Buriram, Libere 1: Jonathan Rea parte forte e precede le Ducati

Il campione del mondo della Kawasaki apre il weekend con il miglior tempo, ma è tallonato dalle due Panigale R di Melandri e Davies, seguite pure da quella di Fores. Quinto c'è Sykes davanti alle due Yamaha.

Buriram, Libere 1: Jonathan Rea parte forte e precede le Ducati

Dopo aver fatto doppietta a Phillip Island, Jonathan Rea ha iniziato alla grande anche il round di Buriram del Mondiale Superbike 2017, mettendo la sua Kawasaki davanti a tutti nella prima sessione di prove libere.

Il campione del mondo in carica ha fermato il cronometro su un tempo di 1'33"742, grazie al quale ha preceduto di 110 millesimi la Ducati di Marco Melandri. Un ottimo avvio quindi per il pilota ravennate, che stamani girava per la prima volta sul tracciato thailandese.

Una pista che sulla carta doveva essere abbastanza ostica per la Panigale R, viste le sue caratteristiche start & stop, anche se per ora non è stato affatto così, visto che in terza ed in quarta posizione troviamo Chaz Davies e Xavi Fores, distanziati rispettivamente di due e cinque decimi.

A completare la top five c'è l'altra Kawasaki di Tom Sykes, che precede le due Yamaha ufficiali affidate ad Alex Lowes e Michael van der Mark. A braccetto anche le due BMW dell'Althea Racing, con Jordi Torres in ottava posizione davanti al compagno Markus Reiterberger.

La Honda di Nicky Hayden per ora si è dovuta accontentare della decima piazza ad oltre 1"2, seguita dalle due Aprilia di Lorenzo Savadori ed Eugene Laverty. Ai box per tutta la sessione invece la MV Agusta di Leon Camier, che quindi non ha tempi a referto.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Riccardo Russo occupa la 16esima posizione con la sua Yamaha, giusto davanti alla Kawasaki del sammarinese Alex De Angelis. Chiude il gruppo la Kawasaki del Grillini Racing affidata ad Ayrton Badovini.

Cla#PilotaBikeGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1 united_kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 1'33.742     174.888
2 33 italy Marco Melandri Ducati 22 1'33.852 0.110 0.110 174.683
3 7 united_kingdom Chaz Davies Ducati 22 1'33.947 0.205 0.095 174.506
4 12 spain Javier Fores Ducati 21 1'34.319 0.577 0.372 173.818
5 66 united_kingdom Tom Sykes Kawasaki 19 1'34.329 0.587 0.010 173.800
6 22 united_kingdom Alex Lowes Yamaha 19 1'34.363 0.621 0.034 173.737
7 60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 20 1'34.530 0.788 0.167 173.430
8 81 spain Jordi Torres BMW 27 1'34.710 0.968 0.180 173.101
9 21 germany Markus Reiterberger BMW 23 1'34.864 1.122 0.154 172.820
10 69 united_states Nicky Hayden Honda 19 1'34.969 1.227 0.105 172.628
11 32 italy Lorenzo Savadori Aprilia 22 1'34.991 1.249 0.022 172.588
12 50 united_kingdom Eugene Laverty Aprilia 21 1'35.037 1.295 0.046 172.505
13 88 switzerland Randy Krummenacher Kawasaki 20 1'35.071 1.329 0.034 172.443
14 6 germany Stefan Bradl Honda 22 1'35.524 1.782 0.453 171.625
15 40 spain Roman Ramos Kawasaki 23 1'35.542 1.800 0.018 171.593
16 84 italy Riccardo Russo Yamaha 21 1'35.606 1.864 0.064 171.478
17 15 san_marino Alex de Angelis Kawasaki 22 1'36.688 2.946 1.082 169.559
18 37 czech_republic Ondřej Ježek Kawasaki 22 1'36.823 3.081 0.135 169.323
19 86 italy Ayrton Badovini Kawasaki 18 1'37.052 3.310 0.229 168.923
  2 united_kingdom Leon Camier MV Agusta 1        

 

condividi
commenti
Reiterberger e Torres a Buriram per puntare ancora alla zona punti
Articolo precedente

Reiterberger e Torres a Buriram per puntare ancora alla zona punti

Articolo successivo

Buriram, Libere 2: Rea si conferma davanti a Sykes, ma le Ducati sono lì

Buriram, Libere 2: Rea si conferma davanti a Sykes, ma le Ducati sono lì
Carica i commenti