SBK: Ducati a Misano in cerca del riscatto

Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi arrivano al round di Misano con grandi ambizioni e con l’obiettivo di lasciarsi alle spalle la difficile domenica dell’Estoril di due settimane fa. Sarà importante non fare errori, ma i due piloti Aruba.it Racing – Ducati sono concentrati e determinati a far bene.

SBK: Ducati a Misano in cerca del riscatto

Dopo due settimane di stop, la Superbike torna in pista e lo fa a Misano. Il tracciato romagnolo ospita il terzo round della stagione, che sarà anche l’appuntamento di casa di Ducati. A distanza di due anni dall’ultima gara al Marco Simoncelli World Circuit,le derivate di serie tornano a correre davanti ad un nutrito pubblico e sulla pista di casa, la Rossa di Borgo Panigale è determinata a riscattarsi.

Scott Redding arriva a Misano da inseguitore in classifica, è terzo a 36 lunghezze dal leader Jonathan Rea ed è pronto a lasciarsi alle spalle Gara 2 del round portoghese: “L’errore in Gara 2 ad Estoril è stato un errore grave. Ma c’è ancora tempo per recuperare. È chiaro che non possiamo più sbagliare, anzi, sarà necessario essere perfetti per poter recuperare lo svantaggio”.

Ducati sul tracciato di Misano ha già girato per svolgere dei test durante l’inverno, ma le condizioni che troverà questo weekend saranno ben diverse: “Sono curioso di vedere cosa succederà a Misano perché non ho mai girato su questo circuito con temperature piuttosto alte come quelle che troveremo. È un appuntamento importante, il gran premio di casa per il team Aruba e per Ducati ed anche per questo motivo sono determinato e convinto di poter fare bene”.

Misano sarà un bel banco di prova anche per Michael Ruben Rinaldi, che correrà proprio davanti al suo pubblico e lo farà per la prima volta da pilota ufficiale. Il romagnolo, nonostante l’incidente che ha condizionato Gara 2 in Portogallo, arriva al round dell’Emilia Romagna con grandi ambizioni e consapevolezza di poter far bene.

“Arriviamo a Misano con il morale alto – afferma Rinaldi – perché a prescindere dall’incidente in Gara 2, quello dell’Estoril è stato un weekend molto positivo con un feeling in costante crescita. È chiaro che questo sia un weekend del tutto particolare per me. Sono veramente felice che il circuito sia stato aperto ad un bel numero di tifosi e sarà bellissimo sentire il loro calore dopo tanti mesi di gare senza pubblico. Il circuito mi piace molto e durante i test pre-season le sensazioni erano positive. Ci sono tutti i presupposti per poter ottenere risultati importanti”.

condividi
commenti
SBK: Pirelli porta conferme e novità nel round di Misano
Articolo precedente

SBK: Pirelli porta conferme e novità nel round di Misano

Articolo successivo

Kawasaki e Rea, a Misano per consolidare il primato

Kawasaki e Rea, a Misano per consolidare il primato
Carica i commenti