Norris: "La McLaren 2022 diversa dalla F1 FIA-FOM"

In questa intervista esclusiva, Lando Norris ci parla della stagione 2021 di Formula 1, che lo sta vedendo brillare al volante della sua McLaren. L'obiettivo finale è il terzo posto in campionato, ma le attenzioni sono già puntate al 2022, quando vedremo una McLaren che sulla carta dovrebbe essere diversa dalla monoposto presentata a Silverstone in estate dalla FOM

Il sorriso non manca mai, nemmeno dopo il GP di Russia. Questo è Lando Norris, di passaggio sulla pista di Adria per presentare il suo nuovo kart.

Leggi anche:

Il pilota McLaren, in questa intervista, ci offre una visione sulla sua stagione in Formula 1 che lo sta vedendo tra i protagonisti. Veloce, costantemente tra le posizioni di vertice, l'inglese è particolarmente a suo agio al volante della MCL35M spinta dalla power unit Mercedes. 

Attualmente, Lando occupa la quarta posizione in classifica, dopo essere stato a lungo medaglia di bronzo alle spalle dei due contendenti al titolo, Max Verstappen e Lewis Hamilton. E se è vero che non concederà quartiere a nessuno dei due nemmeno qualora dovessero avere bisogno di un piazzamento per la certezza dell'iride, è altrettanto vero che tutti i team sono già al lavoro sulla vettura della stagione 2022. E la scuderia di Woking non fa eccezione.

"L'unica monoposto 2022 che abbiamo visto sino ad oggi è quella di Silverstone, quella che abbiamo in fabbrica non è nemmeno una macchina", esordisce Lando nell'intervista esclusiva che concede a Motorsport.com. Sono una serie di disegni su dei fogli di carta. Non penso che la vedremo prima di molti mesi ancora. I disegni per la prossima stagione cambiano ogni volta: ci sono molti dettami regolamentari, ma è possibile lavorarci per renderla più veloce ogni volta che si lavora sul progetto e creare qualcosa si nuovo. Al simulatore, da guidare, è una macchina diversa rispetto a quella quest’anno".

Lando Norris, McLaren MCL35M

Lando Norris, McLaren MCL35M

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

Impossibile non parlare di quanto successo in Russia, dove Norris è stato autore - forse - del suo miglior fine settimana da quando è in Formula 1. Almeno, fino a dieci giri al termine del Gran Premio.

"Ho imparato tante cose: per me stesso, cosa posso fare la prossima volta in cui mi dovessi trovare in una situazione simile, come posso prendere decisioni migliori, prima di tutto. Ma abbiamo imparato tanto anche come team: di cosa parlare, che tipo di informazioni darmi in modo tale da poter prendere decisioni più complete".

"È tutto complicato: quando guardi la tv, ti sembrano le decisioni più semplici e facili da prendere, ma non è assolutamente così. Ci sono un’infinità di aspetti da verificare prima di arrivare a determinate scelte. Abbiamo rivisto tuto: tutta la gara, dal primo all’ultimo giro. E abbiamo visto cosa il team poteva gestire meglio e cosa io potessi gestire meglio. Abbiamo speso due giorni al simulatore ed uno a riguardare le comunicazioni, per capire come dialoghiamo. Ho imparato molto dal team: non è garantito, ma la prossima volta faremo una lavoro migliore". 

Il suo obiettivo, dichiarato, è il terzo posto in classifica mondiale. "Sono stato davanti a Bottas e Perez in classifica, in terza posizione. Non ti aspetti di stare davanti a chi guida una Mercedes e Red Bull. Abbiamo una macchina che, realisticamente, è ancora molto indietro nelle performance rispetto alle loro. Ma stiamo avendo una bella stagione, anche con una macchina più lenta massimizziamo il nostro potenziale. Ora sono quarto in campionato, ma ho delle possibilità per essere terzo alla fine della stagione e quello è il mio obiettivo", conclude Norris.

Lando Norris, McLaren MCL35M
Lando Norris, McLaren MCL35M
1/12

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35M
Lando Norris, McLaren MCL35M
2/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Daniel Ricciardo, McLaren, saluta il suo compagno di squadra Lando Norris, McLaren
Daniel Ricciardo, McLaren, saluta il suo compagno di squadra Lando Norris, McLaren
3/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'uomo della pole Lando Norris, McLaren, nella conferenza stampa post qualifiche
L'uomo della pole Lando Norris, McLaren, nella conferenza stampa post qualifiche
4/12

Foto di: FIA Pool

Il poleman Lando Norris, McLaren, con il Pirelli Pole Position Award
Il poleman Lando Norris, McLaren, con il Pirelli Pole Position Award
5/12

Foto di: FIA Pool

George Russell, Williams, si congratula con il poleman Lando Norris, McLaren
George Russell, Williams, si congratula con il poleman Lando Norris, McLaren
6/12

Foto di: FIA Pool

Carlos Sainz Jr., Ferrari, parla con Lando Norris, McLaren
Carlos Sainz Jr., Ferrari, parla con Lando Norris, McLaren
7/12

Foto di: FIA Pool

Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, pole man Lando Norris, McLaren MCL35M, e George Russell, Williams FW43B, arriva nel Parc Ferme
Carlos Sainz Jr, Ferrari SF21, pole man Lando Norris, McLaren MCL35M, e George Russell, Williams FW43B, arriva nel Parc Ferme
8/12

Foto di: FIA Pool

Lando Norris, McLaren MCL35M
Lando Norris, McLaren MCL35M
9/12

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35M
Lando Norris, McLaren MCL35M
10/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren MCL35M
Lando Norris, McLaren MCL35M
11/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lando Norris, McLaren, festeggia con la sua squadra
 Lando Norris, McLaren, festeggia con la sua squadra
12/12

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

 

condividi
commenti
Pit stop F1: perché la Red Bull non è più imbattibile nelle soste?
Articolo precedente

Pit stop F1: perché la Red Bull non è più imbattibile nelle soste?

Articolo successivo

Ghini: "Ferrari attiva nella transizione verde"

Ghini: "Ferrari attiva nella transizione verde"
Carica i commenti