Moto2
G
Sachsenring
19 giu
Canceled
G
Assen
26 giu
Canceled
G
Kymi Ring
10 lug
Canceled
17 lug
Evento concluso
24 lug
Evento concluso
G
Brno
07 ago
Prossimo evento tra
1 giorno
G
Spielberg
14 ago
Prossimo evento tra
8 giorni
G
Spielberg II
21 ago
Prossimo evento tra
15 giorni
G
Silverstone
28 ago
Canceled
G
Misano
13 mag
Prossimo evento tra
36 giorni
G
Misano II
18 set
Prossimo evento tra
43 giorni
G
Barcelona
25 set
Prossimo evento tra
50 giorni
G
Buriram
02 ott
Canceled
09 ott
Prossimo evento tra
64 giorni
G
Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
71 giorni
G
Motegi
16 ott
Prossimo evento tra
71 giorni
G
Aragon II
23 ott
Prossimo evento tra
78 giorni
G
Phillip Island
23 ott
Canceled
G
Sepang
30 ott
Canceled
G
Valencia
06 nov
Prossimo evento tra
92 giorni
G
Austin
13 nov
Canceled
G
Valencia II
13 nov
Prossimo evento tra
99 giorni
G
Termas de Rio Hondo
20 nov
Canceled

Moto2, Phillip Island: Binder di un soffio su Mir, festa rimandata per Bagnaia

condividi
commenti
Moto2, Phillip Island: Binder di un soffio su Mir, festa rimandata per Bagnaia
Di:
28 ott 2018, 04:21

Terza vittoria per il pilota della KTM, che beffa per 36 millesimi lo spagnolo. Sul podio anche Vierge. Pecco chiude solo 12esimo, ma perde appena un punto su Oliveira: in Malesia partirà con 36 di vantaggio.

La festa è rimandata per Pecco Bagnaia, ma il weekend nero di Phillip Island non ha avuto strascichi pesanti per il pilota dello Sky Racing Team VR46: lui ed il rivale Miguel Oliveira non hanno mai avuto il ritmo dei migliori in Australia e alla fine hanno chiuso entrambi fuori dalla top 10.

L'11esimo posto ha permesso al portoghese della KTM di recuperare appena un punto nei confronti del piemontese, che quindi tra una settimana si presenterà in Malesia con un secondo match point, questa volta decisamente più concreto: si andrà a schierare con 36 punti di margine, quindi potrà permettersi di perderne anche 11 dal suo avversario ed essere comunque campione.

Anche se i due piloti più attesi sono mancati all'appello, questo non vuol dire che la tappa australiana non abbia regalato una gara altamente spettacolare: sono stati ben cinque i piloti che si sono giocati la vittoria fino all'ultimo giro, ma in testa c'è stato un bel gruppone compatto quasi per tutta la gara, che però ha via via perso protagonisti.

Alla fine a trionfare è stato Brad Binder, che nella domenica storta di Oliveira è riuscito comunque a regalare un sorriso alla KTM. Per l'ex iridato della Moto3 si tratta della terza affermazione stagionale e con un finale di campionato in crescendo si sta candidando ad un ruolo da favorito per la prossima stagione.

Leggi anche:

La gara odierna però ci ha finalmente restituito anche un Joan Mir protagonista. Il futuro pilota della Suzuki in MotoGP è arrivato infatti a soli 36 millesimi dalla sua prima vittoria in Moto2, ritrovando un podio che gli mancava addirittura da prima della pausa estiva, quando aveva chiuso sempre in seconda posizione al Sachsenring.

A completare il podio c'è poi lo spagnolo Xavi Vierge, tornato protagonista dopo un periodo un po' in ombra con la Kalex della Dynavolt Intact GP. Per la prima volta dal GP di Catalogna di quest'anno, dunque, non ci sono piloti italiani sul podio e bisogna dire che non è stata una domenica esaltante per i ragazzi di casa nostra.

Alla fine il migliore è stato Luca Marini, quinto con la Kalex dello Sky Racing Team VR46, alle spalle di un Augusto Fernandez che si conferma sempre di più un pilota da tenere d'occhio con attenzione per il futuro con la Kalex del Pons Racing. Peccato per Lorenzo Baldassarri, caduto a tre giri dal termine alla curva 10 quando era in lotta per la vittoria. Fuori quasi subito invece Mattia Pasini, che quindi non è riuscito a sfruttare la bellissima pole position firmata ieri.

Alle spalle di Marini c'è un ritrovato Dominique Aegerter, a lungo anche lui nel trenino dei migliori, così come Alex Marquez, settimo. Più staccato invece Jesko Raffin, seguito da Marcel Schrotter, autore di una rimonta clamorosa dal fondo della griglia, dopo aver spento la sua Kalex della Dynavolt Intact GP prima del giro di ricognizione. La Speed Up di Fabio Quartararo poi completa la top 10.

