Verstappen: "Non sono stupito dell'uscita della Honda"

Il pilota olandese aveva capito che la Casa giapponese poteva lasciare la Formula 1 dopo aver firmato il rinnovo del contratto con la Red Bull fino al 2023: "ho avuto la chiara sensazione che non sarebbero rimasti". E Horner ha aggiunto: "Abbiamo capito qualcosa quando ci hanno detto che avrebbero anticipato al 2021 il motore previsti per il 2022. Sembrava una bella notizia, ma...".

Verstappen: "Non sono stupito dell'uscita della Honda"

Max Verstappen non è rimasto stupito dall’annuncio della Honda che a fine 2021 abbandonerà la F1. L’olandese ha ammesso di aver capito che “qualcosa stava succedendo”.

La Red Bull per il 2022 dovrà trovare un nuovo fornitore di motori che sostituisca la Casa giapponese, dopo aver ufficialmente annunciato la scorsa settimana che uscirà del Circus.

Il pilota olandese ancora prima che i nipponici notificassero le loro intenzioni al team di Milton Keynes, aveva intuito che non sarebbero rimasti.

"Posso dire che ne avevo la sensazione - ha detto Max prima del Gran Premio dell'Eifel - . Certo, non ne ho mai parlato, ma avevo compreso la situazione ben prima dell’annuncio. È un gran peccato, ma è una scelta comprensibile da parte loro".

Verstappen ha detto che i suoi sospetti sulla partenza della Honda sono nati ​​dopo che aveva rinnovato con la Red Bull fino al 2023…

"Sicuramente la decisione è arrivata dopo che avevo firmato l'accordo con Red Bull - ha spiegato l’olandese - ma non si sono mai impegnati a lungo, quindi c’era da aspettarsi qualcosa del genere. Non si è mai sicuri, ma lo stesso vale anche per le squadre. Voglio dire, firmi un accordo con loro, ma è difficile sapere cosa succederà tra cinque anni?”.

“Quindi, la situazione è quello che è. E la situazione che coinvolge il mondo intero non sta sicuramente aiutando".

Anche Christian Horner, team principal della Red Bull, ha avuto qualche sentore sulla fuga della Honda. L’inglese non ha nascosto che un campanello d'allarme era suonato già a settembre quando la Casa automobilistica giapponese aveva deciso di anticipare di un anno il progetto del motore 2022.

"Quando siamo stati informati che la Honda voleva anticipare il debutto del motore 2022 al 2021 mi ha fatto venire qualche dubbio. Certo la notizia si poteva leggere in senso positivo, ma dopo che ci siamo parlati hanno chiarito che la loro intenzione sarebbe stata quella di ritirarsi dalla F1”.

"La Honda è stata estremamente cortese e aperta con la Red Bull oltre che essere molto corretta visto che ci hanno dato il tempo utile a trovare una soluzione".

"E’ un peccato - ha aggiunto Verstappen – perché noi continueremo a spingere così come continueranno a farlo anche loro. Ovviamente se ne andranno, ma non adesso. Ci divertiremo ancora, visto che l’anno prossimo porteranno un motore del tutto nuovo per lottare fino alla fine”.

condividi
commenti
Vettel: "Chi scalderà le gomme avrà un gran vantaggio"
Articolo precedente

Vettel: "Chi scalderà le gomme avrà un gran vantaggio"

Articolo successivo

Red Bull: scoperto un soffiaggio sotto l'ala anteriore

Red Bull: scoperto un soffiaggio sotto l'ala anteriore
Carica i commenti