Rossi: “Ecco la mia ultima gara, ma penso sia giusto così”

Valentino Rossi si appresta a disputare il suo ultimo gran premio della carriera e Valencia sarà teatro della fine dell'era del Dottore. Nonostante tutto, Vale crede fermamente che dire basta sia stata la decisione giusta. Discorso diverso per Andrea Dovizioso, che sfrutterà il Gran Premio di Valencia come preparazione al 2022, in cui disporrà di una M1 aggiornata.

Rossi: “Ecco la mia ultima gara, ma penso sia giusto così”

Ci siamo, il Gran Premio di Valencia è alle porte e, con la fine della stagione 2021 si conclude un’era, quella di Valentino Rossi. Il Circuito Ricardo Tormo sarà teatro dell’ultimo spettacolo del Dottore, uno show durato 26 anni e che, purtroppo, non si conclude nel migliore dei modi. Ad ogni modo, il nove volte campione del mondo sfrutterà la gara in Spagna, consueto appuntamento conclusivo della stagione, per salutare la MotoGP e spera di farlo nel migliore dei modi.

Il tracciato valenciano non è uno dei preferiti di Rossi, che qui ha conquistato due vittorie, sette podi e tre pole position. Certo, la delusione dopo il Gran Premio dell’Algarve era evidente e le grandi difficoltà incontrate in questo 2021 lasciano pensare che sia molto complicato salire sul podio o sperare di essere nelle posizioni di testa. L’obiettivo del Dottore questo fine settimana è quello di conquistare dei punti, ma soprattutto di dare l’addio al suo mondo, la MotoGP, dopo tanti anni di gloria e di amore incondizionato da parte del suo pubblico.

 “Valencia è sempre un weekend speciale – afferma Valentino Rossi – può essere una gara difficile sotto diversi punti di vista, soprattutto perché è l’ultimo appuntamento dell’anno, a parte l’anno scorso in cui abbiamo finito la stagione in Portogallo. Ad ogni modo, è una pista dove ho avuto diversi bei ricordi. Spero che il tempo sarà buono, così potremo concentrarci sul finire l’ultima gara nella top 15 e conquistare qualche punto. Anche se sarà la mia ultima gara in MotoGP, mi sento bene e penso che sia giusto, soprattutto perché questa è stata una stagione molto lunga. Forse i giorni dopo il weekend saranno un po’ diversi quest’anno, ma vedremo. Spero di avere l’opportunità di dire ‘ciao’ ai miei tifosi in maniera positiva e ringraziarli per il supporto”.

Dovizioso: “Felice di finire questa stagione per iniziare il 2022”

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Tornato in sella a stagione in corso, Andrea Dovizioso sta ancora lavorando sull’adattamento alla M1 e, al contrario di Valentino Rossi, è proiettato già verso il prossimo anno. Portimao è stata una gara decisamente negativa per il forlivese in termini di risultati, ma il lavoro portato avanti in ottica di fiducia ed esperienza lo lascia soddisfatto.

Dovizioso guida ora la Yamaha che era stata di Franco Morbidelli e dispone quindi della versione meno aggiornata, di cui durante il fine settimana lusitano si è più volte lamentato. Queste ultime gare del 2021 però saranno di preparazione alla prossima stagione, che lo vedrà in sella alla M1 più aggiornata. Anche il Gran Premio di Valencia rappresenterà dunque un weekend di lavoro in più per arrivare il più pronto possibile al 2022.

“Spero che questo weekend saremo in grado di continuare ad adattarci maggiormente alla moto, dato che abbiamo fatto dei piccoli passi in avanti lo scorso fine settimana a Portimao. Sarà importante mantenerci così e continuare a lavorare nella giusta direzione a Valencia per concludere la stagione al meglio che possiamo. Il mio obiettivo principale è di guadagnare una maggiore fiducia sulla moto, per me questo è molto importante da fare prima della fine della stagione. Anche se mi sto divertendo a guidare e fare esperienza, sono felice di finire la stagione, magari con qualche punto in più, perché non vedo l’ora di iniziare il 2022”.

condividi
commenti
Petrucci amaro: "Era uno dei migliori weekend dell'anno"
Articolo precedente

Petrucci amaro: "Era uno dei migliori weekend dell'anno"

Articolo successivo

Marquez e Sainz diventano protagonisti de La Casa di Carta

Marquez e Sainz diventano protagonisti de La Casa di Carta
Carica i commenti