WSBK
06 set
-
08 set
Evento concluso
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
10 giorni

SBK, Magny-Cours: Razgatlioglu piega Rea nella Superpole Race

condividi
commenti
SBK, Magny-Cours: Razgatlioglu piega Rea nella Superpole Race
Di:
29 set 2019, 09:46

Il pilota del team Puccetti conquista la seconda vittoria consecutiva a Magny-Cours nella Superpole Race dopo una splendida rimonta. Razgatlioglu beffa Jonathan Rea, che deve accontentarsi nuovamente della seconda posizione. Chiude il podio Michael van der Mark, mentre i due piloti Ducati risalgono la china, Chaz Davies è quarto e Alvaro Bautista quinto.

La pista di Magny-Cours accoglie piloti e squadre con un sole splendente che ha permesso di disputare la Superpole Race sull’asciutto. Nei dieci giri di gara sprint le lotte non sono mancate ed a spuntarla è ancora una volta Toprak Razgatlioglu, che vince per la seconda volta consecutiva piegando Jonathan Rea. Il turco detta legge dopo una grande rimonta dalla 16esima casella e combatte senza sconti contro il Campione in carica. Rea prova a frenare la corsa del compagno di marca, ma deve accontentarsi della seconda posizione finale, mentre Michael van der Mark, sale sul terzo gradino del podio. L’olandese limita i danni dopo un inizio entusiasmante ed un finale sottotono. Grande rimonta anche per i due piloti Ducati, Chaz Davies è quarto e precede Alvari Bautista, quinto dopo essere partito dalla 14esima piazza.

Al semaforo è Michael van der Mark ad ottenere lo spunto migliore e riesce a beffare Jonathan Rea, che deve accodarsi ma gli resta attaccato e prova subito l’attacco. L’olandese però chiude e resiste, mentre Leon Haslam e Tom Sykes sono spettatori alle loro spalle. Intanto Toprak Razgatlioglu recupera dalla 16esima alla quinta posizione in soli due giri e si inserisce prepotentemente nella lotta per il podio.

Grande rimonta anche per Alvaro Bautista, che passa dalla 14esima casella all’ottavo posto e si porta alle spalle del compagno di squadra Chaz Davies. I due sono alle calcagna di Alex Lowes, un po’ più staccato rispetto al gruppo di testa. Il britannico della Yamaha non riesce a resistere agli attacchi del gallese della Ducati e viene sopravanzato anche dallo spagnolo

Intanto Rea prende il comando della gara con un sorpasso nel cambio direzione e prova la fuga, ma van der Mark non lo lascia scappare. Molto incisivo è anche Razgatlioglu, che supera sia Sykes sia Haslam e si porta in terza posizione, cominciando a farsi pericoloso anche sul duo di testa. Il turco non deve attendere molto e sferra l’attacco all’alfiere Yamaha andando così a caccia di Rea.

A metà gara il leader del mondiale è ancora al comando, con Razgatlioglu e van der Mark che inseguono da vicino. I primi tre hanno ben 8 decimi di vantaggio sugli inseguitori, primo dei quali Chaz Davies, che pian piano di avvicina ad un van der Mark in difficoltà. Dietro di lui Bautista lotta con Haslam e riesce a sopravanzarlo, mentre Haslam ha la meglio su Lowes con un sorpasso durissimo in cui i due vanno al contatto.

Mentre a metà gruppo si battaglia per la quarta posizione, Razgatlioglu rompe gli indugi ed attacca Rea, andando a prendersi la prima posizione. Il britannico della Kawasaki ufficiale deve accodarsi, ma gli resta vicino, provando l’attacco ma invano. L’alfiere Puccetti riesce a chiudere bene tutte le porte ed impedisce l’ingresso ad un Rea comunque molto aggressivo. I due sembrano fare una gara a parte, van der Mark è terzo ma a quasi otto decimi dagli avversari davanti a lui e fatica a tenere il passo. L’olandese deve guardarsi le spalle da un arrembante Davies, che ricuce il distacco e si avvicina pericolosamente.

All’ultimo giro Rea prova l’attacco, ma va largo e Razgatlioglu torna dentro e ritorna in testa, frenando ogni idea del compagno di marca e beffandolo al traguardo. Il turco vince anche la Superpole Race davanti al Campione del mondo in carica, mentre Michael van der Mark riesce a contenere Davies e conquista l’ultimo gradino del podio. Le due Ducati chiudono la gara sprint in quarta e quinta posizione rispettivamente dopo una bella rimonta.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Turkey Toprak Razgatlıoğlu
Kawasaki 10 16'17.186
2 United Kingdom Jonathan Rea
Kawasaki 10 16'17.505 0.319 0.319
3 Netherlands Michael van der Mark
Yamaha 10 16'18.672 1.486 1.167
4 United Kingdom Chaz Davies
Ducati 10 16'19.570 2.384 0.898
5 Spain Alvaro Bautista
Ducati 10 16'22.150 4.964 2.580
6 United Kingdom Alex Lowes
Yamaha 10 16'22.843 5.657 0.693
7 France Loris Baz
Yamaha 10 16'25.945 8.759 3.102
8 United Kingdom Tom Sykes
BMW 10 16'26.405 9.219 0.460
9 United Kingdom Leon Haslam
Kawasaki 10 16'27.316 10.130 0.911
10 Italy Michael Ruben Rinaldi
Ducati 10 16'29.993 12.807 2.677
11 Germany Sandro Cortese
Yamaha 10 16'31.178 13.992 1.185
12 Italy Marco Melandri
Yamaha 10 16'33.609 16.423 2.431
13 Ireland Eugene Laverty
Ducati 10 16'34.996 17.810 1.387
14 Argentina Leandro Mercado
Kawasaki 10 16'35.149 17.963 0.153
15 Spain Jordi Torres
Kawasaki 10 16'35.455 18.269 0.306
16 United Kingdom Leon Camier
Honda 10 16'35.887 18.701 0.432
17 Germany Markus Reiterberger
BMW 10 16'37.892 20.706 2.005
18 France Sylvain Barrier
Ducati 10 16'51.108 33.922 13.216
19 Italy Alessandro Del Bianco
Honda 10 16'51.261 34.075 0.153
20 Japan Ryuichi Kiyonari
Honda 10 17'15.482 58.296 24.221
Articolo successivo
Magny-Cours: Camier potrebbe restare in SBK nel 2020

Articolo precedente

Magny-Cours: Camier potrebbe restare in SBK nel 2020

Articolo successivo

SBK, Magny-Cours, Gara 2: Rea trionfa ed è Campione del mondo

SBK, Magny-Cours, Gara 2: Rea trionfa ed è Campione del mondo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Magny-Cours
Sotto-evento SBK SP Gara
Location Circuit de Nevers Magny-Cours
Autore Lorenza D'Adderio