Aragon, Libere 3: Valentino resta fuori dalla Q2!

Aragon, Libere 3: Valentino resta fuori dalla Q2!

Marquez vola anche con la dura e le Ducati sono nella sua scia. Le Yamaha invece faticano ancora tanto

Il terzo turno di prove libere del Gp di Aragon di MotoGp ha regalato una clamorosa sorpresa: per la prima volta nella stagione 2014, infatti, Valentino Rossi non è riuscito ad avere accesso diretto alla Q2, chiudendo solamente all'11esimo posto nella classifica cumulativa, tra le altre cose per ben 144 millesimi.

Evidentemente in casa Yamaha non sono riusciti a risolvere i problemi della M1 del "Dottore", che anche passando alla gomma più morbida si è visto rifilare ben otto decimi da Marc Marquez: il leader del Mondiale è stato il più rapido e in questo momento pare il grande favorito per la pole position, visto che è riuscito a girare addirittura in 1'48" basso con la gomma più dura al posteriore.

Dietro allo spagnolo della Honda ci sono ancora le Ducati, che paiono particolarmente a loro agio qui a Motorland Aragon: Andrea Dovizioso non è riuscito a migliorare il tempo di ieri, ma è rimasto secondo nella cumulativa, precedendo di poco l'altra GP14.2 di Andrea Iannone, autore del secondo tempo nel turno di questa mattina. Ma la crescita delle Rosse è certificata anche dall'ingresso in Q2 di Cal Crutchlow, nono con la GP14 standard.

In casa Yamaha invece ci sono grosse difficoltà anche per Jorge Lorenzo, che non è andato oltre all'ottavo tempo: ancora una volta le M1 del team Tech 3 sono riuscite a trovare un feeling migliore rispetto a quelle ufficiali, con Pol Espargaro che è ad appena due decimi da Marquez, ma anche Bradley Smith che è a meno di mezzo secondo. Il maiorchino invece si ritrova a quasi sei decimi, preceduto anche dalle due Honda di Stefan Bradl e di un Dani Pedrosa non particolarmente brillante.

L'ultimo ad avere accesso diretto alla Q2 è Aleix Espargaro, che nel finale si è migliorato montando la gomma soft sulla sua Forward Yamaha "Open" ed alzando l'asticella da raggiungere per entrare nella top ten, rendendo impossibile questa operazione a Rossi, che però ha avuto anche problemi di traffico nel suo giro migliore. E' anche vero però che dopo la vittoria di Misano nessuno si aspettava di vederlo tanto in difficoltà su una pista comunque sempre ostica per lui e la M1.

In Q1 il pesarese se la dovrà vedere con la Ducati di Yonny Hernandez, di poco più lento di lui, ma anche con la Honda di Alvaro Bautista, che in questo weekend sta faticando davvero tanto. Merita di essere sottolineata poi la bella prova di Danilo Petrucci, che questa mattina ha ridotto a meno di due secondi il ritardo dalla vetta della sua ART-Aprilia. Più indietro invece Alex De Angelis, sempre alle prese con lo scafoide fratturato a Misano.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi , Andrea Dovizioso
Articolo di tipo Ultime notizie