MotoGP
18 set
FP3 in
10 Ore
:
47 Minuti
:
48 Secondi
09 ott
Prossimo evento tra
20 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
34 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
48 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
55 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
62 giorni

MotoGP, Jerez, Warm-Up: Marquez al top nonostante un problema, Rossi 15esimo

condividi
commenti
MotoGP, Jerez, Warm-Up: Marquez al top nonostante un problema, Rossi 15esimo
Di:

Il pilota della Honda è rimasto fermo alla fine del primo giro ed è caduto nel tentativo di riportare la moto al box. Una volta tornato in pista però ha staccato il miglior tempo davanti a Vinales e Mir. Morbidelli si conferma tra i migliori, indietro Dovi e Rossi.

E' il favorito per la gara di oggi pomeriggio, ma intanto Marc Márquez Alenta ( Marc Marquez ) è stato il grande protagonista anche del Warm-Up del GP di Spagna di MotoGP, nel bene e nel male. Il portacolori della Honda ha staccato il miglior tempo in 1'37"595, con la scelta di gomme fatta dalla maggior parte dei piloti in griglia, ovvero una media all'anteriore ed una dura al posteriore.

Prima di questo però gliene sono successe un po' di tutti i colori, anche se per certi versi non è stata neanche colpa sua: dopo appena un giro, la sua RC213V si è ammutolita in prossimità dell'ultima curva. A quel punto Marc ha provato a tagliare nella corsia box prima dell'inizio del muretto per non perdere tempo, ma è anche caduto mentre effettuava questa manovra. Nulla di grave comunque, visto che poco dopo ha ripreso la via della pista, rendendosi anche protagonista di una brutta sbacchettata alla curva 2, che però è stata solo il preludio al miglior tempo.

Leggi anche:

Alle sue spalle c'è la Yamaha Factory Racing di Maverick Viñales, anche lui con gomma media e dura, che sembra aver trovato un ritmo interessante in questo warm-up, anche se si ritrova a ben 341 millesimi dal leader. Parlando di Yamaha, è positiva poi la conferma nelle prime posizioni di Franco Morbidelli, quarto a poco meno di mezzo secondo con due gomme dure.

La sorpresa della mattinata è il terzo tempo arrivato a tempo scaduto di Joan Mir, arrivato però con una scelta di gomme piuttosto particolare, con una soft all'anteriore ed una dura al posteriore. E' altrettanto vero, però, che la Suzuki gemella di Alex Rins con la stessa soluzione si ritrova solamente in 16esima posizione, a poco più di un secondo.

Nomi inattesi anche in quinta e sesta posizione, dove troviamo il giapponese Takaaki Nakagami e l'Aprilia di Aleix Espargaro. Se il pilota della Honda LCR è allineato agli altri, lo spagnolo ha addirittura girato con una gomma soft al posteriore. Scelta che difficilmente potrà essere riproposta in gara.

In settima posizione, a poco più di mezzo secondo, c'è il poleman Fabio Quartararo, anche lui con una media ed una dura, seguito a pochi millesimi di distanza dalla Ducati di Danilo Petrucci, che invece ha optato per due medie. Non è stato particolarmente brillante invece Andrea Dovizioso, anche lui con una media ed una dura sulla sua Ducati, ma solo decimo a sei decimi (il dubbio che è abbia lavorato con gomme piuttosto usate), giusto davanti alla Honda di Jorge Lorenzo, che invece montava due gomme medie. 

Leggi anche:

Se si attendeva risposte da questo warm-up, guardando alla classifica Valentino Rossi non potrà sentirsi troppo rassicurato, visto che si ritrova 15esimo a poco meno di un secondo con la sua Yamaha, una scelta di gomme in linea con quella dei migliori. Molto attardato, infine, anche Pecco Bagnaia, solo 22esimo.

Cla Rider Bike Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Marc Márquez Alenta Honda 10 1'37.595     163.151
2 Spain Maverick Viñales Yamaha 12 1'37.936 0.341 0.341 162.583
3 Spain Joan Mir Suzuki 11 1'38.056 0.461 0.120 162.384
4 Italy Franco Morbidelli Yamaha 12 1'38.065 0.470 0.009 162.369
5 Japan Takaaki Nakagami Honda 12 1'38.119 0.524 0.054 162.280
6 Spain Aleix Espargaro Aprilia 12 1'38.127 0.532 0.008 162.267
7 France Fabio Quartararo Yamaha 11 1'38.148 0.553 0.021 162.232
8 Italy Danilo Petrucci Ducati 12 1'38.172 0.577 0.024 162.192
9 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 11 1'38.232 0.637 0.060 162.093
10 Italy Andrea Dovizioso Ducati 12 1'38.260 0.665 0.028 162.047
11 Spain Jorge Lorenzo Honda 12 1'38.262 0.667 0.002 162.044
12 Spain Pol Espargaro KTM 12 1'38.336 0.741 0.074 161.922
13 Germany Stefan Bradl Honda 12 1'38.484 0.889 0.148 161.679
14 Spain Tito Rabat Ducati 12 1'38.561 0.966 0.077 161.552
15 Italy Valentino Rossi Yamaha 11 1'38.565 0.970 0.004 161.546
16 Spain Alex Rins Suzuki 11 1'38.630 1.035 0.065 161.439
17 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 12 1'38.840 1.245 0.210 161.096
18 Australia Jack Miller Ducati 12 1'38.842 1.247 0.002 161.093
19 France Johann Zarco KTM 9 1'39.134 1.539 0.292 160.618
20 Czech Republic Karel Abraham Ducati 12 1'39.480 1.885 0.346 160.060
21 Portugal Miguel Oliveira KTM 11 1'39.488 1.893 0.008 160.047
22 Italy Francesco Bagnaia Ducati 7 1'39.665 2.070 0.177 159.763
23 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 10 1'41.092 3.497 1.427 157.508
Iannone dichiarato "unfit": ha troppo male al piede sinistro per correre a Jerez

Articolo precedente

Iannone dichiarato "unfit": ha troppo male al piede sinistro per correre a Jerez

Articolo successivo

LIVE MotoGP 2019: GP di Spagna, Gara

LIVE MotoGP 2019: GP di Spagna, Gara
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Spagna
Sotto-evento WU
Location Circuito de Jerez
Autore Matteo Nugnes