Jerez, Day 2: Guintoli si avvicina a Sykes

condividi
commenti
Jerez, Day 2: Guintoli si avvicina a Sykes
Di: Matteo Nugnes
27 nov 2012, 18:23

Il nuovo pilota dell'Aprilia si porta a 0"2 dal rivale della Kawasaki, che prova le sospensioni Ohlins

Dopo aver dominato ieri, Tom Sykes ha continuato a fare la differenza anche nella seconda giornata dei test del Mondiale Superbike a Jerez de la Frontera. La sua Kawasaki non disponeva del transponder neppure oggi, quindi i tempi della sua ZX-10R rimangono ufficiosi, anche se nei box del tracciato spagnolo si dice che il britannico sia arrivato a girare in 1'41"0. Un tempo davvero interessante, ottenuto montando delle sospensioni Ohlins, a differenza delle Showa che ha sempre utilizzato anche il precedenza. L'unico neo nella giornata del vice-campione del mondo in carica è rappresentato da una scivolata, fortunatamente senza conseguenze, avvenuta intorno alle ore 14. Nel 2012 "The Grinner" si è dovuto inchinare solamente a Max Biaggi e all'Aprilia. Anche se il "Corsaro" ha deciso di appendere il casco al chiodo, la Casa di Noale sembra aver trovato un sostituto più che degno in Sylvain Guintoli: al suo secondo giorno in sella alla RSV4, infatti, il pilota francese è risultato il più rapido tra i piloti dotati di transponder. Ma non è tutto, perchè l'ex ducatista ha abbassato di oltre 1"5 i tempi ottenuti ieri, riuscendo a scendere fino ad un crono di 1'41"2 nella parte conclusiva della giornata, quando ha montato una gomma da gara morbida. Prestazione che gli ha consentito di distanziare di circa mezzo secondo il compagno di squadra Eugene Laverty, che comunque a fine giornata ha detto di essersi concentrato più sul passo gara che sulla prestazione pura. Restano al di sopra del muro dell'1'42" invece le due Honda ufficiali: provando la nuova elettronica della CBR1000RR, Jonathan Rea era riuscito a stare tra i primi fino ad un paio d'ore dalla bandiera a scacchi, ma poi il suo 1'42"108 gli è valso solo la sesta prestazione, alle spalle anche della moto gemella di Leon Haslam e dell'altra Kawasaki di Loris Baz, il cui tempo comunque è ufficioso. Entrambi i piloti del team Ten Kate comunque si sono migliorati sensibilmente rispetto a ieri. Vicinissimo anche Michel Fabrizio, che però è l'unico a non essere riuscito a migliorare la prestazione di ieri, ripetendo un tempo di 1'42"1 con la Aprilia della Red Devils Roma. Chiude il gruppo il collaudatore dell'Aprilia Alex Hofmann, accreditato di un crono alto di 1'43"0. Dalla giornata di domani, se il meteo lo permetterà, si potrà trarre anche qualche indicazione in più, visto che sul tracciato spagnolo arriveranno anche la BMW e la Ducati, con grande attesa per il debutto di Ayrton Badovini in sella alla 1199 Panigale. WORLD SBK, Jerez de la Frontera, 27/11/2012 Seconda giornata di test 1. Tom Sykes - Kawasaki - 1'41"0 2. Sylvain Guintoli - Aprilia - 1'41"2 3. Eugene Laverty - Aprilia - 1'41"7 4. Leon Haslam - Honda - 1'42"0 5. Loris Baz - Kawasaki - 1'42"1 6. Jonathan Rea - Honda - 1'42"1 7. Michel Fabrizio - Aprilia - 1'42"1 8. Alex Hodmann - Aprilia - 1'43"0 * I tempi delle Kawasaki sono ufficiosi
Prossimo articolo WSBK
Rea promuove la nuova elettronica della Honda

Previous article

Rea promuove la nuova elettronica della Honda

Next article

Jerez, Day 1: le Kawasaki volano, Guintoli sull'Aprilia

Jerez, Day 1: le Kawasaki volano, Guintoli sull'Aprilia

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Tom Sykes , Sylvain Guintoli
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie