MotoGP | Aleix Espargaro: “Bisogna fermare Quartararo ad ogni costo”

Il pilota Aprilia considera fondamentale fermare il leader del mondiale nei primi giri per evitare una nuova gara in solitaria che decreti la fine della battaglia.

MotoGP | Aleix Espargaro: “Bisogna fermare Quartararo ad ogni costo”

La qualifica del Gran Premio d’Olanda è stata piuttosto complicata per Aleix Espargaro, che dopo aver comandato le FP3 e aver chiuso quarto nelle FP4, è entrato in difficoltà al momento di trovare il giro buono nel Q2. Così il pilota Aprilia non è andato oltre il quinto tempo, ad appena un decimo dalla prima fila della griglia.

Questo costringe il pilota di Granollers a fare una partenza fulminea se non vuole che nei primi giri scappino Pecco Bagnaia, che parte dalla pole, e Fabio Quartararo, che scatta dalla seconda casella e che nelle ultime due gare ha trionfato con distacco.

Con una gomma posteriore morbida, una delle opzioni in gara insieme alla dura, Aleix Espargaro ha mostrato un buon ritmo, soprattutto nella parte finale di gara, che è formata da 26 giri: “Ho fatto 21 giri con la gomma morbida ed è andata bene, ho visto sulla lavagna un 1’32”4 alla fine di quel run e questo significa andare molto veloci ad Assen. Penso di aver fatto nove giri in 32 e l’anno scorso in gara solo un pilota, Quartararo con la gomma morbida, ha girato così. Con la dura sono stati veloci anche Fabio e Pecco nelle FP4, ma con gomma nuova. Il ritmo che abbiamo è buono”.

“Avevo l’idea di provare sei giri con la media e altri sei con la morbida, però Antonio Jimenes (capo meccanico, ndr) mi ha chiesto se fossi comodo ad andare fino alla fine con la morbida. Al settimo giro ho visto che la gomma non crollava, al nono nemmeno e ho deciso di andare fino alla fine. L’anno scorso Marc Marquez e Takaaki Nakagami hanno fatto una gara buonissima qui con la morbida, quindi ho deciso di insistere perché la media non mi dava buone sensazioni”, prosegue il pilota Aprilia.

Tuttavia, molti piloti hanno riconosciuto questa mattina che nel warmup proveranno la gomma dura per avere un quadro completo al momento di scegliere: “Proverò la dura domani, ma deve andare molto bene per fare tanti giri in 1’32”. Erano tante gare che non si potevano fare tutti i giri al massimo con le gomme e qui c’è la sensazione che si possa fare, che non ci sarà il problema di consumo delle gomme. Questo è molto positivo”.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Questo vale soprattutto se si tiene in considerazione che nelle ultime gare Michelin ha insistito molto sul salvaguardare le gomme a inizio gara, in particolare Barcellona e Sachsenring. Solo Quartararo ha rappresentato un caso a parte, partendo al massimo dall’inizio e vincendo con un gran margine: "È vero, ma questo la dice lunga sulla fiducia di Fabio nella sua moto. A Barcellona è stato un mio errore, ho conservato la gomma all'inizio, non è calata e ho perso la gara nei primi giri. In Germania, invece, c'è stato un forte consumo di pneumatici e sono arrivato alla fine senza trazione. La Yamaha sembra avere qualcosa in più di noi a fine della gara, ma qui non ho un calo di gomme e penso che sarò in grado di essere veloce nella parte finale, sperando di poterlo fermare”.

Il pilota dell'Aprilia si vede in lotta con i primi: “È da molte gare che non ho un feeling così buono, anche nelle gare in cui sono salito sul podio, come a Le Mans o al Mugello, non ho avuto un feeling così buono come in questo fine settimana. Sono stato veloce e costante in tutti i giri, il problema è che Jorge Martin e Marco Bezzecchi sono arrivati davanti, quindi dobbiamo cercare di superarli velocemente, ma credo di avere un buon passo".

Aleix è secondo in classifica generale con 138 punti, a 34 lunghezze dal leader Fabio Quartararo (172), quindi è difficile non pensarci quando si tratta della gara: "In questa fase del campionato è molto importante stare davanti a Fabio e togliergli punti, vorrei davvero andare in con meno di 25 punti di distacco”.

Pecco Bagnaia, che parte dalla pole position e dovrà cercare di impedire al francese di scappare come ha fatto al Montmelo e al Sachsenring, potrebbe giocare un ruolo chiave in questo obiettivo: "Dobbiamo fermare Fabio a tutti i costi, non possiamo lasciarlo scappare alla partenza, altrimenti la gara è persa. Il nostro compito è quello di fermarlo all'inizio, altrimenti non è possibile prenderlo. Ho un ottimo passo negli ultimi giri, forse migliore del suo, ma se quando arrivi è già due secondi avanti a te è impossibile prenderlo”.

Leggi anche:
condividi
commenti
MotoGP | Miller penalizzato per il quasi contatto con Vinales
Articolo precedente

MotoGP | Miller penalizzato per il quasi contatto con Vinales

Articolo successivo

MotoGP | Gresini ingaggia Alex Marquez e conferma Di Giannantonio

MotoGP | Gresini ingaggia Alex Marquez e conferma Di Giannantonio