Laverty: "Peccato per i punti persi all'inizio"

La doppietta di oggi a Jerez forse ha fatto crescere il rammarico del pilota dell'Aprilia

Laverty:
Eugene Laverty e Aprilia RSV4 hanno dominato l’ultimo appuntamento del Mondiale SBK 2013. In gara 1 Laverty ha avuto ragione di Marco Melandri con uno straordinario sorpasso esterno all’ultima curva, dopo aver condotto per tutta la gara ed essere stato passato dall’italiano a due giri dalla fine. Sembrava tutto finito ma Laverty ha trovato la mossa vincente – e seguendo la via più difficile – proprio alla curva che immette sul rettilineo. La vittoria in volata è stata esaltante. Nella seconda gara Laverty ha seguito Sykes in fuga controllando da vicino il battistrada e mostrando sempre grande sicurezza nei suoi mezzi e nella forza della sua RSV4. A otto giri dalla fine ha sferrato l’attacco decisivo per poi allungare e vincere con margine la sua nona corsa in questa stagione. Eugene Laverty: "Due vittorie molto diverse oggi, la seconda è stata sicuramente più facile perché sono stato in grado di creare gap con Tom dopo averlo sorpassato, mentre in Gara 1 la battaglia si è risolta negli ultimi metri. Sono soddisfatto di questa doppietta, un risultato che conferma il nostro potenziale assieme alla striscia di podi nel finale di stagione. Peccato per aver perso qualche punto importante ad inizio anno, ma non mi piace recriminare o cercare scuse. Finire secondi tra i piloti con più vittorie di tutti è comunque un risultato ottimo, così come il Titolo Costruttori per Aprilia". Sylvain Guintoli, ancora frenato dai postumi dell’incidente alla spalla che ne ha condizionato la seconda parte della stagione, ha dovuto rinunciare ad attaccare il podio essendo poco più lento dei primi e ha chiuso con un buon quarto posto. Si è rifatto in gara 2, quando ha controllato con sicurezza la sua terza posizione chiudendo così sul podio. Sylvain Guintoli: "Questa stagione è stata fantastica, ho lottato per il Mondiale al debutto su una nuova moto. Purtroppo dopo l’infortunio alla spalla mi è sempre mancato qualcosa, nella seconda parte di stagione non ero sicuramente al 100%. In ogni caso l’esperienza accumulata sarà fondamentale nel 2014, come sempre quando non si vince pensi sempre a migliorare l’anno successivo. Oggi, specialmente in Gara2, ho provato a stare con Eugene e Tom ma davvero non avevo il ritmo e la forza per riuscirci. Si conclude una bella stagione, con un grande team e un grande compagno di squadra che mi ha dato filo da torcere, ora penso a recuperare fisicamente e preparare bene il prossimo campionato". Le vittorie di Jerez hanno regalato ad Aprilia il Titolo Mondiale Costruttori Superbike 2013. E' il quinto Mondiale per il marchio italiano negli ultimi quattro anni nel WSBK e il secondo consecutivo tra i Costruttori. E’ il Mondiale numero 52 nella storia di Aprilia. Romano Albesiano, Responsabile Aprilia Racing: "Il titolo Costruttori è una affermazione importante, merito di una squadra perfetta e dei due piloti che hanno condotto una stagione straordinaria. Capita raramente di avere, nella stessa stagione, due talenti così importanti nel box, Laverty e Guintoli sono stati in lotta per titolo mondiale dalla prima all'ultima gara. Quando manca ancora una gara alla fine del Mondiale, le 8 vittorie di Laverty sono la prova che alla sua naturale velocità Eugene ha affiancato la maturità agonistica e regolarità di risultati. Guintoli è stato leader del mondiale per la maggior parte della stagione grazie a una costanza di rendimento eccezionale, a loro va il nostro ringraziamento per il titolo Costruttori che oggi abbiamo conquistato".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Eugene Laverty , Sylvain Guintoli
Articolo di tipo Ultime notizie