Van Gisbergen: "Mi scuso con Engel e col team per il mio errore"

Il pilota del team STM/HTP Mercedes ha costretto l'intera squadra ad un amaro ritiro a pochi istanti dalla fine per un errore clamoroso che ha fatto infuriare Engel. Van Gisbergen ha accettato le critiche ed ha risposto al compagno di team.

Van Gisbergen: "Mi scuso con Engel e col team per il mio errore"
#22 STM / HTP Motorsport, Mercedes AMG GT3: Craig Baird, Shane Van Gisbergen, Maro Engel
#22 STM / HTP Motorsport, Mercedes AMG GT3: Craig Baird, Shane Van Gisbergen, Maro Engel
#22 STM / HTP Motorsport, Mercedes AMG GT3: Craig Baird, Shane Van Gisbergen, Maro Engel
#60 BMW Team SRM, BMW M6 GT3: Steve Richards, Mark Winterbottom, Marco Wittmann
#90 MARC Cars Australia, BMW M6 GT3: Chaz Mostert, Max Twigg, Morgan Haber
#22 STM / HTP Motorsport, Mercedes AMG GT3: Maro Engel with the media
#22 STM / HTP Motorsport, Mercedes AMG GT3: Craig Baird, Shane Van Gisbergen, Maro Engel

La 12 Ore di Bathurst si è conclusa con una coda polemica all'interno del team STM/HTP Mercedes. Shane van Gisbergen, infatti, nelle fasi finali di gara è andato a sbattere con la propria vettura costringendo l'intero team al ritiro ed alla perdita di un secondo posto ormai certo.

L'episodio ha fatto andare su tutte le furie Maro Engel che, in una intervista a caldo, non si è risparmiato nei confronti del compagno di squadra.

"Questo non è correre. Quello che ho visto in questo weekend sono molti errori commessi da Shane. E' difficile da accettare".

Un'ora dopo la fine della gara, Engel ha parlato ai microfoni di Motorsport.com scusandosi per la dura reazione a caldo avuta nei confronti di van Gisbergen.

"Ho parlato con Shane. Lui si è scusato con me per l'errore che ci è costato il podio ed io mi sono scusato per le dure parole che ho utilizzato".

"Probabilmente non avrei dovuto rilasciare alcuna dichiarazione in quel momento".

"E' un ottimo pilota e di questo ne sono consapevoli tutti. Probabilmente, visti i suoi standard, non è stato contento di come è andato questo weekend sin dalle qualifiche".

"Ad ogni modo, questo è il motorsport. E' un grande pilota e siamo tutti dispiaciuti perché nessuno si sarebbe mai aspettato questo da lui. Sono certo che è amareggiato quanto noi".

Engel ha poi analizzato i pro ed i contro vissuti in gara.

"Abbiamo patito una scarsa velocità di punta, ma la manegevolezza della vettura era ottima. Tutti e tre abbiamo sempre spinto al limite ed è un peccato per come sia finita ma, come ho già detto, questo è il motorsport".

Van Gisbergen si è trovato spiazzato nell'apprendere le dichiarazioni di fuoco del compagno di team e, una volta sceso dalla vettura, ha voluto esprimere il proprio punto di vista sull'accaduto.

"Non so cosa Engel abbia detto, preferisco non commentare. Mi scuso con lui, con tutti i membri del team e con il pilota della Porsche con cui sono entrato in contatto".

"Stavo spingendo oltre il limite per cercare di ottenere il massimo, purtroppo non è andata come speravo".

"Odio commettere degli errori e penalizzare l'intera squadra. Questo lo metterò tra le esperienze da non ripetere, ma in ogni caso non sarebbe dovuto accadere".

 

condividi
commenti
La Ferrari trionfa a Bathurst, van Gisbergen sbatte e scatta la polemica
Articolo precedente

La Ferrari trionfa a Bathurst, van Gisbergen sbatte e scatta la polemica

Articolo successivo

Vilander: "Vincere all'esordio a Bathurst mi riempie d'orgoglio"

Vilander: "Vincere all'esordio a Bathurst mi riempie d'orgoglio"
Carica i commenti