Buon esordio nel WTCR per Baldan: "Cresciuto ad ogni sessione"

Il veneto si è tuffato nella mischia del Mondiale con la Hyundai Elantra della Target, riuscendo a migliorare nell'arco del weekend e anche a battere i compagni di squadra in gara.

Buon esordio nel WTCR per Baldan: "Cresciuto ad ogni sessione"

E' stato un weekend tutto sommato positivo quello che ha visto esordire nel FIA WTCR Nicola Baldan.

All'Hungaroring il veneto ha preso parte all'evento della massima serie turismo come wildcard (dunque trasparente nell'assegnazione dei punti), al volante della Hyundai Elantra N preparata dalla Target Competition.

Chiaramente, non avendo avuto molto tempo per provare la vettura e dovendosi adattare velocemente ad una situazione nuova e di altissimo livello, per il Campione 2017 del TCR Italy gli obiettivi erano quelli di fare passi avanti e godersi l'esperienza.

"Dopo le prime prove ero abbastanza contento di come stavano andando le cose, anche se ovviamente non posso dirmi felice di una 21a posizione in qualifica, però il mio obiettivo per il weekend era quello di migliorare, cosa che sono riuscito a fare ad ogni turno", racconta Baldan.

"Ammetto che mi sono divertito tantissimo fin da subito, consapevole che era una esperienza particolare e che spero di ripetere in futuro. Le sensazioni con la macchina e la squadra sono cresciute, per me che era tutto nuovo, dal circuito, alla vettura, aggiungendo pure le gomme".

"Ritrovarsi a meno di 1" dalle Hyundai più veloci e in linea coi tempi fatti dai miei compagni di squadra, che erano i primi punti di riferimento per me, credo sia stato un buon risultato. Di fatto, più che una gara, è stato una sorta un test".

Nelle due gare di domenica, Baldan ha centrato un 18° e un 20° posto, ma soprattutto è arrivato in entrambe le occasioni davanti ai compagni Andreas e Jessica Bäckman, oltre che sul podio del WTCR Trophy, categoria riservata ai concorrenti privati.

"In Gara 1 sono partito bene, riuscendo a guadagnare un paio di posizioni, poi però non avevo il passo per restare in scia a chi mi precedeva, quindi ho dovuto terminare pensando a tenermi dietro i rivali che seguivano".

"In Gara 2 la situazione è stata più o meno uguale, purtroppo si è verificato un problema tecnico che da metà in poi mi ha rallentato. Peccato perché il passo era migliore, ma a causa di questo ho dovuto pensare a tenere a bada chi mi seguiva e arrivare solamente al traguardo".

Ora si torna a pensare al TCR Italy, dove Baldan è impegnato con la Hyundai i30 N e il team altoatesino: ad Imola la prossima settimana c'è il penultimo appuntamento e la lotta per il titolo tricolore è apertissima.

A questa, il 39enne si presenterà caricato dall'esperienza Mondiale vissuta a Budapest, con la speranza che si possa ripetere al più presto, magari in quel di Adria a novembre.

"In generale è stato un weekend molto positivo, sono riuscito a crescere ad ogni turno di guida. E mi sono anche tolto la soddisfazione di salire sul podio del WTCR Trophy, spero di poter avere altre occasioni del genere in futuro".

condividi
commenti
Tarquini: "Poca potenza, dura rimontare da così indietro"
Articolo precedente

Tarquini: "Poca potenza, dura rimontare da così indietro"

Articolo successivo

Il fantastico weekend di Azcona tra WTCR e Pure ETCR

Il fantastico weekend di Azcona tra WTCR e Pure ETCR
Carica i commenti