Rea: "Abbiamo lavorato duro in ottica gara"

Rea: "Abbiamo lavorato duro in ottica gara"

Il leader della classifica iridata ha chiuso quinto in Superpole, ma sarà pericoloso nelle manche texane

Jonathan Rea è arrivato a Laguna Seca senza i favori del pronostico, ma con la precisa intenzione di portare a casa punti pesanti per chiudere il discorso relativo al campionato del mondo piloti Superbike 2015.

Dopo le prime prove libere, in cui è riuscito a svettare un paio di volte, nella Superpole 2 il britannico non ha fatto meglio del quinto tempo, dunque in gara prenderà il via dalla seconda fila. Accanto a lui ci sarà il compagno di squadra e rivale per il titolo Tom Sykes. Rea, nonostante non si sia mostrato competitivo sul giro secco, sarà di certo uno dei protagonisti delle due manche perché ieri ha mostrato di avere un passo gara molto interessante.

Nella simulazione fatta nelle Libere 3 Johnny ha compiuto diciotto passaggi sul traguardo consecutivi sul passo del minuto e 24 secondi, che lo proietta di diritto tra i favoriti per la vittoria finale.

"Questo fine settimana ci siamo concentrati molto su passo gara e abbiamo lavorato duro per migliorarci il più possibie. L'obiettivo qui a Laguna Seca è portare a casa punti pesanti per il campionato piloti e costruttori. Questo è un tracciato in cui è molto complesso sorpassare, dunque sarà fondamentale trovarsi subito davanti sin dai primi giri e cercare di esprimere al meglio il nostro passo gara. Penso però che la parte decisiva della corsa in cui si deciderà la vittoria saranno gli ultimi giri, perché ho visto molti piloti essere competitivi ad alto livello qui. Nelle simulazioni di gara abbiamo potuto notare di avere un passo davvero interessante, quindi sono fiducioso. Sono molto contento anche della gestione del consumo gomme grazie al bel lavoro fatto con i miei ingegneri che curano l'elettronica della mia Ninja".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie