MotoGP: Aprilia pronta per la gara di casa del Mugello

L'Aprilia è pronta ad affrontare la prima gara di casa ed arriva al Mugello forte degli ottimi riscontri ottenuti negli ultimi appuntamenti.

MotoGP: Aprilia pronta per la gara di casa del Mugello

Dopo la cancellazione nel 2020 causa pandemia da COVID-19, la MotoGP torna ad affrontare uno dei circuiti più affascinanti in calendario.

Il Mugello è infatti considerato da piloti e addetti ai lavori un asfalto speciale, sia per la location sia per le sue caratteristiche: veloci cambi di direzione, pendenze, un lungo rettilineo con l'iconico scollinamento a oltre 300 orari. Mancherà in questa edizione la splendida coreografia del pubblico italiano, una scelta dolorosa ma necessaria.

Per Aprilia si tratta della prima gara di casa. Il team italiano ci arriva dopo aver mostrato prestazioni in costante crescita, solo rallentate dalla delusione di Le Mans. Aleix, dopo la gara francese, si è operato per risolvere un problema di sindrome compartimentale ed essere in perfetta forma al Mugello. Scelta rinfrancata da un recupero che sta procedendo senza intoppi. 

Buoni segnali anche da Lorenzo Savadori, veloce durante lo scorso weekend in condizioni non certo facili. Il pilota italiano al debutto in MotoGP sta affrontando ogni gara con l'obiettivo di ridurre il gap dai migliori, tendenza fino ad ora rispettata, e cercherà nella gara di casa ulteriori stimoli.

Aleix Espargaro: "Il Mugello è una pista impegnativa, anche per il fisico. Proprio per questo ho scelto di intervenire sul braccio dopo Le Mans, potendo sfruttare la pausa per un recupero completo. L'operazione è stata perfetta e mi presenterò alla prima gara italiana in buona forma. E' una tappa importante per la squadra, su un circuito che non è mai stato il nostro preferito. Ma ora possiamo contare su una RS-GP 2021 decisamente competitiva e non vedo l'ora di capire come si comporterà al Mugello".

Lorenzo Savadori: "Quello di Le Mans è stato sicuramente un buon weekend, anche se le condizioni particolari non permettono un confronto preciso. ciò che conta, per me, è continuare a ridurre il distacco andando a migliorare la confidenza con la RS-GP e con questa categoria. E' un percorso che richiede tempo, Aprilia mi sta supportando in ogni mia richiesta e stiamo cercando di velocizzare la curva di apprendimento. Non vedo l'ora di correre al Mugello, è una pista che conosco bene ma non l'ho mai affrontata in sella ad una MotoGP".

 

condividi
commenti
MotoGP: Ducati va al Mugello per cercare il tris
Articolo precedente

MotoGP: Ducati va al Mugello per cercare il tris

Articolo successivo

Sky, programmazione speciale per il GP d'Italia di MotoGP

Sky, programmazione speciale per il GP d'Italia di MotoGP
Carica i commenti