MotoGP: Gresini torna ad essere un Team Indipendent dal 2022

La squadra faentina terminerà la partnership con Aprilia a fine 2021, ma ha già firmato un accordo con l'IRTA per essere sulla griglia della MotoGP come team Indipendente dal 2022 al 2026.

MotoGP: Gresini torna ad essere un Team Indipendent dal 2022

La cosa ormai era risaputa da tempo, ma questa mattina è arrivata la conferma ufficiale: a partire dalla stagione 2022, il Gresini Racing tornerà ad essere un'entità a sé stante sulla griglia della MotoGP, togliendo i colori dell'Aprilia, che a sua volta avrà un suo vero e proprio Factory Team.

La squadra faentina, che è presente nella classe regina dal 1997, continuerà comunque il proprio impegno contando solamente sulle sue forze e stamani ha annunciato di aver firmato con l'IRTA un accordo valido per il quinquennio 2022-2026 come Indipendent Team.

Al momento non è ancora chiaro che moto porterà in pista il team di Fausto Gresini, ma questo è sicuramente un primo passo importante, dopo che qualche settimana fa era stato posato il primo mattoncino con la firma di Fabio Di Giannantonio, che ha contratto che prevede il suo impegno in Moto2 nel 2021 e poi il salto in MotoGP nel 2022.

Non a caso, è proprio l'annuncio di oggi il motivo per cui Gresini non ha concesso al pilota romano il salto verso la classe regina già nel 2021 con Aprilia, che lo aveva cercato dopo la conferma della squalifica di Andrea Iannone. Fausto, infatti, non voleva rinunciare ad uno dei punti cardine del progetto che scatterà tra due anni.

Leggi anche:

"Siamo felici di annunciare questo accordo con IRTA che ci vedrà in MotoGP per cinque anni a partire dal 2022. Non rappresenteremo più l’Aprilia ufficiale, continueremo il nostro percorso come Team Indipendente, e lo faremo con altrettanta voglia e dedizione", ha detto Fausto Gresini.

"C’è tantissimo lavoro da fare e tantissime cose da definire e comunicare. Ovviamente stiamo già lavorando a questo progetto enorme, e sveleremo poco a poco tutti i dettagli. Rimanete sintonizzati!", ha aggiunto.

C'è da scommettere comunque che non sarà difficile trovare l'interesse di un marchio a fornire le proprie moto, perché parliamo di una team che, oltre ad aver rappresentato l'Aprilia negli ultimi anni, in passato con la Honda è riuscita a fare grandi cose: 41 podi, 14 vittorie e tre titoli di vice-campione del Mondo.

condividi
commenti
Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione
Articolo precedente

Marc Marquez dimesso dall'ospedale a 10 giorni dall'operazione

Articolo successivo

MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia

MotoGP 2020: la top 10 di Motorsport.com Italia
Carica i commenti