MotoGP: il palmarès completo della stagione 2020

La MotoGP ha omaggiato i suoi campioni con una cerimonia singolare, caratterizzata dal sollievo di aver saputo portare avanti e completare il campionato inizialmente fermato dalla pandemia di Covid-19.

MotoGP: il palmarès completo della stagione 2020

La stagione 2020 di MotoGP così particolare si è conclusa con una cerimonia accorciata, che ha sostituito la consueta festa di fine stagione organizzata a Valencia. Sulla pista di Portimao, che ha ospitato l'ultimo Gran Premio dell'anno, Joan Mir ha potuto apporre la placca che porta il suo nome sulla Torre dei Campioni della classe regina. Sono stati inoltre consegnati i premi in maniera rapida e senza grandi cerimonie, concentrandosi sulle tre classi principali e sulla MotoE, escludendo stavolta le classi di contorno. 

Joan Mir et le trophée des champions 500cc/MotoGP

Anche se la cerimonia quest'anno è stata del tutto particolare, si respirava un'aria di sollievo per essere riusciti a portare avanti e completare il campionato che a marzo è stato interrotto bruscamente a causa della pandemia di Covid-19. Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, ha definito la serata "molto speciale", sottolineando l'importanza di ringraziare tutti coloro che sono stati coinvolti nel campionato, permettendo a questa stagione di avere luogo, con 14 Gran Premi per la MotoGP e 15 per la Moto2 e Moto3 (le due classi hanno disputato la gara di Losail, che invece la classe regina non ha svolto). 

Jorge Viegas, Presidente della FIM, dichiara: "Quando abbiamo cominciato a marzo in Qatar, mi ricordo che abbiamo avuto una grande discussione sullo svolgere o meno questo Gran Premio, ma abbiamo deciso di salvaguardare coloro che già erano sul luogo. Mi ricordo che nessuno voleva salire sul podio per paura di premiare i piloti italiani, perché all'epoca c'erano molti problemi in Italia. Poi siamo dovuti rimanere in casa, ma non abbiamo mai smesso di batterci per tornare e, grazie a persone incredibili, ci siamo riusciti e lo abbiamo fatto con successo". 

"Non abbiamo avuto il pubblico sugli spalti - prosegue - ma i fan ci sono stati, ci hanno seguito e sono sicuro che questo campionato resterà sempre la migliore disciplina di sport motoristici al mondo, senza alcun dubbio. Spero che l'anno prossimo sia più normale, sperando che l'entusiasmo sia sempre lo stesso, così come l'equilibrio tra i piloti. Chi può scommettere su un pilota? Nessuno sa chi potrà vincere. E' l'essenza del nostro sport. E' il nostro successo e, se restiamo uniti, continueremo ad assistere a gare formidabili". 

Carmelo Ezpeleta aggiunge: "Quando eravamo in Qatar all'inizio di marzo, abbiamo cominciato a capire che la stagione sarebbe stata complicata, ma lo è diventata subito dopo. Abbiamo avuto molta fortuna di poter lavorare insieme. E' qualcosa che abbiamo ottenuto tutti insieme e sono più che sicuro che dopo quest'anno saremo ancora più forti di quanto non lo fossimo prima. Anche il ruolo dei circuiti è stato molto importante, perché tutti hanno lavorato sodo in queste circostanze così particolari per organizzare il campionato". 

Inoltre, il BMW M Award ed il premio per il poleman di ogni categoria era stato già assegnato sabato scorso. Ecco il resto del palmarès completo delle tre classi. 

MotoGP :
- Campione del mondo : Joan Mir
- 2° in classifica: Franco Morbidelli
- 3° in classifica: Álex Rins
- Campione del mondo costruttori: Ducati
- Campione del mondo squadre: Team Suzuki Ecstar
- Miglior pilota indipendente: Franco Morbidelli
- Miglior team indipendente: Petronas Yamaha SRT
- Premio Marco Simoncelli Rookie dell'anno: Brad Binder (11° in classifica)

Le top 3 du championnat MotoGP : Joan Mir, Franco Morbidelli et Álex Rins

Moto2 :
- Campione del mondo: Enea Bastianini
- 2° in classifica: Luca Marini
- 3° in classifica: Sam Lowes
- Campione del mondo costruttori: Kalex
- Campione del mondo squadre: Sky Racing Team VR46
- Premio Michel Métraux rookie dell'anno: Aron Canet

Le top 3 du championnat Moto2 : Enea Bastianini, Luca Marini et Sam Lowes

Moto3 :
- Campione del mondo: Albert Arenas
- 2° in classifica: Tony Arbolino
- 3° in classifica: Ai Ogura
- Campione del mondo Costruttori: Honda
- Campione del mondo squadre: Leopard Racing
- Premio Michel Métraux rookie dell'anno: Jeremy Alcoba

Le top 3 du championnat Moto3 : Albert Arenas, Tony Arbolino et Ai Ogura

Coppa del mondo MotoE :
- Vincitore: Jordi Torres
- 2°: Matteo Ferrari
- 3°: Dominique Aegerter

condividi
commenti
Alex Marquez: “Il bilancio della stagione è positivo"
Articolo precedente

Alex Marquez: “Il bilancio della stagione è positivo"

Articolo successivo

Petrucci: "Grazie Ducati! Ora sono curioso di scoprire la KTM"

Petrucci: "Grazie Ducati! Ora sono curioso di scoprire la KTM"
Carica i commenti