Valentino: "Vinco quando parto ottavo? Mi piace..."

Valentino: "Vinco quando parto ottavo? Mi piace..."

Cabala a parte, il "Dottore" avrebbe preferito partire più avanti, perché crede di avere un passo competitivo

L'ottavo posto non è sicuramente il risultato che avrebbe sperato Valentino Rossi per le qualifiche del Mugello. Il "Dottore" però è riuscito a vedere il bicchiere mezzo pieno, perché se non altro è riuscito a migliorare il feeling con la sua M1 ed è convinto di avere un buon passo in ottica gara. Nel warm-up però serve ancora un piccolo step.

"A parte la posizione, visto che sono solamente ottavo, in terza fila, credo che oggi sia andata abbastanza bene. Iero ero più in difficoltà e non riuscivo a guidare come avrei voluto. Oggi abbiamo trovato la via giusta per la messa a punto e siamo andati sempre meglio. La moto oggi pomeriggio era già abbastanza veloce e mi consente di tenere un buon passo anche con le gomme usate. Se vogliamo fare una bella gara, dobbiamo cercare di migliorare ancora nel warm-up di domani mattina" ha detto il pilota della Yamaha.

Il nove volte iridato ha ammesso di non essere riuscito a sfruttare tutto il suo potenziale in qualifica. Ma ha anche sottolineato che le gomme soft hanno fatto una bella differenza: "Sicuramente partire in terza fila rende tutto più difficile, ma in qualifica oggi mi è mancato qualcosa: potevo fare qualcosa in più dal punto di vista personale. Inoltre su questa pista le gomme soft hanno fatto una bella differenza in qualifica, perché davanti abbiamo tre Ducati ed anche una Suzuki. Credo comunque che ci sia il margine per fare una bella gara perché pomeriggio sono riuscito a guidare bene".

Con lui e Marc Marquez indietro (lo spagnolo è addirittura 13esimo), i primi giri di gara rappresentano una bella incognita: "Naturalmente non devo pensare a Marquez che è dietro, ma devo badare a quelli davanti. Devo assolutamente provare a partire forte e ad essere veloce nelle prime curve. Non sono tanto lontano, sono in terza fila, anche perché poi ho un buon passo. Il più grande problema però è che Jorge è secondo, perché è quello che sembra avere il ritmo migliore assieme a Dovizioso. Dietro poi c'è anche Marquez, che oggi ha fatto un paio di errori di strategia, ma è stato anche molto veloce con la gomma usata. Poi non bisogna dimenticare le Ducati e Pedrosa. Pirro è stato bravissimo, ha fatto una gran qualifica, ma non è abituato a stare davanti in MotoGp nei primi giri. Diciamo quindi che all'inizio ci saranno diverse incognite".

C'è però un dato statistico che ha fatto sorridere Valentino: le sue ultime tre vittorie sono arrivate proprio scattando dall'ottava posizione. Oggi però sarebbe andato volentieri contro la cabala: "Ero nono e proprio all'ultimo giro ho tolto 20 millesimi passando ottavo. Sicuramente questa cosa mi piace, ma avrei preferito andare contro la cabala e partire quarto o quinto per essere più vicino a Jorge".

Foto: Ciabatti

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie