MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
12 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
19 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
47 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
75 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
82 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
96 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
103 giorni
23 ott
-
25 ott
Canceled
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
131 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali

condividi
commenti
Il motociclismo perde una leggenda: è morto Carlo Ubbiali
Di:
2 giu 2020, 13:42

Il 9 volte campione del mondo, uno dei più vincenti della storia del motociclismo, si è spento a 90 a causa di un problema respiratorio.

Il motociclismo italiano piange oggi la scomparsa di una sua leggenda. Si è spento a 90 anni Carlo Ubbiali, il pilota di casa nostra più titolato tra le due ruote insieme a Giacomo Agostini e Valentino Rossi, che si è arreso ad un problema respiratorio per cui era ricoverato dall'inizio di maggio.

Nato nel 1929 e bergamasco proprio come Agostini, Ubbiali è salito per ben nove volte sul tetto del mondo: 6 volte nella 125cc e 3 nella 250cc. Ma è la sua percentuale di successi nel Mondiale ad essere impressionante, con 39 vittorie in appena 74 partenze.

Numeri che, insieme ai suoi otto titoli tricolori, lo resero uno dei piloti più amati degli anni '50. Il suo debutto infatti avvenne nel 1949, conquistando a soli 19 anni il quarto nel Gran Premio di Svizzera di classe 125cc. Il primo podio arrivò invece nella gara successiva, quando giunse terzo nel Gran Premio d'Olanda.

Nell'arco di 12 stagioni, il suo nome è stato legato in maniera indissolubile alla MV Agusta, con la quale ha corso per quasi tutta la sua carriera.

Ad oggi, rimane il quarto pilota più titolato della storia: più di lui hanno vinto Agostini (15 titoli), Angel Nieto (13), mentre Valentino Rossi lo affianca a quota nove. Anche per questo lo scorso 16 dicembre era stato premiato con il "Collare d'Oro" al merito sportivo, il riconoscimento più prestigioso che viene conferito dal CONI.

"Ho un grande ricordo di Ubbiali. Avevo 10 anni quando vinceva tutto e sognavo di diventare come lui un giorno. È stato per me un esempio, un incentivo e una fonte d'ispirazione. Un vero e proprio punto di riferimento" ha detto Giacomo Agostini all'agenzia ANSA.

"Correva con la testa, da grande campione, con intelligenza e furbizia. All'epoca si vedeva poco in tv, leggevo le sue imprese sui giornali. Lo descrivevano con fosse un tutt'uno con la moto. Siamo accomunati dalla MV Agusta: quando ingaggiarono me chiesero informazioni sul mio conto a lui" ha aggiunto.

Articolo successivo
Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"

Articolo precedente

Petrucci: "Ducati ha deciso di non continuare il nostro rapporto"

Articolo successivo

MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid

MotoGP: Rins mette all’asta il suo casco per la lotta al Covid
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Carlo Ubbiali
Autore Matteo Nugnes