Marquez: "Le Ducati vanno davvero forte, io devo pensare a non commettere errori"

condividi
commenti
Marquez:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
16 giu 2018, 14:15

Lo spagnolo della Honda è riuscito a riscattare un venerdì incolore con una grande performance in qualifica che gli ha regalato il secondo tempo a pochi millesimi da Lorenzo e domani correrà cercando di riscattare la delusione del Mugello.

Top 3 after qualifying: Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team

Dopo aver vissuto un venerdì travagliato, Marc Marquez è riuscito a riscattarsi nella giornata odierna mostrando tutta la propria classe in qualifica e centrando il secondo tempo alle spalle di un Jorge Lorenzo mostruoso con un ritardo dal futuro compagno di team di appena 66 millesimi.

Marquez ha subito fatto capire di aver risolto i problemi che ieri l'avevano rallentato ed ha iniziato a martellare sul gas facendo subito segnare dei riscontri di tutto rilievo riuscendo a fermare il cronometro sul tempo di 1'38''746.

Il campione del mondo è tornato così a recitare un ruolo da protagonista sul tracciato di casa dopo un inizio di weekend irriconoscibile ed ha affermato di aver capito quali modifiche andavano adottate proprio in occasione delle Libere del mattino.

"Dopo le Libere siamo riusciti a mettere tutto in ordine e sono riuscito a migliorare anche in occasione della Q1 quando ho avuto un buon passo. Ho fatto una bella qualifica con il secondo tempo, specie considerando quanto vanno forte le Ducati. Domani proverò a lottare con loro".

Leggi anche:

Anche sul tracciato di Barcellona Marquez ha regalato uno dei suoi salvataggi al limite. Lo show è stato offerto dallo spagnolo nel corso delle FP4 quando, all'ultima curva, ha preso una buca ed è riuscito a tenere la Honda in piedi contro ogni legge della fisica...

"Sapevo che era l'ultimo giro ed ero all'ultima curva, avevo una buona visuale e volevo spingere al massimo in FP4 per non avere problemi in qualifica. Ho preso una buca, mi si è chiuso l'anteriore, ed ho iniziato a litigare con la moto. Quando sono andato sulla parte sporca del tracciato pensavo di perderla ed ho dovuto tenerla in piedi col ginocchio e col gomito".

Il vero protagonista di questo weekend, sino ad ora, sembra essere Jorge Lorenzo. Lo spagnolo, dopo aver centrato il primo successo con la Ducati nello scorso appuntamento del Mugello, ha centrato a Barcellona la prima pole con la moto italiana confermando l'ottimo feeling già visto ieri.

Marquez si è detto consapevole del momento felice del connazionale e vede Lorenzo come il favorito in gara, specie per la capacità dello spagnolo di gestire la morbida al posteriore. Marc, in ogni caso, deve riscattare l'errore del Mugello ed ha affermato come affronterà la gara di domani con meno aggressività, almeno all'inizio.

"Jorge qui è il più forte. Ha un gran passo, va bene con la morbida al posteriore e riesce a gestirla bene. Sarà difficile contro di lui ma cercherò di fare una bella gara sin dall'inizio. Devo stare attento e non commettere gli stessi errori del Mugello. Non devo per forza andare oltre il limite per stare in scia a Lorenzo ma devo gestire".

Prossimo articolo MotoGP
Petrucci: "Domani sarà difficile lottare per il podio. Lorenzo? Fa la differenza in frenata"

Previous article

Petrucci: "Domani sarà difficile lottare per il podio. Lorenzo? Fa la differenza in frenata"

Next article

Lorenzo: "Stiamo vivendo un buon momento e dobbiamo approfittarne"

Lorenzo: "Stiamo vivendo un buon momento e dobbiamo approfittarne"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Catalogna
Sotto-evento Sabato, qualifiche
Piloti Marc Márquez Alenta Shop Now
Team Repsol Honda Team
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Intervista