Al traguardo ci sono anche Simone Corsi 19esimo ed Andrea Locatelli 20esimo. Quest'ultimo forse avrebbe potuto fare anche meglio se non fosse incappato in una scivolata. Ritiro invece per Federico Fuligni, mentre Stefano Manzi non ha preso neppure il via dopo la brutta caduta alla curva 2 di cui era stato vittima ieri durante le qualifiche.

Tra i protagonisti che hanno chiuso anzitempo la loro gara vanno poi citati anche Iker Lecuona e Remy Gardner, caduti rispettivamente alla curva 2 ed alla curva 10 dopo aver fatto parte per diverse tornate del trenino che battagliava per la vittoria.

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   41 South Africa Brad Binder KTM 25 39'23.427     169.3   25
2   36 Spain Joan Mir Kalex 25 39'23.463 0.036 0.036 169.3   20
3   97 Spain Xavi Vierge Kalex 25 39'24.376 0.949 0.913 169.3   16
4   40 Spain Augusto Fernandez Kalex 25 39'24.384 0.957 0.008 169.3   13
5   10 Italy Luca Marini Kalex 25 39'25.194 1.767 0.810 169.2   11
6   77 Switzerland Dominique Aegerter KTM 25 39'25.909 2.482 0.715 169.2   10
7   73 Spain Alex Marquez Kalex 25 39'27.186 3.759 1.277 169.1   9
8   2 Switzerland Jesko Raffin Kalex 25 39'28.277 4.850 1.091 169.0   8
9   23 Germany Marcel Schrötter Kalex 25 39'29.677 6.250 1.400 168.9   7
10   20 France Fabio Quartararo Speed Up 25 39'30.880 7.453 1.203 168.8   6
11   44 Portugal Miguel Oliveira KTM 25 39'32.102 8.675 1.222 168.7   5
12   42 Italy Francesco Bagnaia Kalex 25 39'33.152 9.725 1.050 168.6   4
13   45 Japan Tetsuta Nagashima Kalex 25 39'33.214 9.787 0.062 168.6   3
14   22 United Kingdom Sam Lowes KTM 25 39'34.636 11.209 1.422 168.5   2
15   57 Spain Edgar Pons Speed Up 25 39'37.503 14.076 2.867 168.3   1
16   89 Malaysia Khairul Pawi Kalex 25 39'38.777 15.350 1.274 168.2    
17   4 South Africa Steven Odendaal NTS 25 39'38.823 15.396 0.046 168.2    
18   16 United States Joe Roberts NTS 25 39'46.657 23.230 7.834 167.7    
19   24 Italy Simone Corsi Kalex 25 39'57.163 33.736 10.506 166.9    
20   5 Italy Andrea Locatelli Kalex 25 40'05.751 42.324 8.588 166.4    
21   67 Bryan Staring Tech 3 25 40'15.724 52.297 9.973 165.7    
22   7 Italy Lorenzo Baldassarri Kalex 25 40'27.315 1'03.888 11.591 164.9    
  dnf 18 Andorra Xavi Cardelus Kalex 14 22'45.876 11 Laps 11 Laps 164.1 Retirement  
  dnf 87 Australia Remy Gardner Tech 3 13 21'04.112 12 Laps 1 Lap 164.6 Retirement  
  dnf 9 Spain Jorge Navarro Kalex 8 12'45.864 17 Laps 5 Laps 167.2 Accident  
  dnf 27 Spain Iker Lecuona KTM 6 9'31.803 19 Laps 2 Laps 168.0 Accident  
  dnf 21 Italy Federico Fuligni Kalex 6 9'46.258 19 Laps 14.455 163.8 Retirement  
  dnf 95 France Jules Danilo Kalex 4 6'31.069 21 Laps 2 Laps 163.7 Accident  
  dnf 32 Spain Isaac Viñales Suter 4 6'34.746 21 Laps 3.677 162.2 Retirement  
  dnf 54 Italy Mattia Pasini Kalex 1 1'40.871 24 Laps 3 Laps 158.7 Accident  
Moto2, Phillip Island: Pasini ritorna in pole, ma Bagnaia è solo 16esimo

Articolo precedente

Moto2, Phillip Island: Pasini ritorna in pole, ma Bagnaia è solo 16esimo

Articolo successivo

Mondiale Moto2 2018: Bagnaia perde solo un punto su Oliveira, è a +36

Mondiale Moto2 2018: Bagnaia perde solo un punto su Oliveira, è a +36
Carica i commenti