MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid

Il pilota Suzuki ha deciso di mettere all’asta l’edizione speciale del suo casco usata a Motegi lo scorso anno. Il ricavato andrà alla Croce Rossa spagnola per la lotta al Coronavirus.

MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid

La ripartenza della MotoGP è sempre più vicina e manca solamente l’ufficialità del calendario, che quest’anno però vede l’assenza del Gran Premio del Giappone. L’appuntamento di Motegi salta per la prima volta dal 1986, così molte squadre del Sol Levante non avranno l’opportunità di correre davanti al proprio pubblico.

Il Giappone però è centrale nell’iniziativa di Álex Rins, che ha deciso di mettere all’asta il casco utilizzato proprio lo scorso anno durante la gara di Motegi. Il pilota spagnolo infatti donerà l’edizione speciale del casco, creato proprio in occasione della gara di casa del suo team, Suzuki, per raccogliere fondi nella lotta al Covid-19. I proventi infatti andranno alla Croce Rossa Spagnola, che cercherà di far fronte alla pandemia che ha colpito il mondo e ha costretto anche la MotoGP a rimandare l’inizio della stagione.

Leggi anche:

Il portacolori Suzuki ha lanciato l’iniziativa comunicandolo tramite il suo profilo Instagram. Nel video pubblicato afferma: “Ciao a tutti, sono Álex Rins e con questo casco voglio dare il mio piccolo contributo nella lotta al Covid-19. Come già sapete, questo per me è un casco speciale, con cui ho corso il gran premio del Giappone del 2019. È un’edizione speciale che ho fatto per il Giappone, che è il paese di Suzuki. Grazie mille!”.

L’iniziativa di Rins si somma a molte già messe in atto da piloti sia spagnoli sia italiani, che con aste di beneficienza hanno contribuito a sostenere chi è in prima linea nella lotta al Covid-19.

 
condividi
commenti
Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali

Articolo precedente

Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali

Articolo successivo

Guidotti: "Miller sembrava un rookie all'arrivo in Pramac"

Guidotti: "Miller sembrava un rookie all'arrivo in Pramac"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Autore Lorenza D'Adderio