La colonna di Mamola: il freddo inverno di Valentino Rossi

Anche in questa stagione Randy Mamola, ex pilota della classe regina del Motomondiale ed analista riconosciuto in tutto il mondo, offrirà le sue accurate opinioni ai lettori di Motorsport.com. Ecco cosa ci ha detto in vista del primo GP.

La colonna di Mamola: il freddo inverno di Valentino Rossi
Randy Mamola, manager of Bradley Smith, Tech 3 Yamaha
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing, Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
IAndrea Iannone, Team Suzuki MotoGP with Aerodynamic wing Suzuki fairing
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Se le conclusioni principali dei test pre-campionato sono legate alla lotta tra Marc Marquez e Maverick Vinales, ci sono ancora alcune domande senza risposta, come ad esempio come si comporterà Valentino Rossi dopo un inverno lontano dal vertice. Dovremo aspettare fino a domenica per scoprirlo, ma intanto possiamo analizzare alcuni fatti che sembrano essere inconfutabili.

In primo luogo, l'arrivo nel box Yamaha di Maverick Vinales ha creato un po' di shock a Rossi. Dopo anni di rapporti controversi, la tensione si era certamente alleviata quando Lorenzo ha annunciato che sarebbe andato alla Ducati. Tuttavia, se Vinales si confermerà allo stesso livello che ha mostrato durante la pre-stagione, tornerà sicuramente ad esserci attrito nel garage della Yamaha. Valentino è un pilota di esperienza e, come si è visto in passato, ha dimostrato di conoscere tutti i trucchi. Questo ci fa chiedere se la debolezza che ha mostrato sia reale o se ci sorprenderà ancora una volta quando inizierà la stagione.

Dobbiamo ancora avere una conferma, ma se c'è qualcosa che è chiaro per me è che Vinales giocherà un ruolo di primo piano in questa stagione, qualcosa che può avere un'influenza sul suo nuovo compagno di squadra, che si suppone possa essere il suo più grande rivale in pista.

Maverick non ha fatto neanche una scivolata negli 11 giorni di test ufficiali, mentre Marquez e Rossi ne hanno avuta più di una. Soprattutto lo spagnolo è finito atterra per ben sette volte, cinque delle quali nei test di due settimane fa in Qatar.

Possiamo concludere da questi fatti che Vinales abbia costretto Marquez a prendersi più rischi e che questo possa aumentare la pressione tra i due piloti, cosa di cui potrebbe beneficiare il campionato. Marquez, che ha 24 anni, è più giovane di 14 anni rispetto a Rossi. L'italiano è consapevole della sua età ed anche di quanto possono fare male gli incidenti, quindi che questo potrebbe essere un vantaggio per i suoi avversari più giovani.

Gli attuali piloti della MotoGP non hanno molti periodi di riposo a causa di un calendario molto intenso, che non lascia molto tempo tra una battaglia e l'altra. E' qualcosa di completamente differente rispetto alla mia era. Il livello dei rivali è più alto, sono più aggressivi e più forti fisicamente, quindi tutti devono sempre guidare al limite.

Vale la pena di dare un'occhiata alla scorsa stagione ed alle prestazioni del "Dottore". Ha vinto a Jerez e Barcellona, due della gare in cui tutti quanti hanno faticato di più con le gomme Michelin. Su una superficie a basso grip, Rossi è ancora una maestro con l'apertura del gas ed è per questo che ha fatto così bene. Tuttavia, la Michelin ha migliorato le proprie mescole per il 2017 e questo potrebbe giocare contro Valentino.

condividi
commenti
Il GP del Qatar di MotoGP in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD
Articolo precedente

Il GP del Qatar di MotoGP in diretta esclusiva su Sky Sport MotoGP HD

Articolo successivo

Marquez: "Honda più in forma del 2016, a Losail lotterò per il podio"

Marquez: "Honda più in forma del 2016, a Losail lotterò per il podio"
Carica i commenti