Misano, Libere 1: Savadori subito competitivo

Misano, Libere 1: Savadori subito competitivo

Alle sue spalle un altro italiano, Roberto Tamburini, ma staccato dalla vetta di oltre sei decimi di secondo

Si apre subito bene il fine settimana di gara a Misano Adriatico per i colori italiani. Sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli il più rapido della prima sessione di prove libere della Superstock 1000 è stato Lorenzo Savadori, che è riuscito a precedere un altro nostro portacolori: Roberto Tamburini.

Il pilota dell'Aprilia ha mostrato di trovarsi subito a meraviglia sul tracciato di casa, stampando subito un buon 1'37"598 che lo ha posto in vetta alla prima classifica di giornata. Savadori è rimasto in testa per quasi tutta la durata del turno di prove, quasi una trentina i minuti, e nessuno è riuscito ad avvicinare il suo ottimo crono.

Secondo tempo per Roberto Tamburini, bravo a portare la sua BMW S1000 RR alle spalle del velocissimo connazionale. Anche per Roberto si tratta della gara di casa, essendo originario di Rimini, cittadina a pochi passi da Misano Adriatico, e questo aspetto lo pone tra i principali favoriti per la vittoria finale. Al momento, però, Tamburini si trova staccato di oltre sei decimi di secondo dal connazionale. 

Dietro i due italiani ecco Ondrej Jezek. Il pilota ceco ha colto la terza posizione in sella alla sua Ducati 1199 Panigale R, staccato di 770 millesimi di secondo dalla vetta detenuta da Savadori. Il ducatista ha tenuto alle proprie spalle Florian Marino, scatenato negli ultimi minuti della sessione e molto vicino a strappare il secondo tempo a Tamburini grazie a un giro - l'ultimo - rapidissimo, in cui ha però incredibilmente rallentato proprio in uscita dall'ultima curva, accontentandosi del quarto tempo assoluto.

Quinto posto per un altro pilota transalpino, Jeremy Guarnoni, il quale appare più in palla nelle ultime gare rispetto al periodo d'appannamento mostrato negli appuntamenti di metà stagione. Molto buono il sesto tempo fatto registrare da Kevin Calia, in sella alla seconda Aprilia RSV4 RF, staccato però di 933 millesimi di secondo dal compagno di squadra, ma appena di tre centesimi da Guarnoni. Kevin Coghlan ha invece chiuso all'ottavo posto ed è risultato il primo pilota ad aver subito un distacco superiore al secondo.

Sylvain Barrier, giunto a pochi decimi da Kevin Coghlan, ha invece ottenuto l'ottavo tempo, precedendo le due BMW S1000 RR del bravo Federico D'Annunzio e Matthieu Lussiana. Appena fuori dalla Top Ten Luca Marconi, Fabio Massei e Raffaele De Rosa

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Superstock 1000
Piloti Lorenzo Savadori , Roberto Tamburini , Ondřej Ježek
Articolo di tipo Ultime notizie