F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Red Bull: nuovo slot e diverso... polmone nella bandella

La squadra di Milton Keynes già a Imola aveva portato una soluzione evoluta dell'"aspiratore" che succhia l'aria sotto al marciapiede all'esterno della bandella laterale dell'ala anteriore e fa sfogare il flusso da due aperture nel bordo d'uscita dell'endplate. L'obiettivo è mitigare l'effetto negativo causato dalle turbolenze prodotte dalla ruota anteriore in movimento.

Red Bull: nuovo slot e diverso... polmone nella bandella

La Red Bull non si è accontentata di introdurre l’”aspiratore” nella bandella laterale dell’ala anteriore: sulla RB16 a Istanbul debutta un’interessante versione evoluta certamente utile a migliorare l’efficienza di una soluzione aerodinamica che, stranamente, non è stata adottata da nessun’altra monoposto, dopo aver visto delle modifiche anche a Imola.

Red Bull Racing RB16, dettaglio della nuova paratia laterale dell'ala anteriore

Red Bull Racing RB16, dettaglio della nuova paratia laterale dell'ala anteriore

Photo by: Giorgio Piola

Gli aerodinamici di Milton Keynes hanno modificato la bandella laterale in particolari importanti che consentono un migliore risucchio di aria che viene aspirata dall’apertura che c’è nella parte inferiore del marciapiede, per essere trasferita nel bordo d’uscita della paratia verticale. Ora ce n'è uno solo, mentre in precedenza c'erano due aperture.

I tecnici hanno cercato di energizzare il flusso grazie all’adozione di un “polmone” più grande, ma la portata di aria è aumentata anche grazie al fatto che nel bordo d’entrata del marciapiede esterno dell’endplate c’è un bordo più pronunciato grazie al quale si convoglia più flusso verso l’’”aspiratore”.

Il “polmone” è meno gonfio rispetto alla versione originale, perché è aumentata la superficie della fessura che genera il risucchio. Siccome la priorità è quella di trasferire l’aria da sotto all’estremità dell’ala anteriore verso la parte più alta della paratia laterale, la gobba del marciapiede degrada quasi a zero, tanto che il piccolo profilo trasversale che si nota nel bordo d’uscita è più alto e più visibile.

Red Bull Racing RB16: ecco il foro del soffiaggio e lo slot inedito sul marciapiede

Red Bull Racing RB16: ecco il foro del soffiaggio e lo slot inedito sul marciapiede

Photo by: Giorgio Piola

Ma l’immagine che vi mostriamo evidenzia anche la vista posteriore dello stesso particolare che mostra un inedito soffiaggio (freccia nera) dietro alla piccola paratia trasversale, con uno slot che assume una curiosa forma a Elle, utile a neutralizzare, almeno in parte i vortici nefasti che si formano fra l’asfalto e il punto di contatto della gomma anteriore.

Ricordiamo, invece, che il foro nella paratia laterale (freccia bianca) permette di convogliare del flusso in un punto strategico delle F1 moderne, visto che è possibile ridurre gli effetti nocivi delle turbolente che si generano per la rotazione della ruota anteriore. Si tratta di una genialata che dovrebbe assicurare una maggiore efficienza aerodinamica.

Red Bull Racing RB16: il passsaggio d'aria da sotto il marciapiede alla parte alta della paratia laterale

Red Bull Racing RB16: il passsaggio d'aria da sotto il marciapiede alla parte alta della paratia laterale

Photo by: Giorgio Piola

L’esperienza maturata fino al Nurburgring, sopra, ha permesso ai tecnici di Milton Keynes di sviluppare una versione evoluta, segno che il concetto è valido e può dare risultati ancora migliori di quelli visti fino a oggi.

condividi
commenti
Vettel: "Sono felice di continuare a... nuotare”
Articolo precedente

Vettel: "Sono felice di continuare a... nuotare”

Articolo successivo

Leclerc: "Sono migliorato nella gestione delle gomme"

Leclerc: "Sono migliorato nella gestione delle gomme"
Carica i commenti