare un terzo posto che bastava per laurearsi campione (quarto spagnolo in Moto2) proprio sulla pista su cui ha conquistato i primi punti iridati della sua carriera.

Kallio si è quindi dovuto arrendere, ma lo ha fatto con grande onore, perché fino alla fine ha conteso il successo a Vinales. La sua resta comunque una stagione che è stata superiore alle aspettative e l'anno prossimo avrà l'occasione di provare a rifarsi, visto che sia lui che Rabat saranno ancora al via nella classe di mezzo, anche se non saranno più compagni di squadra.

Ai piedi del podio si è piazzato Johann Zarco, che proprio nel finale è riuscito ad andare a riprendere Dominique Aegerter e a scavalcarlo. Con il sesto posto Julian Simon tiene alto l'onore del Team Italtrans dopo che Franco Morbidelli purtroppo è finito ruote all'aria dopo appena un paio di tornate. Dopo la prima fila, forse ci si attendeva qualcosina in più del settimo posto invece da Sandro Cortese.

Per quanto riguarda gli italiani, alla fine il migliore è stato Mattia Pasini, autore di una bellissima rimonta dal 32esimo posto in griglia fino al 13esimo finale. Buono poi anche il rientro di Roberto Rolfo, 14esimo con la Suter del Tasca Racing. L'unico rammarico per lui deve essere quello di essersi fermato proprio alle soglie dei 1000 punti in carriera: ora sono 999. Subito fuori dai punti, infine, Lorenzo Baldassarri.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Mika Kallio , Maverick Viñales , Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie