Test Phillip Island, Day 1: Marquez al top, Valentino rischia ma è vicino

La Honda sembra aver fatto un passo avanti deciso rispetto alla Malesia, con il campione che precede il "Dottore", che si salva in extremis da una caduta. Bene Iannone terzo davanti a Vinales, indietro le Ducati ufficiali.

Test Phillip Island, Day 1: Marquez al top, Valentino rischia ma è vicino

Alla conclusione dei test in Malesia, Marc Marquez aveva detto di voler attendere i test di Phillip Island prima di dare un giudizio definitivo sul materiale che la Honda aveva preparato per la stagione 2017 (due nuovi motori, con l'obbligo di scegliere su quale puntare).

A quanto pare il campione del mondo in carica è stato saggio, perché in Australia la musica sembra essere cambiata decisamente rispetto a Sepang: Marquez ha ottenuto il miglior tempo nella giornata inaugurale, iniziata con una temperatura piuttosto bassa, che però è andata via via salendo, permettendo di migliorare i tempi.

Lo spagnolo ha completato 68 giri, spingendo la sua RC213V fino ad un interessante 1'29"497 che gli ha permesso di staccare di 186 millesimi la Yamaha di Valentino Rossi. Il "Dottore", che ha rischiato anche di incappare in una caduta alla Siberia, salvandosi proprio in extremis, ha ottenuto il suo miglior tempo proprio all'ultimo giro lanciato.

In terza posizione, ma a 492 millesimi, c'è la Suzuki di Andrea Iannone, ma non è un novità che questo tracciato piaccia particolarmente al pilota di Vasto, nonostante qualche problemino di elettronica. Così come è nell'elenco delle preferite di Maverick Vinales, che però si è approcciato con calma a questo test ed ha piazzato la sua Yamaha al quarto posto, staccato di poco meno di mezzo secondo.

Il quinto tempo di Cal Crutchlow, vincitore qui lo scorso anno, conferma i progressi fatti dalla Honda nelle ultime due settimane, mentre la migliore delle Ducati è quella di Danilo Petrucci in sesta posizione. Il portacolori del Pramac Racing è riuscito a fare meglio delle altre due Desmosedici ufficiali e per lui deve essere una bella soddisfazione.

Andrea Dovizioso è solo ottavo, alle spalle anche dell'altra Honda di Dani Pedrosa, anche se il suo crono è distante di meno di due decimi da quello di "Petrux". Jorge Lorenzo invece è subito fuori dalla top ten, in 11esima piazza a 1"1. Lo spagnolo quindi è più o meno in linea con i tempi del compagno, ma forse avrebbe sperato di fare qualcosina in più.

Davanti a lui ci sono anche Jack Miller, unico pilota schierato dalla Marc VDS in questo test (Tito Rabat è ancora alle prese con l'infortunio di Sepang), e l'esordiente Jonas Folger, che ancora una volta ha dimostrato di trovarsi particolarmente a suo agio in sella alla Yamaha Tech 3.

In 12esima piazza troviamo Alvaro Bautista, che è uno dei numerosi piloti che oggi sono finiti ruote all'aria, fortunatamente senza conseguenze. Di questo elenco fanno parte anche Hector Barbera, Scott Redding, Pol Espargaro e Sam Lowes, caduto addirittura due volte con l'Aprilia, che ha rimandato a domani il debutto della nuova veste aerodinamica.

Parlando proprio della Casa di Noale, Aleix Espargaro ha piazzato la RS-GP in 14esima posizione con un distacco di 1"3 dalla vetta. Il fratello Pol invece è 17esimo con la KTM, pagando 1"7, quindi meno rispetto a Sepang, ma anche su un tracciato decisamente più breve.

Pos.PilotaTeamTempoGap
1 Marc Marquez Repsol Honda Team 1:29.497  
2 Valentino Rossi Movistar Yamaha MotoGP 1:29.683 0.186
3 Andrea Iannone Team SUZUKI ECSTAR 1:29.926 0.429
4 Maverick Vinales Movistar Yamaha MotoGP 1:29.989 0.492
5 Cal Crutchlow LCR Honda 1:30.065 0.568
6 Danilo Petrucci Octo Pramac Racing 1:30.262 0.765
7 Dani Pedrosa Repsol Honda Team 1:30.281 0.784
8 Andrea Dovizioso Ducati Team 1:30.410 0.913
9 Jack Miller Team EG 0,0 Marc VDS 1:30.426 0.929
10 Jonas Folger Monster Yamaha Tech 3 1:30.578 1.081
11 Jorge Lorenzo Ducati Team 1:30.631 1.134
12 Alvaro Bautista Pull&Bear Aspar Team 1:30.770 1.273
13 Hector Barbera Reale Esponsorama Racing 1:30.771 1.274
14 Aleix Espargaro Aprilia Racing Team Gresini 1:30.802 1.305
15 Johann Zarco Monster Yamaha Tech 3 1:30.867 1.370
16 Karel Abraham Pull&Bear Aspar Team 1:31.179 1.682
17 Pol Espargaro Red Bull KTM Factory Racing 1:31.200 1.703
18 Loris Baz Reale Esponsorama Racing 1:31.249 1.752
19 Alex Rins Team SUZUKI ECSTAR 1:31.432 1.935
20 Scott Redding Octo Pramac Racing 1:31.755 2.258
21 Sam Lowes Aprilia Racing Team Gresini 1:32.307 2.810
22 Bradley Smith Red Bull KTM Factory Racing 1:32.690 3.193

 

condividi
commenti
Preview: i punti salienti dei test di Phillip Island di MotoGP
Articolo precedente

Preview: i punti salienti dei test di Phillip Island di MotoGP

Articolo successivo

Valentino: "Marquez è il riferimento, soprattutto sul passo gara"

Valentino: "Marquez è il riferimento, soprattutto sul passo gara"
Carica i commenti