Il WorldSSP300 cambia format: due gare e griglia ampliata

condividi
commenti
Il WorldSSP300 cambia format: due gare e griglia ampliata
Di: Lorenza D'Adderio
31 ott 2018, 10:26

A partire dal 2019 la classe più leggera delle derivate di serie amplia la griglia e la suddivide in due gruppi. Inoltre concluderà la stagione a Losail, aggiungendo così una data al proprio calendario.

Ana Carrasco
Ana Carrasco, Scott Deroue
Scott Deroue
Scott Deroue
Scott Deroue, MTM HS Kawasaki
Daniel Valle, Halcourier Racing, Scott Deroue, MTM HS Kawasaki
Podio SSP300: il vincitore della gara Luca Grunwald, il secondo classificato Glenn Van Straalen, il terzo classificato Scott Deroue

Il Mondiale Superbike si è concluso da poco, ma si è già proiettati verso la prossima stagione, che vede novità non solo per la classe principale ma anche per la più leggera delle derivate di serie. La Supersport 300 infatti cambia format e ad annunciarlo sono proprio Dorna e WSBK Organization. Dopo l’addio della Superstock 1000 si concentreranno le energie sulle tre classi, che vengono rese più avvincenti.

Sulla scia delle tre gare in Superbike, anche la Supersport 300 subirà dei profondi cambiamenti: la griglia verrà ampliata e suddivisa in due sottocategorie, sia per quanto riguarda le prove libere che per le qualifiche. Al termine di quest’ultima sessione, i primi 30 passano direttamente alla gara della domenica.

Tutti gli altri piloti che restano fuori dalle prime 30 posizioni dovranno disputare una gara extra. Questa permetterà di avere un’ultima occasione per poter accedere a quella principale della domenica. Solo i primi sei riusciranno a passare ‘il taglio’ per poter arrivare a disputare l’intero weekend.

Le novità però non riguardano solamente il format, ma anche l’ampliamento del calendario. A partire dal 2019 infatti, la stagione del WorldSSP300 non si concluderà con l’ultimo Round europeo, ma a Losail. Il mondiale delle derivate di serie quindi chiuderà l’anno a Losail con tutte e tre le classi, Superbike, Supersport e Supersport 300.

Gregorio Lavilla, Direttore Sportivo WorldSBK, afferma: “Siamo contenti del successo della serie WorldSSP300 da quando è stata inaugurata nel 2017 e cerchiamo sempre di offrire grandi azioni ai piloti in pista. Con questo nuovo format, diamo ai piloti la possibilità di trascorrere più tempo in circuito, più occasioni di stupire e mole più opportunità di intrattenere i fan”.

“Nel 2019, il WorldSSP300 correrà anche al di fuori dei Round europei”, prosegue. “Questo rappresenta un grande passo in avanti verso l’espansione della classe. Il nostro obiettivo a lungo termine è vedere crescere i giovani talenti e rendere questa classe un trampolino di lancio verso il WorldSSP ed infine il WorldSBK”. 

Anche Fabio Muner, Direttore Sportivo FIM, esprime la propria soddisfazione e guarda con fiducia al progetto: “Consideriamo il WorldSSP300 un ottimo trampolino di lancio per i giovani atleti che puntano al WorldSBK. I cambi per il 2019 renderanno le gare ancora più serrate, solo i piloti più tosti e veloci riusciranno a completare l’interno fine settimana. I giovani piloti avranno un’opportunità ancora più grande, potranno acquisire maggiore esperienza in pista e si dirigeranno verso circuiti nuovi ed internazionali. Ci saranno molti cambiamenti che faranno guadagnare esperienza sul campo e renderanno lo spettacolo più avvincente per il pubblico”. 

Articolo successivo
Sandro Cortese, da rookie a campione del mondo della Supersport

Articolo precedente

Sandro Cortese, da rookie a campione del mondo della Supersport

Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Supersport
Autore Lorenza D'Adderio
Tipo di articolo Ultime notizie