Amarezza Leclerc: "Ho dato il massimo, ma non è bastato"

Il monegasco ha sfiorato l'impresa a Silverstone ma a due giri dal termine ha visto svanire i sogni di gloria per mano di Lewis Hamilton. Il secondo posto lascia l'amaro in bocca ad un Leclerc oggi spettacolare.

Amarezza Leclerc: "Ho dato il massimo, ma non è bastato"

Charles Leclerc è stato senza ombra di dubbio il protagonista inatteso del Gran Premio di Silverstone. Il pilota della Ferrari, complice il controverso contatto tra Verstappen ed Hamilton al primo giro, ha sfiorato l’impresa sul tracciato inglese per poi doversi arrendere allo strapotere della Mercedes a soli due giri dal termine.

Leclerc oggi ha disputato una gara praticamente perfetta. Al via ha bruciato Bottas allo spegnersi dei semafori per salire in terza posizione, e quando Hamilton e Verstappen si sono scontrati alla Copse ha approfittato del caos tra i due protagonisti della stagione per portarsi al comando.

Quando la gara è ripartita dopo la lunga interruzione con bandiera rossa, Leclerc subito preso il largo ed ha imposto un ritmo sorprendente.

Su gomme medie la Ferrari SF21 ha stupito tutti dimostrandosi veloce e gentile con gli pneumatici, ma quando il monegasco ha montato le Pirelli dure dopo la sosta la storia è cambiata. Hamilton si è trovato a suo agio con le coperture hard, mentre Charles ha faticato nel tenere il ritmo di un sette volte campione del mondo scatenato ed a due giri dal termine ha visto la Freccia Nera numero 44 sfilare all’interno della Copse.

“E’ difficile godermi questo momento anche se ho dato il 200%. Ho dato tutto quello che avevo ma non è stato sufficiente negli ultimi due giri”. Sono state queste le prime parole di un Leclerc deluso al termine di una gara che gli ha regalato il primo, inatteso, podio stagionale.

“Lewis ha fatto un lavoro incredibile. Mi mancava qualcosa con la vettura, ma la macchina si è comportata benissimo oggi”.

La Ferrari ha sicuramente stupito per la competitività mostrata su un tracciato teoricamente ostile. Sin dal venerdì si è vista una SF21 lontana parente di quella in grande difficoltà ammirata in Francia ed in Austria ed oggi è arrivata la conferma di un potenziale inatteso.

Saranno state le nuove Pirelli posteriori portate dalla Casa italiana a Silverstone a dare nuova linfa alla SF21? Oppure l’aver avuto a disposizione una sola sessione di Libere per indovinare l’assetto si è rivelato un assist inatteso per il team di Maranello?

“Non ci aspettavamo di poter lottare per la vittoria. Dopo le qualifiche sapevamo che potevamo essere abbastanza competitivi ma non così competitivi. È stato incredibile lottare per il successo”.

Leclerc ha poi confermato quanto visto dall’esterno. La Ferrari con le Pirelli medie ha dato spettacolo, mentre con le mescole dure ha sofferto il ritorno della W12 di Hamilton.

“Con le gomme medie siamo stati velocissimi, mentre con le dure ci è mancato un po' di passo rispetto alla Mercedes. Nel complesso siamo stati molto più competitivi del solito”.

Prima di congedarsi, Charles ha voluto dedicare un pensiero al team. Il monegasco ha voluto sottolineare il grande lavoro che la squadra sta facendo lontano dai riflettori per tornare al vertice già dalla prossima stagione.

“Il team sta lavorando in modo incredibile e sono molto orgoglioso della squadra. È bellissimo poter disputare gare del genere perché dimostra come la squadra stia lavorando bene e stia andando nella giusta direzione. Dobbiamo continuare così. Daremo il massimo per arrivare al top”.

condividi
commenti
Hamilton: "Sapevo Max sarebbe stato duro, ma ho lasciato spazio"

Articolo precedente

Hamilton: "Sapevo Max sarebbe stato duro, ma ho lasciato spazio"

Articolo successivo

Marko furioso: "Hamilton avrebbe dovuto essere sospeso"

Marko furioso: "Hamilton avrebbe dovuto essere sospeso"
Carica i commenti